Pages: 1 [2]   Go Down
Author Topic: Interferenze esterne microcontrollori  (Read 788 times)
0 Members and 1 Guest are viewing this topic.
Global Moderator
Italy
Offline Offline
Brattain Member
*****
Karma: 313
Posts: 21669
Logic is my way
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Iz2, io non ne faccio una questione di "rubare il lavoro altrui", il mio discorso è limitato al fatto della responsabilità in caso succeda qualcosa.
Logged


Offline Offline
God Member
*****
Karma: 8
Posts: 691
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Quote
Affidereste ad un ATmega-ATtiny l'attivazione di una pressa idraulica di svariate tonnellate?
Ciao Uwe
L'
Dei "furbetti" per fare prima mettono un chiodino su un pulsante per farlo rimanere sempre premuto in modo da attivare la pressa solo con un pulsante mentre con l'altra mano posizionano i pezzi sotto la pressa... è da imbecilli ma questa pratica purtroppo è molto diffusa da queste parti.
Il circuito che avevo pensato prevedeva non solo che entrambi i pulsanti fossero premuti entro mezzo secondo ma che fossero anche rilasciati per poter funzionare di nuovo, proprio per obbligare gli addetti a non usare certe pratiche poco ortodosse.

se la gente  è  pazza   e manomette i circuiti di sicurezza elementari come i doppi pulsanti  
ti conviene prendere provvedimenti,  
ovviamente in questo caso l'elettronica puo servire da sentinella per i furbastri  (avvisare impedire)

invece fare un circuito con rele che sostitusce i pulsanti per l'azionamento  qui la cosa sarebbe da evitare,

qualsiasi cosa di elettromagnetico (cellulari che cercano di agganciarsi alla rete o che ricevono chiamata)
potrebbero dare il falso segnale di azionarsi (se tutto il circuito non è stato testato a dovere)

solo per darti un idea qualche gg fa   testavo un progetto e per il solo fatto che il pc era acceso  "sballava" completamente ogni pochi secondi  a pc spento sempre perfetto    smiley-eek-blue
« Last Edit: October 10, 2012, 06:55:39 am by gingardu » Logged


Le cose si possono considerare facili in due casi: quando le si conosce bene o quando non le si conosce affatto...

BZ (I)
Offline Offline
Brattain Member
*****
Karma: 236
Posts: 20298
+39 349 2158303
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

@pelletta:
resta solo un dubbio. Sei tu che realizzi il circuito? In caso di incidente, chi ne risponde?  smiley-roll-sweat

se il difetto e dovuto a una mal progettazione, il progettista o l'azienda che ne fà la veci
Il problema non é quanto andava male la macchina prima della Modifica ma che modificandola Ti assumi la responsabilitá. Po se succede qualcosa dimostra che la modifica che hai fatto era corretta e non era la causa o cocausa del incidente o lo ha aggravato. In un processo esci abbastanza illeso solo se hai lavorato prima con i piedi di piombo.
Ciao Uwe
Logged

Marche
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 32
Posts: 2263
azioni semplici per risultati complessi
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Faccio un pò di chiarezza, non mi è stato commissionato di fare una nuova scheda.
Ho dovuto soltanto cambiare il relè sulla scheda originale perchè era completamente distrutto, lo stava facendo uno poco pratico col saldatore perciò l'ho sostituito io. Già che mi trovavo sul posto mi sono messo a testare la scheda e ho notato diverse lacune di progettazione che secondo me lasciano un certo margine di rischio per l'utilizzatore.
L'attuale possessore della pressa si occupa del ricondizionamento di macchinari, ha un'officina meccanica a gestione familiare. Mi ha spiegato che tempo fa non c'erano tutte queste procedure di sicurezza e sono state introdotte in un secondo momento; probabilmente il vecchio proprietario per risparmiare ha fatto realizzare questa schedina a qualcuno per metterla in regola (rischiando parecchio a mio avviso).
La scheda esistente è stata realizzata sicuramente in casa e non si sa da chi, non ha nemmeno il solder mask e i componenti sono anche dimensionati male secondo me.
Ecco perchè ho chiesto se sono affidabili i microcontrollori, senz'altro una nuova schedina progettata meglio sarebbe più sicura.
Se dovessi lavorare su quella pressa mi sentirei più sicuro con una mia scheda, ma dato che ci sono molte variabili in ballo non mi va di rischiare grosso per una schedina da 5€.
Comunque per la questione certificazioni sono perfettamente d'accordo, in caso di un malfunzionamento sono guai per tutti.
Logged

Varese
Offline Offline
God Member
*****
Karma: 8
Posts: 585
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

@pelletta:
resta solo un dubbio. Sei tu che realizzi il circuito? In caso di incidente, chi ne risponde?  smiley-roll-sweat

se il difetto e dovuto a una mal progettazione, il progettista o l'azienda che ne fà la veci
Il problema non é quanto andava male la macchina prima della Modifica ma che modificandola Ti assumi la responsabilitá. Po se succede qualcosa dimostra che la modifica che hai fatto era corretta e non era la causa o cocausa del incidente o lo ha aggravato. In un processo esci abbastanza illeso solo se hai lavorato prima con i piedi di piombo.
Ciao Uwe

io intendevo che devi essere qualificato, in ITALIA esistono delle leggi ben precise su l'installazione di apparati di questo genere, che devono farle solo chi è qualificato e che deve rilasciare una certificazione di idoneità del prodotto, e se ne prende la totale responsabilità, se non sei qualificato anche se quello che hai installato non è stata la causa vai nelle grane, queste sono le leggi non rispettate in italia.

@Pelletta: anche arduino se ben dimensionato e sotto vari test come si devono fare per rientrare in sicurezza potrebbe diventare un standard industriale, ma fino a quando nessuno spenderà soldi per questa piattaforma e farà dei test degni di nota, rimane un qualcosa solo per hobby, quindi se vogliono fare qualcosa di semi serio dovranno affidarsi a del PLC che per ora sono lo standard anche in sicurezza e certificazione.
Logged

Pages: 1 [2]   Go Up
Jump to: