Pages: 1 2 [3] 4   Go Down
Author Topic: Sonda temperatura impianto birra  (Read 7024 times)
0 Members and 1 Guest are viewing this topic.
Monza
Offline Offline
Newbie
*
Karma: 2
Posts: 43
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset


dopo questa basta che se no ci censurano: http://www.mr-malt.it/ io ho questo... esce davvero bene. mi scuso ancora colpa mia.

grazie MrLofraz  ci tieni informati spero sul tuo progetto?

Quando deciderai di passare dai barattoli a estratto più grani (passaggio da me ignorato ma tutt'altro che da disprezzare) o addirittura all grain (come faccio io adesso) ti accorgerai che è tutta un altra musica!!!
Altro che kit nel barattolo!!!!

Per quanto riguarda il mantenimento della temperatura una volta raggiunto il set point, è una cosa fattibile?
Logged

MC
Offline Offline
God Member
*****
Karma: 14
Posts: 917
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Guarda facciamo cosi, chiudi questo topic e aprine uno specifico dove parliamo di una scheda di controllo per impianto di birrificazione cosi possiamo spaziare a 360 sull'argomento senza andare off topic.
Io dico che per non impazzire è meglio andare a corrente,il gas oltre ad essere più pericoloso per i meno esperti è anche più difficile da gestire, e se tanto non vuoi automatizzare la bollitura(scelta condivisa) di potenza non ne serve uno sproposito.
A proposito di un impianto da quanti litri stiamo parlando?
Logged

Vi è una spiegazione scientifica a tutto.
La fede è solo quell'anello che si porta al dito dopo il matrimonio.

Varese
Offline Offline
God Member
*****
Karma: 8
Posts: 585
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset


dopo questa basta che se no ci censurano: http://www.mr-malt.it/ io ho questo... esce davvero bene. mi scuso ancora colpa mia.

grazie MrLofraz  ci tieni informati spero sul tuo progetto?

Quando deciderai di passare dai barattoli a estratto più grani (passaggio da me ignorato ma tutt'altro che da disprezzare) o addirittura all grain (come faccio io adesso) ti accorgerai che è tutta un altra musica!!!
Altro che kit nel barattolo!!!!


prossima birra sicuramente tanto l'attrezzatura c'è l'ho tutta, ma mi piacerebbe automatizzando almeno il sistema temperatura fermentazione e questo progetto e molto interessante
Logged

rome
Offline Offline
Sr. Member
****
Karma: 17
Posts: 487
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

be per rimettervi in carreggiata e on topic, date una occhiata
http://brewpi.com/
Logged

Monza
Offline Offline
Newbie
*
Karma: 2
Posts: 43
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Si rimettiamoci in carreggiata!
Allora, l'impianto che volevo realizzare, è da una cinquantina di litri, pentolone in acciaio inox con doppio fondo filtrante da circa 70 litri, agitatore motorizzato sempre gestito da Arduino,poi in seguito, avevo pensato ad una pompetta di trasferimento mosto dalla caldaia di mash a quella di bollitura, sempre gestita da Arduino.
Per quanto riguarda la sorgente di calore, avevo pensato anch'io giustamente alla corrente, ma mi sorge un dubbio: come riuscire a gestire tramite Arduino, una potenza così "elevata",  penso io 2-   2,5 Kw? Immagino che dovremo interporre dei relè
Logged

Monza
Offline Offline
Newbie
*
Karma: 2
Posts: 43
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

be per rimettervi in carreggiata e on topic, date una occhiata
http://brewpi.com/
Si però questo è avanti, lui si è fatto un frigo a temperatura controllata per la fermentazione......io devo ancora iniziare a produrla la birra!!!! smiley-mr-green smiley-mr-green smiley-mr-green
Logged

rome
Offline Offline
Sr. Member
****
Karma: 17
Posts: 487
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

come devi ancora cominciare ?
e a noi quando ce la offri?
vai a lavorare ! :-)
Logged

Monza
Offline Offline
Newbie
*
Karma: 2
Posts: 43
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

come devi ancora cominciare ?
e a noi quando ce la offri?
vai a lavorare ! :-)
Tranquillo! Birra per tutti.......se mi darete una mano a realizzare il progetto! smiley-twist smiley-twist smiley-twist
Logged

Varese
Offline Offline
God Member
*****
Karma: 8
Posts: 585
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Si rimettiamoci in carreggiata!
Allora, l'impianto che volevo realizzare, è da una cinquantina di litri, pentolone in acciaio inox con doppio fondo filtrante da circa 70 litri, agitatore motorizzato sempre gestito da Arduino,poi in seguito, avevo pensato ad una pompetta di trasferimento mosto dalla caldaia di mash a quella di bollitura, sempre gestita da Arduino.
Per quanto riguarda la sorgente di calore, avevo pensato anch'io giustamente alla corrente, ma mi sorge un dubbio: come riuscire a gestire tramite Arduino, una potenza così "elevata",  penso io 2-   2,5 Kw? Immagino che dovremo interporre dei relè

Allora dei sensori di temperatura ne abbiamo già parlato e dovrai smazzarti tu il codice, ho visto in commercio dei fili resistivi a immersione per alimenti (ma io personalmente quando parliamo di alimenti meno roba immergi nella birra meglio è), oppure scaldi esternamente sempre elettricamente con fornelli elettrici, lo azioni con un relè anche la "pompetta" usi i relè niente di cosi complicato, questo shield lo trovo molto carino http://www.robotstore.it/open2b/var/catalog/images/448/0-e67c4220-800.jpg perchè potrai anche inserire la schedina xbee che sicuramente qualcuno ti spiegherà meglio di me perché io non lo mai usato so solo che potrai controllare il tutto in wifi, cosa molto utile, te ne do un altra di idea potresti anche interfacciare Androide in modo da poter controllare tutto via web cosi quando sei in ufficio se succede un disastro lo sai in anticipo, hahaha no a parte gli scherzi potrai anche azionare in manuale.

Ora nasce a me una domanda curiosa, ma un sensore di temperatura che è collegato al contenitore di bollitura (quindi misuro la temperatura del contenitore) non farebbe la stessa cosa che immergerlo nella birra? Tanto se il contenitore raggiunge la temperatura anche il liquido di conseguenza raggiunge ugual temperatura o dico male?
Logged

BZ (I)
Offline Offline
Brattain Member
*****
Karma: 271
Posts: 21939
+39 349 2158303
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Non mi fiderei di usare quel shield per accendere un utenza da 2500W e 230VAC. Non vedo nessuna foto del shield da sotto da vedere come sono messo le piste, ma far passare 10A sulle piste cosí piccole non mi fido. La distanza di isolazione in superfice tra 2 piste a 230V dovrebbe essere almeno ca 5mm. Una pista che regge 10A con un spessore di rame da 70µm (piú spesso rispetto al solito) deve essere anche superiore ai 5mm. Il passo dei morsetti é ca 5mm. Non c'é lo spazio fisico per rispettare quelle distanze. Il conettore USB con la sua superfice metallica si avvicina molto ai piedini saldati dei morsetti. Il fatto che i relé sopportano 230V e 10A non vuol dire automaticamente che la schedina possa comutare 4x2,5kW utenza resistiva. Se vuoi usare quella schedina la userei esclusivamente per pilotare altri rele che comutano la 230V. Usando una guida din e dei zoccoli per relé a morsetti riesci a fare un crcuito che é adatto a garantire la sicurezza.

Per pilotare il riscaldamento cosiglio un relé al stato solid con morsetti tipo

Lo piloti come un LED, basta dare 5V alle entrate.

Ciao Uwe
Logged

Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 28
Posts: 2031
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

wow e bellissimo uwe quel relè dove posso acquistarlo?
Logged

"Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi..." Albert Einstein

rome
Offline Offline
Sr. Member
****
Karma: 17
Posts: 487
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

se il contenitore è in acciaio la temperatura esterna del contenitore dovrebbe avere una relazione quasi lineare con quella interna, probabilmente con qualche delta dovuto al fatto che il sensore capta anche la temperatura ambiente per la superficie non a contatto con l'acciaio (che però varia molto meno di quella del tino, se non è una cantina esposta). Dipende dalla precisione necessaria per il mosto. Credo però che al processo e al saccaromiceto  un +-1 non faccia rilevante differenza.  Puoi fare qualche prova verificando gli scostamenti con un sensore immerso nel liquido e mettere una lookup table per correggere la temperatura rilevata

uwe relay:http://www.futurlec.com/RelSS.shtml
« Last Edit: October 12, 2012, 03:38:53 am by brunialti » Logged

piacenza
Offline Offline
God Member
*****
Karma: 0
Posts: 707
prima della pazzia c'è la passione
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

be per rimettervi in carreggiata e on topic, date una occhiata
http://brewpi.com/
Si però questo è avanti, lui si è fatto un frigo a temperatura controllata per la fermentazione......io devo ancora iniziare a produrla la birra!!!! smiley-mr-green smiley-mr-green smiley-mr-green

ciao
bisogna anche pensare ad un PID come ha fatto

stefano
Logged


Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 28
Posts: 2031
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset


dopo questa basta che se no ci censurano: http://www.mr-malt.it/ io ho questo... esce davvero bene. mi scuso ancora colpa mia.

grazie MrLofraz  ci tieni informati spero sul tuo progetto?

Quando deciderai di passare dai barattoli a estratto più grani (passaggio da me ignorato ma tutt'altro che da disprezzare) o addirittura all grain (come faccio io adesso) ti accorgerai che è tutta un altra musica!!!
Altro che kit nel barattolo!!!!

come funziona l'all grain?perchè non apriamo un topic ot nella sezione generale?
Logged

"Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi..." Albert Einstein

BZ (I)
Offline Offline
Brattain Member
*****
Karma: 271
Posts: 21939
+39 349 2158303
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

wow e bellissimo uwe quel relè dove posso acquistarlo?
Lo hanno tutti i ditributori di elettronica. Cerca "Sold State Relais" o "relé a stato solido". Costano tra 20 e 30€.
Ciao Uwe
Logged

Pages: 1 2 [3] 4   Go Up
Jump to: