Go Down

Topic: Domotica, dati e lista della spesa (Read 3 times) previous topic - next topic

salvato

Ciao Pecas,

anch'io sono più o meno nelle tue condizioni, con l'aggravante che di programmazione proprio proprio... :-/

sono indeciso se prendere la board Uno e tutto il materiale compatibile o se prendere la Due e aspettare la verifica delle compatibilità (anche come codice per la programmazione :-//

ma vedo che non ci sono molti interventi in proposito, nessuno si sbilancia, anche fuori da questo 3d...

Ciao, Salvatore

niki77


il problema di quest'utlima è che capita che si inceppi se riceve più di 4 connessoni (mi sembra). E quando dai tensione devi schiacciare il tasto reset altrimenti questa non parte (ma penso abbian risolto nell' ultimea versione).


Ciao, sai dirmi qualcosa di più in merito?
Chi ha risolto cosa e dopo quale versione?
Eventualmente se è troppo off topic puoi rispondermi in privato.
Ti ringrazio molto ;)
Vi è una spiegazione scientifica a tutto.
La fede è solo quell'anello che si porta al dito dopo il matrimonio.

gregmaracas

Ciao a tutti. Sono nuovo del forum e sto cercando di capire se è fattibile (ho competenze elettroniche e informatiche) progettare un impianto domotico per la mia futura casa (comincerò a costruirla a febbraio in prefabbricato di legno). Mi piacerebbe sapere se esistono progetti più o meno definiti in rete, anche a pagamento, sui componenti da acquistare, programmi in parte già scritti e interfacce già pensate, giusto per non partire da zero. Ovviamente metto in conto che tutto questo sia anche a pagamento, ma mi costerebbe sicuramente meno di un impianto domotico tradizionale!

veseo


Credo che le criticità siano quelle di interfacciarmi con i vari dispositivi(es. per la gestione del riscaldamento freddo caldo) e la gestione remota. A questo proposito, ma Arduino gestisce qualche DB sequenziale? Es. SQLite o solo file? Perchè per effettuare alcune statistiche sarebbe comodo che Arduino mi garantisse almeno una storia di 5 giorni con acquisizioni di 30min.
Per il webserver ho visto un video interessante su un TinyWebServer. Che ne pensate? Arduino DUE è in grado di creare grafici con le librerie jQuery di Google? Infine, tutti leggono i dati via ethernet tramite JSON ma questo è buono se hai pochi dati. Io invece vorrei fare un parsing di file XML, è possibile? Arduino li genera, io li scarico sul dispositivo remoto, li leggo e li cancello da Arduino.


Ciao,

le risposte ai tuoi dubbi non sono univoche, perché molto dipende dall'architettura e dalla scalabilità di cui necessiti. In linea generale, le schede (una o più) sparse per la casa vanno considerati per quello che sono, dispositivi embeeded con capacità di elaborazione e calcolo limitati.

Il limite principale con cui si rischia di scontrarsi è quello della quantità di dati gestibili dai dispositivi. Prendiamo ad esempio il Wiznet W5100, che gestisce in hardware la comunicazione TCP/UP disponendo di circa 4 kByte di area dati per socket (condivisa per trasmissione e ricezione), dovendo i gestire la comunicazione per una pagina web e per una struttura dati XML, il rischio di dover frammentare le informazioni (va fatto lato software, in hardware non viene gestito) diventa elevato.
Una elevata frammentazione dei dati che vuoi trasmettere può risultare in tempi di risposta lunghi, rendendo il risultato meno entusiasmante, se pur funzionante.

Il discorso assume maggiore peso se si sceglie un architettura con più nodi, nel quale per economia ed ingombri si ricade sui classici microcontrollori ad 8 bit, dove nel caso del ATMega328 usato dalla maggior parte delle schede Arduino (e compatibili) si scende a 2kByte di RAM complessivi.

Un'altra domanda da porsi è fino a che punto le tecnologie utilizzate nell'informatica siano adatte alla domotica o altri casi in cui si vuole lavorare con dispositivi embedded.
Consideriamo il caso di un'interfaccia web gestita direttamente lato scheda, fatta bene, quindi usando AJAX per ottenere la parte dinamica (stato dei dispositivi da controllare nella casa), lo scenario che si presenta vedrà il web-browser interrogare la scheda periodicamente (consideriamo ogni 500 ms) per ottenere lo stato di una luce che nell'arco della giornata verrà accesa mediamente 4 o 5 volte.
Funzionerebbe, ma la scheda resterebbe impegnata a trasmettere inutilmente dati.

In linea generale, quello che hai proposto può essere realizzabile e funzionerebbe, magari con qualche limite. Ma se si vuole pensare ad usare le tecnologie giuste per il caso in esame, conviene utilizzare protocolli di comunicazione binari, basati su eventi.
In pratica, si trasmette solo quando serve (concetto simile al pushing di un server mail verso un'applicazione mobile) includendo dei polling periodi a bassa frequenza.
L'uso di protocolli binari riduce il carico di trasmissione e rende il sistema reattivo.

Per l'interfaccia grafica, al posto di metterla a bordo scheda, conviene spostarla in un'applicazione dedicata in grado di fare il parsing del protocollo di comunicazione.

In rete c'è tanto materiale da cui prendere spunto, se ti interessa ne parliamo.

In bocca al lupo.

Saluti,
Dario.


Souliss - Open-source Distributed Home Automation with Arduino and Android

http://www.souliss.net
Follow at @soulissteam

@veseotech

veseo


Ciao a tutti. Sono nuovo del forum e sto cercando di capire se è fattibile (ho competenze elettroniche e informatiche) progettare un impianto domotico per la mia futura casa (comincerò a costruirla a febbraio in prefabbricato di legno). Mi piacerebbe sapere se esistono progetti più o meno definiti in rete, anche a pagamento, sui componenti da acquistare, programmi in parte già scritti e interfacce già pensate, giusto per non partire da zero. Ovviamente metto in conto che tutto questo sia anche a pagamento, ma mi costerebbe sicuramente meno di un impianto domotico tradizionale!


Ciao,

in rete abbonda di progetti in stati più o meno avanzati, con caratteristiche più o meno diverse, dipende da cosa vuoi realizzare e come deve essere scalato.

Come riferimento posso citare alcuni progetti che conosco e reputo interessanti, parto dai sistemi di supervisione/server, posso o meno essere obbligatori in base all'architettura e le soluzioni scelte: openHAB, Freedomotic, openRemote e svariati altri basati sui protocolli più disparati.

Lato Arduino, alcuni dei progetti citati hanno degli sketch dedicati, oppure si possono usare dei progetti a se stanti che eventualmente possono essere integrati con progetti di supervisione. Nel forum ne trovi diversi, in stati di avanzamento diversi, uno che sicuramente è degno di nota è panStamp perché completo di hardware e software ma con la pecca di basarsi su un server per collettare i dati verso un'interfaccia utente. Io lavoro ad un progetto presentato in passato anche su questo forum, Souliss.

In rete c'è molto di più di quanto ho riportato in questo post, molto poi dipende da cosa e come si vuol realizzare.

Saluti,
Dario.

Souliss - Open-source Distributed Home Automation with Arduino and Android

http://www.souliss.net
Follow at @soulissteam

@veseotech

Go Up