Pages: [1] 2 3 ... 5   Go Down
Author Topic: Controllo di quattro motori tramite Arduino Uno e transistor di potenza...  (Read 7439 times)
0 Members and 1 Guest are viewing this topic.
Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 14
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Buonasera a tutti... Mi chiamo Michele e ho un piccolo problema che, forse, è già stato risolto in una discussione passata; in caso mi scuso fin da subito con gli utenti e gli amministratori del forum...
Prima di esporvi il problema credo sia necessario darvi un idea del mio progetto...
Sono uno studente di un istituto tecnico e per l'esame di stato ho intenzione, insieme ad altri mie due compagni, di portare una macchina elettrica radiocomandata a distanza munita di quattro motori elettrici e gestita da una scheda Arduino Uno... La macchina ha delle dimensioni leggermente grandi (50x60x20 cm) quindi sono stato costretto a prendere dei motori sufficientemente potenti.
Il progetto sarà un valido sostegno alla tesina dove approfondiremo in maniera specifica un argomento di elettrotecnica (motori in c.c.) e un argomento di sistemi elettrici (la programmazione in linguaggio c/c++).
Sulla carta il progetto sembrava molto semplice me ci siamo accorti dei vari problemi, primo fra tutti la gestione dei motori. Insieme ad Arduino Uno abbiamo comprato anche il relativo controllo motori http://www.futurashop.it/allegato/7100-MOTORSHIELD_FE.asp?L2=Automazione%20e%20Interfacce%20PC&L1=Scatole%20di%20montaggio&L3=Controllo%20motori&cd=7100-MOTORSHIELD_FE&nVt=&d=18,00 che si è rivelato inutile dato che i motori(dei tergicristalli) assorbono una corrente a carico di circa una decina di ampere... Ora il mio problema è usare dei transistor per pilotare i motori solo che non saprei come collegarli ad Arduino... E dato che ho bisogno di un ponte h per gestire la polarità non sò proprio come comportarmi e se devo usare la scheda per il controllo motori aggiungendo quattro transistor...
Spero di essermi spiegato e ringrazio chi sarà così gentile da darmi alcune delucidazioni che possano aiutarmi a risolvere il mio problema...
Saluti Michele.
Logged

Dueville (VI)
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 28
Posts: 1748
http://cesarecacitti.wordpress.com/
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Non preoccuparti smiley-wink, prima di tutto forse hai un idea un po' coonfusa sui ponti ad H, forse ti conviene dare un occhio su wikipedia smiley-wink, ma comunque non ti serve il tuo shield(te ne fai uno tutto tuo (è anche + carino da mostrare ai professori visto che lo hai fatto da solo)!
Prima di tutto ti consiglio di munirti di adeguati transistor (per essere sicuro prendine da almeno 15A), io userei dei mosfet se fossi in te smiley-grin, ti procuri le resistenze per non rovinarli (guarda on line come si calcolano le resistenze).
Se hai bisogno di altre informazioni chiedi pure smiley-lol
Logged

Il Vero Programmatore non ha bisogno di manuali sull'assembler, sono
  sufficienti i data sheet dei microprocessori.

Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 14
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Quindi mi bastano quattro mosfet e relative resistenze?
Grazie comunque per la velocità della tua risposta  smiley
Logged

Rome (Italy)
Offline Offline
Tesla Member
***
Karma: 129
Posts: 9457
"Il Vero Programmatore ha imparato il C sul K&R, qualunque altro testo è inutile e deviante."
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Quindi mi bastano quattro mosfet e relative resistenze?

Direi proprio di no  smiley
Un ponte H è un oggetto complesso e critico, sopratutto con le correnti che ti servono, un motore che sotto carico richiede 10A ne pretende 50-60 di spunto.
Ti sconsiglio di intraprendere l'autocostruzione, butti via soldi, tanti, e tempo, ti conviene acquistare quattro ponti da 20A con protezione contro i sovracarichi tipo questi, come puoi vedere non costano poco, il prezzo in Euro (include iva e dazio) è attorno ai 65 Euro ciascuno.
Logged

Dueville (VI)
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 28
Posts: 1748
http://cesarecacitti.wordpress.com/
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Secondo me l'idea migliore è quella di ridurre la dimensione del robot e mettere motori meno "consumosi"!
Logged

Il Vero Programmatore non ha bisogno di manuali sull'assembler, sono
  sufficienti i data sheet dei microprocessori.

Rome (Italy)
Offline Offline
Tesla Member
***
Karma: 129
Posts: 9457
"Il Vero Programmatore ha imparato il C sul K&R, qualunque altro testo è inutile e deviante."
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Secondo me l'idea migliore è quella di ridurre la dimensione del robot e mettere motori meno "consumosi"!

O più semplicemente attingere al mondo del modellismo auto RC dove si trovano soluzioni low cost per motori e relativi ESC.
Logged

Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 14
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Secondo me l'idea migliore è quella di ridurre la dimensione del robot e mettere motori meno "consumosi"!

O più semplicemente attingere al mondo del modellismo auto RC dove si trovano soluzioni low cost per motori e relativi ESC.

Per la prima idea mi è impossibile ridurre la dimensione in quanto la struttura è bella che pronta... Insieme ai motori, alle ruote da 15cm e ad arduino la spesa sostenuta fin ora è di circa 120 euro... E devo ancora rimediare il radiocomando...
Direi che la cosa inizia a farsi troppo costosa se compro circuiti già fatti... Dato che il tempo non è un problema vorrei provare a fare da solo il circuito di potenza... Il problema è fare il circuito e non essendo una cima in elettronica in qualche modo devo arrangiarmi smiley quindi dovrei farmi un ponte h e poi aggiungere i 4 mosfet? Oppure posso usare il ponte h della scheda controllo motori?
Logged

BZ (I)
Offline Offline
Brattain Member
*****
Karma: 263
Posts: 21590
+39 349 2158303
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

quel ponte H lo trovi da:
http://www.watterott.com/index.php?page=product&info=1424
mentre questo costa di piú e ha anche un sensore di corrente.
http://www.watterott.com/index.php?page=product&info=1601
Watterott chiede meno di 10 € per spedire in Italia.
Ciao Uwe
Logged

Rome (Italy)
Offline Offline
Tesla Member
***
Karma: 129
Posts: 9457
"Il Vero Programmatore ha imparato il C sul K&R, qualunque altro testo è inutile e deviante."
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Dato che il tempo non è un problema vorrei provare a fare da solo il circuito di potenza... Il problema è fare il circuito e non essendo una cima in elettronica in qualche modo devo arrangiarmi smiley quindi dovrei farmi un ponte h e poi aggiungere i 4 mosfet? Oppure posso usare il ponte h della scheda controllo motori?

Forse non mi sono spiegato, realizzare un ponte della potenza che serve a te è una cosa che manda in crisi anche chi è esperto in elettronica, per uno che dichiara di non sapere nulla, o comunque molto poco, di elettronica è una cosa impossibile da autocostruire e comunque ti costerebbe di più che acquistarlo già fatto.

Logged

Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 14
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Non pensavo fosse così complicato... Quindi l'unica è prenderlo già fatto ho capito... Ringrazio tutti per le risposte mi siete stati di grande aiuto... Appena il progetto sarà completo vi posto alcune immegini smiley
Logged

Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 31
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

ac'io ho avuto lo stesso problema dovevo guidare un motore da 24v che pesava 2kg mi assorbiva 10 amper o peggio, quel che o fatto e stato andare i discarica e smontare i psu dei computer se sei fortunato trovi dei mostri di transistor che ti reggono 30A 200v l'uno(datashett del costruttore) .
adesso non li ho mai provati con quelle potenze ma il mio motore in 2 lo gestiscono benissimo con picchi di 60 A, scaldano ma non ti preoccupa quelli e ormai un anno che vanno a temperature che quando parte la ventola di raffreddamento sembra un fon.
il codice non lo ricordo a memoria te lo faro sapere.
Logged

Rome (Italy)
Offline Offline
Tesla Member
***
Karma: 129
Posts: 9457
"Il Vero Programmatore ha imparato il C sul K&R, qualunque altro testo è inutile e deviante."
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

adesso non li ho mai provati con quelle potenze ma il mio motore in 2 lo gestiscono benissimo con picchi di 60 A, scaldano ma non ti preoccupa quelli e ormai un anno che vanno a temperature che quando parte la ventola di raffreddamento sembra un fon.

Prima di dare consigli (sbagliati) è meglio leggere bene quali sono le richieste del topic, questo genere di suggerimenti hanno solo due effetti, far spendere denaro per nulla e far perdere tempo alla gente.
Logged

Offline Offline
Newbie
*
Karma: 1
Posts: 14
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Beh... non me ne voglia Astrobeed ma non vedo questo grandissimo problema nel costruire un semi H-Bridge di potenza.  Tra l'altro avendo già acquistato lo shield di controllo per i motori basterebbe solo "potenziare" l'ultima parte. Un semi hbridge con 2 IRF540 + 2 IRF9540 + 4 diodi belli veloci (e potenti) + un bel sistema di raffreddamento e non mi sembra così difficile pilotare 10 A (non sono però a conoscenza dei picchi di 50/60A). Personalmente ho avuto lo stesso problema (e risolto) 15 gg fa per pilotare dei Nema34 (6A di assorbimento quasi continui). Sottolineo però una cosa importantissima: il solo e grande problema è dissipare il calore (anche con mofstet + potenti).

4 mosfet + 4 diodi siamo sotto i 8/10 euro. La parte per il raffreddamento può essere di recupero (a parte miche e rondelle siliconiche di isolamento).

Bubz

P.S. No polemiche, no flame! Peace..
Logged

BZ (I)
Offline Offline
Brattain Member
*****
Karma: 263
Posts: 21590
+39 349 2158303
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Il ponte H deve essere dimensionato in modo da reggere la corrente di spunto e di bloccaggio del motore.
Oltre a questo il MOSFET devono essere pilotati con una tensione tra gate e source. Questo vuol dire che costruendo un ponte H devi avere una tensione ausiliaria isolata dalla massa.

Concordo con astrobeed che é una cosa difficile costruire un ponte H funzionate per alte correnti.

@pippopippoli
Per pilotare 4 motori servono 16 transistori di potenza. Non é semplice trovarli nel ferro vecchio

Ciao Uwe
Logged

Monselice PD Italy
Offline Offline
Faraday Member
**
Karma: 26
Posts: 5500
фон Крыса
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

@ Bubz

è Vero può funzionare, io stesso ho costruito un ponte H con mosfet serie NDP da 150 A l'uno... ha funzionato per due tre ore poi è defunto...
Ciò che vuole dire astro credo... è che un ponte te lu puoi fare si in casa ma non ti puoi aspettare una resa ne tanto meno un rendimento buoni per non parlare poi dei problemi legati al dimensionamento di tutti i componenti, es. mi faccio un ponte per un motore da 150A e come diodi anti spike ci metto dei BY255...
Avrebbe poco senso...
Se ti prendi o un ponte H serio e lo paghi caro a fronte però di una cosa SICURAMENTE funzionante o una centralina da modellismo per motori brusshed con reverse, con un 20-25 euro hai un ponte H completo usabile con la libreria servo con una resa molto alta ed con costo contenuto smiley-wink

Ciaoo
Logged

Se corri veloce come un fulmine, ti schianterai come un tuono.

Pages: [1] 2 3 ... 5   Go Up
Jump to: