Go Down

Topic: percloruro ferrico e farmacista (Read 2873 times) previous topic - next topic

gingardu

piccolo fatterello  ]:D  me mi ha lasciato abbastanza  :smiley-eek-blue:

per evitare troppi giri mi e venuta la malsana idea di andare a prendere (ordinare)  il liquido  per incidere i cs  in farmacia  (l'avevo gia fatto in passato e non mi hanno fatto storie),

all'inizio sembrava tutto ok poi inizia a parlarmi di licenze e autorizzazioni  di smaltimento   

cerco di fargli capire che se vado in una fiera di elettronica me ne porto via due bidoni senza che nessuno chiede autorizzazioni o licenze,

ma nulla da fare mi prendo quasi del terrorista ambientale vengo quasi accusato di voler fare un attentato 
con questo liquido  :smiley-eek-blue:

Le cose si possono considerare facili in due casi: quando le si conosce bene o quando non le si conosce affatto...

astrobeed


all'inizio sembrava tutto ok poi inizia a parlarmi di licenze e autorizzazioni  di smaltimento   


Il farmacista ha perfettamente ragione, il percloruro ferrico è una sostanza altamente inquinante, deve essere smaltita come rifiuto speciale e sebbene lo puoi acquistare liberamente se ti beccano a buttarlo via dove capita ti prendi una bella denuncia.
Tra parentesi è da sempre che sconsiglio di usare il percloruro per incidere i pcb, oltre ad essere inquinante, macchiare in modo indelebile tutto quello che tocca, deve essere riscaldato per consentire una incisione relativamente rapida, per via del suo colore scuro non consente di vedere a che punto è l'incisione.
L'alternativa, ecologica, economica, rapida, è usare una soluzione di acido muriatico (cloridrico al 10-15%) e acqua ossigenata da almeno 36 volumi, una volta usata si neutralizza con un cucchiaio di bicarbonato e la puoi buttare via nel wc senza problemi.
La soluzione Hcl + H2O2  lavora bene alla normale temperatura ambiente, è trasparente e permette di vedere a che punto è l'incisione (durante il processo assume un colorazione azzurro verdognolo), praticamente innocua a meno che non  ti metti a fare iperventilazione sulla bacinella visto che oltre all'ossigeno viene rilasciato del cloro, in quantità minime praticamente innocue.
In tutti i casi è sempre buona norma usare guanti in lattice, occhiali protettivi per gli occhi e aerare l'ambiente in cui si fa l'incisione, in pratica osservare quel minimo di norme di sicurezza quando si maneggiano sostanze chimiche.


gingardu

ma in che percentuali vanno miscelati  50-50
Le cose si possono considerare facili in due casi: quando le si conosce bene o quando non le si conosce affatto...

astrobeed


ma in che percentuali vanno miscelati  50-50


Se l'acqua ossigenata è da 36-40 volumi 50-50, se l'acqua ossigenata è da 130 volumi, la trovi facilmente dal ferramenta, devi fare una soluzione 50% acido, 25% acqua ossigenata, 25% acqua demineralizzata, l'incisione di una pcb 80x100 mm avviene mediamente in meno di tre minuti con temperatura ambiente di 20°.
Attenzione che l'acqua ossigenata a 130 volumi è molto reattiva con la pelle, non toccarla mai direttamente con le mani.


Michele Menniti

E qui trovi un bel po' di altre informazioni ;)
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

gingardu

ma alla fine questo "nuovo"  brodino so puo conservare e riutilizzare come il percloruro
o si una solo un giorno  e poi va  amale
Le cose si possono considerare facili in due casi: quando le si conosce bene o quando non le si conosce affatto...

Michele Menniti

hai letto il link che ti ho postato? nel post dedicato all'incisione dovresti trovare tutte le info che ti servono.
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

Guglio

E ricordarsi di non dare mai da bere agli acidi!!!
ArduMAP: Mappa degli utenti che utilizzano Arduino.
http://www.guglio.net/ArduMAP

gingardu

ma che acidi ?   :smiley-eek-blue:

quel "detersivo"  che vendono al supermercato   è  gia talmente annaccuato   che ho persino dei dubbi che riesca a rosicchiare il rame

da quel punto di vista penso che sia strasicuro
Le cose si possono considerare facili in due casi: quando le si conosce bene o quando non le si conosce affatto...

lesto

io lo lìiterrogatorio inquisitore della farmacista me lo sono beccato quando sono andato a prende l'acqua ossigenata "con il maggior numero di volumi che avete"..
manco avessi chiesto ago e limone  :smiley-mr-green:
sei nuovo? non sai da dove partire? leggi qui: http://playground.arduino.cc/Italiano/Newbie

gingardu

Hah  quindi rischio pure con l'acqua ossigenata   :smiley-eek-blue:


andiamo "bene"  mi sa che mando qualc'unaltro a prenderla
Le cose si possono considerare facili in due casi: quando le si conosce bene o quando non le si conosce affatto...

astrobeed


andiamo "bene"  mi sa che mando qualc'unaltro a prenderla


Non devi andare in farmacia, oltre a farti storie per quella oltre i 36 volumi la paghi con un rene, e forse vogliono pure un pezzo di fegato, vai dal ferramenta dove trovi sia l'acido muriatico, pure più concentrato di quello del supermercato, e l'acqua ossigenata a 130 volumi, il tutto costa pochi Euro e con un litro di ciascuno degli ingredienti incidi decine di pcb.

pelletta



andiamo "bene"  mi sa che mando qualc'unaltro a prenderla


Non devi andare in farmacia, oltre a farti storie per quella oltre i 36 volumi la paghi con un rene, e forse vogliono pure un pezzo di fegato, vai dal ferramenta dove trovi sia l'acido muriatico, pure più concentrato di quello del supermercato, e l'acqua ossigenata a 130 volumi, il tutto costa pochi Euro e con un litro di ciascuno degli ingredienti incidi decine di pcb.


Da me le farmacie vogliono anche un altro organo XD
L'acqua ossigenata a 130 volumi la trovate anche nei colorifici

elpaso

Ciao,

volevo solo condividere la mia esperienza: ho fatto una prova con l'acido muriatico reperibile al supermercato (soluzione al 5-15%) per circa 0.50 €/litro e l'acqua ossigenata comune a 12 volumi (sempre reperibile al super per pochi spiccioli), ho usato una soluzione 50% - 50% dei due composti senza aggiungere acqua, ha funzionato molto bene, ci ha messo circa 5-10 minuti, agitando la soluzione, a temperatura ambiente.

Sicuramente aumentando la concentrazione diminuiscono drasticamente i tempi, ma aumenta anche il pericolo di ustioni in caso i reagenti entrino a contatto con la pelle, mentre usando soluzioni più diluite si lavora più tranquilli.

In ogni caso vanno sempre usati guanti e occhiali protettivi.

Direi che è un metodo molto economico ed efficace.

Go Up