Go Down

Topic: [Montata e finita] Verifica e consigli per PCB scheda relé (Read 8 times) previous topic - next topic

riciweb

Ciao,
ho fatto alcune modifiche alle piste, credo sia quello che intendeva cyberhs, ho aggiunto un piccolo commentino, spero da aver fatto cosa gradita, è la pura verità.
Per i fori sui pad, il problema è di designspark, quando converte in PDF, li riempie, allego anche i file sorgente, così se a qualcuno dovesse servire, se lo stampa direttamente dal programma.

Grazie di cuore a tutti quanti.  :)

Riccardo.
Riccardo

PaoloP

#31
Oct 29, 2012, 11:12 am Last Edit: Oct 29, 2012, 11:25 am by PaoloP Reason: 1
Bene adesso ti manca solo il piano massa da connettere a GND.  :smiley-mr-green:

Metti la data, o almeno l'anno di fabbricazione.  ;)

EDIT: Nella prossima revisione puoi pensare di inserire un chip per il controllo tramite I2C come questo --> http://www.ebay.it/itm/PCF8574AP-I-O-expander-i2c-8-bit-PCF-8574-/230804290090?pt=Componenti_elettronici_attivi&hash=item35bd01fa2a#ht_1210wt_1111
Datasheet --> http://www.aurel32.net/elec/pcf8574.pdf
Oppure puoi farti una schedina di interfaccia con la piastra relè.  8)
Code fast. Code easy. Codebender --> http://codebender.cc/?referrer=PaoloP

riciweb

Ciao,
del piano di massa  :smiley-mr-green: ho letto in altri topic, ma non ho trovato, come va pensato/progettato, hai qualche link...
Per il momento ho progettato la cheda relé separatamente dal resto, nella prossima PCB, con (non a brevissimo) includerò parte del progetto che sto realizzando e si interfaccerà con questa, per il momento come puoi vedere dalla foto delle  mia bread, i PCF che mi consigli, li uso per comandare LCD e leggre i tasti, mentre per i relé ho usato uno shift-register (Volevo imparare ad usarlo e l'ho infilato nel progetto), vorrei passare al pcf, ma ricordo di aver letto da qualche parte che la corrente di output era troppo bassa per comandare i gate dei darlington, in ogni caso una prova la farò.

Grazie.  :)

Riccardo
Riccardo

PaoloP

#33
Oct 29, 2012, 12:35 pm Last Edit: Oct 29, 2012, 12:38 pm by PaoloP Reason: 1
Si hai ragione per i Darlington, gli serve 1mA per attivarlo e il PCF fornisce al massimo 300uA.  =(
Non avevo controllato bene il datasheet. Come non detto.  :smiley-roll-blue:

Per il piano massa con EAGLE --> http://www.bsproj.it/index.php?option=com_content&view=article&id=77:disegnare-un-piano-di-massa-in-eagle&catid=38:laboratorio&Itemid=60
Per DesignSpark non so.

Da Wikipedia (http://en.wikipedia.org/wiki/Ground_plane)
Quote
Printed circuit boards

A ground plane on a printed circuit board (PCB) is a large area or layer of copper foil connected to the circuit's ground point, usually one terminal of the power supply. It serves as the return path for current from many different components.
A ground plane is often made as large as possible, covering most of the area of the PCB which is not occupied by circuit traces. In multilayer PCBs, it is often a separate layer covering the entire board. This serves to make circuit design easier, allowing the designer to ground any component without having to run additional traces; component wire needing grounding is routed directly through a hole in the board to the ground plane on another layer. The large area of copper also conducts the large return currents from many components without significant voltage drops, ensuring that the ground connection of all the components are at the same reference potential.
However, in digital and radio frequency PCBs, the major reason for using large ground planes is to reduce electrical noise and interference being coupled from one part of the circuit to another through the ground (ground loops), and crosstalk between adjacent circuit traces. When digital circuits switch state, large current pulses flow from the integrated circuits through the ground circuit. If the power supply and ground wires have significant resistance, the voltage drop across them may create noise voltage pulses in the ground wires, which are applied to other parts of the circuit, The large capacitance of the ground plane allows it to absorb the current pulses without much change in voltage,
In addition, a ground plane under printed circuit traces can reduce crosstalk between adjacent traces. When two traces run parallel, an electrical signal in one can be coupled into the other through electromagnetic induction by magnetic field lines from one linking the other; this is called crosstalk. When a ground plane layer is present underneath, it forms a transmission line (stripline) with the trace. The oppositely-directed return currents flow through the ground plane directly beneath the trace. This confines the electromagnetic fields to the area between the trace and the ground plane, reducing crosstalk.
Ground planes can also be placed on adjacent layers to power planes, creating a large parallel plate decoupling capacitor that prevents noise from being coupled from one circuit to another through the power supply.
Ground planes are sometimes split and then connected by a thin trace. This allows the separation of analog and digital sections of a board or the inputs and outputs of amplifiers. The thin trace has low enough impedance to keep the two sides very close to the same potential while keeping the ground currents of one side from impacting the other.
Code fast. Code easy. Codebender --> http://codebender.cc/?referrer=PaoloP

riciweb

Ciao PaoloP,
grazie per la conferma, per me era un ricordo, bisognoso di conferma, dato che la lettura/interpretazione dei datasheet per me è un traguardo inarrivabile alcune volte, altre invece... pure, nel senso che credo di capire cosa leggo,ma siccome mi mancano totalmente le basi, mi appare tutto fumoso....

Ad ogni modo grazie ai tuoi link ho approfondito in qualche modo il piano di massa, e più o meno capito la sua utilità   :smiley-sweat:, così mi sono messo all'opera ed ho aggiunto il piano di massa al mio PCB, solo che per il momento, l'ho creato (in automatico con designspark) solo alla parte a 12v e segnali, non so se ho fatto la cosa giusta, ma ho pensato che era meglio evitare di andare troppo intorno alle piste della 230, ho sbagliato?

Grazie ancora per la tua/vostra disponibilità.

Riccardo
Riccardo

lesto

il piano di massa fallo ovunque, poi al massimo lasci più spaziatura (fai i calcoli di isolamento) intorno alla 220
sei nuovo? non sai da dove partire? leggi qui: http://playground.arduino.cc/Italiano/Newbie

riciweb

Rieccomi,
come un flagello  ]:D, a far piovere ancora una volta i miei pastrocchi....
Che dite, ora può andare?

Grazie a tutti Riccardo.

Riccardo

PaoloP

Bravo.
Adesso vogliamo una rappresentazione in 3D.  :smiley-mr-green:
Code fast. Code easy. Codebender --> http://codebender.cc/?referrer=PaoloP

riciweb

Ti diverti eh!!!!  ]:D ]:D ]:D
Tièèèèèèè.....

Ora non ho voglia di scaricare i modelli 3D dei componenti mancanti, ma se mi gira.... XD XD XD

Va bhe, alla fine sto design spark, non è poi così malaccio, non ti pare.

Simpaticamente.

Riccardo
Riccardo

cyberhs

Il piano ti massa io lo farei terminare all'altezza dei contatti di bobina dei relé: la 230ac non è bene che sia vicina alla massa del circuito.

riciweb

Scusate.... :smiley-red:
ma non capisco, c'è una regola o tutto è affidato al buon senso, inizialmente io stesso ho evitato di arrivare intorno alla piste della 230, poi lesto mi ha consigliato di estenderlo, aggiungendo di rispettare come minimo le distanze di clearance, mi è sembrato sensato ed ho modificato il disegno, pensando anche che l'incisione sarebbe venuta meglio con meno rame da rimuovere, poi cyberhs mi scrive invece che è meglio stare alla larga dalle piste della 230...

Ora... non mi sogno nemmeno lontanamente di mettere in dubbio la competenza, la professionalità, la cultura e l'altruismo che tutti su questo forum dimostrano aiutando le persone come me che non sapendo chiedono, aggiungo anche che spesso (almeno nel mio caso è così), pareri discordanti sono uno sprono ad approfondire, ma tant'è ora sono un po' perplesso...
Quindi ridomando: ma come lo devo fare questo piano di massa, c'è una regola o si applica il buon senso?

Grazie a tutti. :)

Riccardo.
Riccardo

lesto

in elettronica dammi sempre torto a priori  :smiley-mr-green:
sei nuovo? non sai da dove partire? leggi qui: http://playground.arduino.cc/Italiano/Newbie

riciweb

XD XD Quindi è sufficiente fare il contrario di quello che scrivi, o al feggio non farlo  XD XD

Scherzi a parte, lesto, anche in elettronica al mio confronto sei un gigante, ho voluto solo esprimere i miei dubbi personali.

In ogni caso grazie, anche per tutto ciò che condividi, la tua cartella arduinoSketch su GitHub è nei mie segnalibri.  :)

Riccardo
Riccardo

cyberhs

Se per un caso la fase dei 230Vac viene in contatto con la massa del circuito c'è il rischio di folgorazione, l'esatto contrario del motivo che spinge ad usare i relé.

riciweb


Se per un caso la fase dei 230Vac viene in contatto con la massa del circuito c'è il rischio di folgorazione, l'esatto contrario del motivo che spinge ad usare i relé.


Ciao,
ecco, proprio quello che nessuno vorrebbe, ok, utilizzo la versione precedente.

Ma mi è venuto un'altro dubbio, riguardante l'incisione, ho letto tutto il topic al riguardo scritto da Menniti e riguardo la larghezza delle piste mi sono chiesto, se non sia il caso di allargarle un pochino, per prevenire un eccesso di corrosione dell'acido, provo a spiegarmi meglio:
Credo sia normale pensare che l'acido corrodendo, le riduca in larghezza, quello che non riesco a valutare è di quanto dovrei sovradimensionare le piste per arginare il fenomeno, ammesso che succeda effetivamente quello che ho pensato/immaginato...
Ho fatto un disegnino per spiegarmi meglio, perché rileggendomi credo di non essere stato chiaro.  :smiley-red:

Grazie.

Riccardo
Riccardo

Go Up