Go Down

Topic: Aiuto lettura DSO H-Bridge, corretta? (Read 2105 times) previous topic - next topic

uwefed


Grazie delle risposte. Non ti arrabbiare Astro, l'ho detto sopra, che era solo per sperimentazione, ho aperto il topic perchè volevo un aiuto a capire il perchè di quella lettura con il mezzo ponte.
Poi non mi è chiaro qualcosa, perchè i tempi di reazione dell'optocoupler sono ben più veloci del PWM di arduino, e così anche i tempi di accensione e di spegnimento dei MOSFET. i datasheet li ho letti e riletti, non è che attacco e basta..
Ora quello che hai suggerito potrebbe essere il problema, cioè la poca corrente che lascia passare l'optocoupler, che, se non ho capito male dal datasheet del fotoaccoppiatore sono 50mA. Quello che non riesco a trovare nel datasheet dei MOSFET è la corrente necessaria ad aprire il Gate. Mi pare di aver capito che il Gate dei MOSFET si apre con la Tensione, non con la Corrente (non è che abbia compreso bene il significato..) e da qui ho 'tradotto' che di corrente ne basta pochissima. Se sbaglio, per favore ditemi perchè.


L' optocopler se pilotato con abbastanza corrente sull'entrata non limita la corrente sul fototransistore. Il valore di corrente indicato sui datasheet é quello massimo che sopporta. Se circola di piú lui si rompe. La limitazione é la resistenza di pullup usata che limita la corrente a secondo la tensione di alimentazione del ponte a 10-15mA.



Ciao Uwe

astrobeed


L' optocopler se pilotato con abbastanza corrente sull'entrata non limita la corrente sul fototransistore. Il valore di corrente indicato sui datasheet é quello massimo che sopporta.


Gli opto limitano eccome la corrente massima, dipende dalle caratteristiche del fototransistor interno che ha sempre una certa impedenza, decine di ohm, tra collettore ed emittore.
C'è pure da prendere in considerazione la corrente applicata al illuminatore, in funzione di questa varia il rapporto tensione corrente in uscita, ovvero l'impedenza.


uwefed



L' optocopler se pilotato con abbastanza corrente sull'entrata non limita la corrente sul fototransistore. Il valore di corrente indicato sui datasheet é quello massimo che sopporta.


Gli opto limitano eccome la corrente massima, dipende dalle caratteristiche del fototransistor interno che ha sempre una certa impedenza, decine di ohm, tra collettore ed emittore.
C'è pure da prendere in considerazione la corrente applicata al illuminatore, in funzione di questa varia il rapporto tensione corrente in uscita, ovvero l'impedenza.


Una decina di Ohm non sono la limitazione a 50mA come pensa  dab77, ma parecchie cantinaia di mA. Poi se non piloti l'optocoppler con la corrente massima consentita ma di meno le cose sono diverse.
Ciao Uwe

astrobeed


Una decina di Ohm non sono la limitazione a 50mA come pensa  dab77,


Non ho detto una decina di ohm, ho detto decine di ohm, quanto esattamente dipende dalle caratteristiche del phototransistor.

Go Up