Go Down

Topic: dimmer 220v aiuto (Read 2872 times) previous topic - next topic

ALBERTOC68

Un saluto affettuoso a tutto il forum.
premesso che non mastico molto l'elettronica a soprattutto l'inglese, sono alle prese con la realizzazione di un dimmer 220v controllato da arduino.
Cercando nel web ho trovato solo uno schema che utilizza un moc3020 e un 4n35 per controllare una tensione di 120volt.
ho provato ad utilizzare tale schema e codice ma non riesco a farlo funzionare.
Il link di dove ho preso lo schema è il seguente : http://efloyola.wordpress.com/2011/10/02/controle-triac-com-arduino-dimmer/
Riesco a far accendere/ spegnere la lampada ma non riesco a variare l'intensità.
Chiedo cortesemente se c'è qualcuno che partendo dal progetto sopra indicato riesca ad aiutarmi (anche con uno schema nuovo).
Non riesco a capire se l'errore è nel codice o nei collegamenti.
La mia sensazione è che c'e qualcosa nella parte che controlla il zero cross.
Chiedo scusa se sono stato un po generico ma se c'è qualcuno che vuole aiutarmi/spiegarmi mi farebbe un grosso piacere.
P.s. sono un elettricista e quindi conosco bene i rischi della 220v.
attendo vs risposte.
Saluti
Alberto

lesto

sezione sbagliata, cancella la discussione e aprila in hardware.
Guida per principianti http://playground.arduino.cc/Italiano/newbie
Unoffical Telegram group https://t.me/genuino

menniti


sezione sbagliata, cancella la discussione e aprila in hardware.

Confermo, gentilmente chiedo al MOD di spostare il Topic in hardware e consiglio a tutti i nuovi Utenti di leggere quanto scritto nei Topic stickati nella pagina principale, un Forum ha le sue regole, rispettarle, lo rende di uso agevole e di grande utilità per tutti, anche per se stessi.
Volendo chi ha aperto il Topic può semplicemente ricrearlo nella sezione hardware e poi cancellare questo cliccando sul pulsante "Remove Topic" posto in questa pagina in basso a sinistra.
Manuale "Arduino e le tecniche di programmazione dei microcontrollori ATMEL"
http://www.michelemenniti.it/manuale_di_programmazione.html
http://www.michelemenniti.it/offerta.html
Articoli ElettronicaIN
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

bigjohnson

Proprio l'altro giorno mi sono procurato dei modulini ibridi con due scr e un vo4257 ( foto accoppiatore senza zcr ) e lo schetch linkato è proprio quello che ci vuole, magari ci do un occhiata e vedo dove sta l'inghippo.

Alberto

bigjohnson

Prova a mettere un ponte radrizzatore prima del 4n35, il progetto originale prevedeva l'utilizzo del H11AA1 che ha due fotodiodi e si innesca con entrambe le semionde, il 4n35 invece ne ha uno solo e si innesca solo con una semionda e ignora l'altra.

uwefed


Prova a mettere un ponte radrizzatore prima del 4n35, il progetto originale prevedeva l'utilizzo del H11AA1 che ha due fotodiodi e si innesca con entrambe le semionde, il 4n35 invece ne ha uno solo e si innesca solo con una semionda e ignora l'altra.


Non puoi usare ne un 4n35 ne un H11AA1 perché entrambe sul uscita non reggono 330V.

Devi usare :
* un relé a stato solido senza zero cross.
* un optocople (serie MOC) senza zero cross e un Triac.

Se scegli un relé a stato solido tipo questi non serve isolamento, lo piloti direttamente da un pin di Arduino.
http://www.futurlec.com/Relays/SSR10A.shtml

Ciao Uwe

brunello22

Uwe, ma lo sai quanto costa quel SSR ?
"C' è chi legge Guerra & Pace e non ci capisce un tubo vuoto; c'è chi legge l'etichetta delle patatine fritte e ci trova la spiegazione del mondo"

uwefed

Sí, Quei tipi di SSR costano intorno ai 20-25 €

Hanno il vantaggio di non dover maneggiare 230V alternata su una scheda e che é dal tutto isolato. Basta attacare 2 cavi dei 230VAC.
Questo secondo me é un guadagno di sicurezza che giustifica la spesa di 20 € in piú ripetto a una soluzione optocoppler-Triac.

Ciao Uwe

bigjohnson

Nello schema il 4n35 viene usato in ingresso sull'Arduino per rilevare lo zero sulla 110/220 alternata, l'uscita lavora a cinque volt.

uwefed


Nello schema il 4n35 viene usato in ingresso sull'Arduino per rilevare lo zero sulla 110/220 alternata, l'uscita lavora a cinque volt.

Allora ho fatto casino. scusami.
Il 4n35 col ponte radrizzatore va bene.
Ciao Uwe

Turbodede

Ragazzi scusate ho lo stesso problema e da quello che scrivete non riesco a capire il nocciolo del problema. Vorrei risolvere il problema ma non ho le conoscenze necessarie.

Chi mi aiuta a capire?

Grazie mille!

David

menniti

che vuol dire hai lo stesso problema? in questa discussione lo schema postato è valido, se è quello che ti serve non hai che da realizzarlo. Nella discussione sono nati dubbi vhe sono stati dissipati, alla fine nessuno ha detto che non va bene.
Manuale "Arduino e le tecniche di programmazione dei microcontrollori ATMEL"
http://www.michelemenniti.it/manuale_di_programmazione.html
http://www.michelemenniti.it/offerta.html
Articoli ElettronicaIN
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

cyberhs

Ho modificato lo schema in base alle indicazioni dei datasheet.

Potete dare un vostro parere?

Etemenanki

Se porti la resistenza a 360 ohm, devi aumentarne anche la potenza, senno si strina ;) ... per il resto mi sembra che possa funzionare ...
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

cyberhs

Dai miei calcoli la potenza dissipata passando da 33 a 360 non supera i 100mW.

Go Up