Go Down

Topic: problema con PORTD (Read 2644 times) previous topic - next topic

astrobeed


mi sa che l'unica cosa che si tocca è l'atmega,  al max  atmega con botloader fresco   e tutto ritorna come nuovo,


Perché mai dovresti cancellare il bootloader ? Mica l'ha ordinato il dottore, nulla vieta di scrivere un programma in C tramite AvrStudio e caricarlo su Arduino grazie il suo bootloader utilizzando AvrDude da riga di comando, o più semplicemente uno script.

Michele Menniti

Quoto Astro, una volta generato il file in formato hex, da riga di comando si può caricare su Arduino, è importante però usare l'opzione "- D" per evitare che venga eseguito prioritariamente, un chip erase che cancellerebbe tutta la flash, compreso il bootloader; in mancanza di esecuzione del chip erase, i lock bits non vengono toccati e di conseguenza bloccano l'accesso alla parte alta della flash, quella che contiene appunto il bootloader.
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

leo72


Io avevo letto che la SCRITTURA in EEPROM è lenta mentre l'accesso avviene in 4 cicli di clock.

In scrittura la EEPROM del 328 richiede circa 3,3 ms. Ed è ovviamente lentissima.
In lettura, come hai detto tu, richiede 4 cicli di clock. Ma la SRAM ne richiede solo 2.
Quindi anche in lettura la SRAM risulta sempre più veloce.

Se tu prendi il tuo ciclo e lo fai eseguire 1000 volte, alla fine 32 letture per 1000 sono 32000*4=128000 cicli di clock, mentre con la SRAM ne hai eseguiti la metà, 64000.

dr.benway

Ancora un sentito grazie a tutti per le risposte.
Quote
in mancanza di esecuzione del chip erase, i lock bits non vengono toccati e di conseguenza bloccano l'accesso alla parte alta della flash, quella che contiene appunto il bootloader.


Mi sembra allora di capire che E' POSSIBILE programmare il 328 senza intaccare il bootloader.
Quindi terminato questo progetto, potrei tranquillamente riprogrammare la scheda in ambiente IDE. 8)

Quote
Quoto Astro, una volta generato il file in formato hex, da riga di comando si può caricare su Arduino, è importante però usare l'opzione "- D" per evitare che venga eseguito prioritariamente, un chip erase che cancellerebbe tutta la flash, compreso il bootloader; in mancanza di esecuzione del chip erase, i lock bits non vengono toccati e di conseguenza bloccano l'accesso alla parte alta della flash, quella che contiene appunto il bootloader.


Ottima info. Sarebbe utile organizzare un thread/tutorial per la programmazione avrstudio.
Magari se non c'è già qualcosa sul forum, lo apro io nei prossimi giorni, per condividere la mia esperienza.



Quote
Ma la SRAM ne richiede solo 2.
Quindi anche in lettura la SRAM risulta sempre più veloce.


Si,potrebbe essere un' ottima idea.
Grazie.







Go Up