Go Down

Topic: Installare iniezione elettronica indiretta con l'aiuto di Arduino (Read 10 times) previous topic - next topic

qsecofr

mi sono appena letto su wikipedia :smiley-red: come funziona sta sonda lambda... sembra facile da controllare... o esce con i sui circa 1volt o lavora in variazione di resistenza: in entrambi i casi la lettura con arduino dovrebbe essere una banalità usando un input analogico.
Presumo sia il resto più incasinato... comunque effettivamente l'argomento esula da arduino in se.

wmatte



secondo me si dovrebbe fare una specie di inventario di cosa e come si comandano le cose...perchè non è detto che gli esperti di elettronica/arduino siano altrettanto bravi con la benzina... cioè per esempio questa sonda lamba che roba è? da fuori una tensione, una resistenza, si alimenta a 12volt o cosa... cosa fa?
e la pompa va con un motore che ha quanti Ampere e dobbiamo comandare in che modo (velocità?)... e le valvole a farfalla normalmente come si comandano? hanno una cordicella? si può mettere un motore? ;)

Qui stai chiedendo cose di meccanica e di ingegneria non certo di elettronica.
1) la sonda lambda è una sonda bistadio che serve a misurare la concentrazione dell'ossigeno nei gas di scarico. Viene usata per controllare la combustione e mantenerla il più possibile vicino al rapporto stechiometrico, che è il rapporto fra aria/benzina che permette la miglior combustione possibile; essendo bistadio, passa da un valore alto ad un valore basso, informando così la centralina del raggiungimento del rapporto corretto.
2) la pompa quale? la pompa benzina? è una pompa particolare ad immersione che sta nel serbatoio affogata nel carburante (anche per essere raffreddata dal liquido stesso). Avrà certe caratteristiche che varieranno da tipo a tipo.
3) le valvole a farfalla si comandano o tramite cavo o senza. Se c'è il cavo, il comando della manopola o del pedale del gas controlla direttamente la farfalla. Se non c'è, c'è un elettroattuatore (motorino) comandato leggendo la posizione di manopola o pedale. Sulle auto le centraline possono anche inserire un controllo attivo della farfalla, ad esempio per simulare un ASR togliendo gas quando le ruote slittano.

PS:
non sono un perito né un ingegnere, ho solo un po' di conoscenze amatoriali


Nel mio caso particolare la valvola a farfalla è controllata da un cavo direttamente dalla manopola del gas (io lo installerei su un mezzo a due ruote), e la pompa di benzina è esterna al serbatoio: la benzina giunge alla pompa per conto di un tubicino di entrata, e poi ha il relativo tubicino di uscita.

Relativamente alla sonda lambda, per quel poco che so, il controllo dovrebbe essere semplice essendo un input analogico, ma il mio dubbio è: il valore letto sarà quello effettivo o sarà "storpiato"?

Infoltre ho un dubbio sul sensore per l'apertura del gas: come posso fare a controllare la posizione dello stesso?

Infine: Il livello di aggiornamento di Arduino avviene di "continuo"? Cioè, rileva i dati in input e corregge quelli in output abbastanza velocemente?


osuf

non ha senso pensare a progetti cosi importati senza avere le basi
La quantita di benzina si regola variando il tempo di apertura dell`iniettore e non agendo sulla pompa
La sonda lambda non si puo utilizzare sul due tempi
La termocoppia nemmeno si puo usare per questo progetto, é milioni di volte piu lenta di quanto serve, basandoti su di quella gripperesti dopo i primi 100m
L`unico modo é fare una mappatura im base al numero di giri, apertura valvola, temperatura pressione, in poche parole ore e ore al banco prova e in pista
Poi un giorno ti viene voglia di provare un variatore o una marmitta o una testa diversa e devi rincominciare tutto da capo

leo72

ha ragione osuf, non si possono affrontare certi discorsi non avendo le basi giuste.
Già io ho tirato 2 sfondoni visto che parlo da appassionato di motori automobilistici mentre qui state parlando di 2 tempi...  ;)

wmatte


non ha senso pensare a progetti cosi importati senza avere le basi
La quantita di benzina si regola variando il tempo di apertura dell`iniettore e non agendo sulla pompa
La sonda lambda non si puo utilizzare sul due tempi
La termocoppia nemmeno si puo usare per questo progetto, é milioni di volte piu lenta di quanto serve, basandoti su di quella gripperesti dopo i primi 100m
L`unico modo é fare una mappatura im base al numero di giri, apertura valvola, temperatura pressione, in poche parole ore e ore al banco prova e in pista
Poi un giorno ti viene voglia di provare un variatore o una marmitta o una testa diversa e devi rincominciare tutto da capo


http://www.milizianokart.it/lcu-one-can.html Come scusa? :P

In merito alla lambda anche io credevo che non si potesse applicare su un due tempi, ma c è chi sostiene il contrario. Tentar non nuoce.

Devo ammettere che in materia "iniezione" ed "iniettori" non sono informatissimo, ma nemmeno così ignorante. Di sicuro me la cavo molto meglio coi carburatori, e non mi ritengo nemmeno un completo ignorante in materia di motori, avendo lavorato a mano (e imparato) smontando e rimontando da solo (e elaborando, ma non parlo di un plug and play di pezzi aftermarket........) tutti i mezzi che mi sono passati di mano. Però parto dal presupposto che non si smette mai di imparare, quindi se hai delle dritte da darmi in merito al principio di funzionamento dell iniezione sono lieto di accoglierle.

In merito alla sonda lambda, sto seguendo diverse vie d'informazione. Una volta raccolti tutti i dati vedrò come prendere la cosa (ed eventualmente verificarla).

In merito alla termocoppia, perchè sostieni che è lenta nell'inviare l'informazione? Se si riesce a carburare a mano usando il dato in input della temperatura di scarico, non vedo perchè non possa farlo con maggior precisione e tempi più brevi (intendo nella reazione, non nella lettura del dato) un pc programmato con arduino. E' chiaro che se sei più magro di 50 punti grippi molto presto, ma se il tempo di reazione della cpu è molto breve e riesce a ingrassare in tempo, il problema non si verifica. Potrei tranquillamente adottare come modus operandi la rilevazione di una temperatura "tipo" attorno a cui stare con una alimentazione a carburatori, per poi inserire il dato di temperatura nella ecu dell'iniezione e installare la stessa. Il controllo a livello di scrittura a livello logico sarebbe "se la temperatura si scosta da quella tipo, ingrassa - o smagrisci a seconda del caso - di tanto così, finchè non ritorni a quella temperatura", cosa che si tradurrebbe in un if e un ciclo while (parlando delle mie lontane rimembranze di C) nemmeno troppo complesso. Poi è chiaro che in fase di test si verificherà analogicamente tramite il colore della candela il risultato dell'operazione ( e con test non intendo solo installazione del sistema, ma anche nel caso il sistema funzionasse e io ci cambiassi una espansione o qualunque altro componente); inoltre trovo che sia molto più comodo ed empirico agire su un dato numerico per trovare la temperatura e quindi la carburazione perfetta (nel caso della termocoppia) tramite l'uso di arduino accoppiato a un pc piuttosto che dover ogni volta smontare carburatore e cambiare getto; inoltre in questo modo, appena cambia tempo il sistema si autoregola senza dover, come già detto, fare le preghiere davanti al carburatore.

Nessuno mi ha detto come avere il controllo dell'apertura del gas: idee? non conosco tutti i possibili sensori di arduino, perciò, per cortesia, indicatemene uno che eventualmente potrebbe fare al caso mio.

:)

Go Up