Go Down

Topic: Disturbi su LCD (Read 5 times) previous topic - next topic

Testato

ma il diodo antipolarizzato sulla bobina rele' c'e' ?
- [Guida] IDE - http://goo.gl/ln6glr
- [Lib] ST7032i LCD I2C - http://goo.gl/GNojT6
- [Lib] PCF8574+HD44780 LCD I2C - http://goo.gl/r7CstH

liso

#16
Nov 12, 2012, 05:30 pm Last Edit: Nov 12, 2012, 05:33 pm by liso Reason: 1

ma il diodo antipolarizzato sulla bobina rele' c'e' ?

No, perchè è un relè 220v AC.
in pratica cosa fa l'arduino? Serve a far partire un gruppo elettrogeno di emergenza in caso di assenza della rete elettrica ENEL.
c'è quindi un relè 220v AC che rimane attratto finchè c'è rete, e quindi mi tiene a GND il digital PIN, quando la rete va via, il relè casca e il PIN ( dichiarato INPUT_PULLUP) va a 1 e quindi avvia tutta la procedura di accensione del gruppo elettrogeno, scambio del contattore, etc...
per quanto piccola la corrente sul pin non era ininfulente , e il tutto si è risolto con il condensatore...ma sono certo che quando andrò a montarlo, poichè i disturbi sono tanti (30 KW a 400 V  è tanta roba) avrò sicuramente altri problemi!

Michele Menniti

ma il C lo hai messo tra il pin di Arduino e GND?
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

liso

No, l'ho messo tra i contatti del relè!

pietro78

- ulteriore prova :
Ho collegato un interruttore da frutto serie vimar per attaccare e staccare manualmente l'elettrovalvola e il problema di ritorno come disturbo al display non é sparito

A questo punto é scientificamente provato che il disturbo proviene dalla bobina dell'eltrvalvola...
Per quanto riguarda l'impianto di terra é collegato e ben funzionante al punto tale che la massa gnd dell'Arduino ho dovuto collegarla per problemi di misure instabili suglu analog pin proprio all'impianto di terra di casa...e comunque con o senza riferimento a terra del gnd il problema permane ancora...altre soluzioni???
Scusate ma nemmeno io ho interpretato bene la soluzione del condensatore sui morsetti d'uscita C Nc No del relé ...aiuto...grazie

liso

non ho dietro un programme per disegnare gli schemi... guardiamo se riesco  scrivendo

il normalmente Aperto è lasciato vuoto
il comune va al Digital PIN
il Normalmente Chiuso a GND
il digital pin è settato come INPUT_PULLUP, quindi normalmente HIGH

in caso di presenza di rete, il relè è attratto, quindi il relè mette a massa il PIN,
quando va via la 220, il relè torna a riposo e il pin torna alto!
ho messo il C da 220nF tra il comune il normamelnte aperto

Michele Menniti

Scusami liso, forse abbiamo una differente interpretazione dei concetti di normalmente chiuso e aperto, ecco perché non ci sto capendo niente. La condizione, per quanto ne so io, dei contatti di un relé con comune e due contatti, si definisce in base allo stato diseccitato del relé: quindi un relé non alimentato presenta il comune collegato ad uno dei due contatti, che viene definito normalmente chiuso, mentre il contatto libero viene definito normalmente aperto.
Per come lo stai descrivendo tu, e cioè che quando il relé viene eccitato dalla presenza della corrente elettrica il pin di Arduino va a massa, significa che il pin collegato a massa è il normalmente aperto, mentre il normalmente chiuso lo stai lasciando libero.
Ora tu hai messo un condensatore tra il comune ed il contatto normalmente chiuso (quello libero), quindi è come se avessi collegato un condensatore con un capo al pin di Arduino e l'altro capo lo lasci libero; ecco, quello che mi piacerebbe capire è che tipo di funzione possa svolgere tale componente in questa condizione.

@ Pietro: sull'ARef hai messo un C da 100nF verso GND? Altro accorgimento per la stabilità dell'ADC sarebbe quello di disaccoppiarne l'alimentazione, ma se stai usando Arduino non puoi farlo. Secondo me non è ottimale collegare GND di Arduino e terra dell'impianto elettrico, una minima dispersione potrebbe causare danni seri. Poiché hai appurato con certezza che l'elettrovalvola genera disturbi di suo, dovresti lavorare sull'alimentazione di Arduino, perché non è che li piglia via etere i disturbi. Se alimenti Arduino a batterie cosa succede?
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

liso

Ops, ho scritto male!



in caso di presenza di rete, il relè è attratto, quindi il relè mette a massa il PIN,
quando va via la 220, il relè torna a riposo e il pin torna alto!
ho messo il C da 220nF tra il comune il normamelnte aperto


è esattamente al CONTRARIO....in caso di presenza rete il PIN è alto con la resistenza di PULLUP,
in caso di assenza della rete, il relè cade mandando a GND il pin
;)
Scusami ma per la fretta ho scritto male! I collegamenti descritti sopra erano giusti però! :)

Michele Menniti

:smiley-eek-blue: liso, se troverai il tempo di buttare giù un minimo di schema te ne sarei grato, quello che vorrei assoluatmente comprendere è il funzionamento di questo condensatore, con le sole descrizioni rischio solo di mandare il mio neurone in fumo. :smiley-sweat:
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

liso


Michele Menniti

aaaaaah, ora sì che i conti tornano, praticamente hai attivato un debounce per assorbire i rimbalzi dei contatti del relé, e quindi più che un vero disturbo nel tuo caso si trattava semplicemente del fatto che il pin di Arduino vedeva un centinaio di on-off ad ogni scatto del relé :)
Grazie, ora è tutto più chiaro.
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

pietro78

Quote
-Prova1 : Alimentazione duale ( 5v e 12v) con circuito a batteria

-Risultato : Nessuna nota positiva , al momento che il relè 12v commuta e alimenta a 220v l'elettrovalvola il display LCD sfarfalla..


Prova già fatta per il Menniti....grazie per il consiglio del condensatore C 100nF da mettere sull'aREF...PROVVEDO SUBITO...
Ora mi chiedo se il circuito lo alimento a batteria e il problema permane ancora allora penso sia da escludere lo stadio alimentazione dell'Arduino...giusto ??
Rimane solamente un pò di Acqua Santa o oppure non saprei....

San Menniti mi affido a te e ai  tuoi discepoli !!!


liso

ma la valvola è in DC o AC?

Michele Menniti

piano coi titoli salvifici, restiamo sulla terra da comuni mortali e peccatori :)
scusa ma ho un po' di casino in testa, tra le due problematiche ci si tende a confondere; liso usa il relé per segnalare la presenza/assenza di rete ad Arduino ed ancora non è passato alla fase "carico 220V" quindi dobbiamo vedere.
Tu invece il problema lo hai anche alimentando tutto a batteria; però mi tocca rileggere tutti i tuoi interventi altrimenti non ho il quadro chiaro, poi speriamo di capirci qualcosa. A dopo

liso se dice che l'alimenta a 220v penso sia in AC
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

liso

Allora intanto ho un pò di domande per pietro

Ma l'LCD Sfarfalla o impazzisce?
Se guardi il relè vedi qualche piccola scintilla? Hai comunque messo un bel C in parallelo hai contatti?
L'LCD è alimentato da Arduino o prelevi la tensione da un'altra fonte (magari a monte di ARduino)?

Go Up