Go Down

Topic: Cnc Laser progetto in costruzione (Read 63199 times) previous topic - next topic

ratto93

Scusami Niki, non mi è arrivato nulla o non me ne sono accorto sennò ti avrei risposto....
No fortunatamente non ho pagato nulla di dogana ma perchè il tipo ha messo 2$ di valore...
Questo laser fà tranquillamente qualche km di giorno ma è troppo troppo pericoloso... puoi tranquillamente usare un laser rosso da 5mw per fare 300mt di giorno però a quella distanza il puntino è di un paio di metri di diametro :)
Se corri veloce come un fulmine, ti schianterai come un tuono.

gingardu


Scusami Niki, non mi è arrivato nulla o non me ne sono accorto sennò ti avrei risposto....
No fortunatamente non ho pagato nulla di dogana ma perchè il tipo ha messo 2$ di valore...
Questo laser fà tranquillamente qualche km di giorno ma è troppo troppo pericoloso... puoi tranquillamente usare un laser rosso da 5mw per fare 300mt di giorno però a quella distanza il puntino è di un paio di metri di diametro :)



i laser rossi c'è li ho ma non vanno bene, troppo deboli  o lenti pietose,

cercavo qualcosa di più potente a "colpo sicuro"  senza spendere troppo in cose professionali  tipo i misuratori laser
per la pericolosità    sono al corrente  :smiley-eek-blue:

tanks
Le cose si possono considerare facili in due casi: quando le si conosce bene o quando non le si conosce affatto...

ratto93

Allora verde o blu ma di potenza modesta < 50-60mW
Se corri veloce come un fulmine, ti schianterai come un tuono.

niki77

#258
Apr 12, 2013, 10:26 am Last Edit: Apr 12, 2013, 10:28 am by niki77 Reason: 1
Ieri sera sono riuscito a ottenere qualcosa di buono dal mio diodino 4x estratto da masterizzatore.
Sono riuscito a bruciare la vernice nera di un lapis e marcare leggermente plastica(sempre nera opaca).
Sono abbastanza soddisfatto perchè vista la potenza di quel nanerottolo è un buon risultato.
Sono dell'idea però che si può migliorare ancora, la chiave di volta è l'ottica e la collimazione.
Appena ho un pò di tempo mi faccio un housing nuovo basato sulla una lente di un pickup del masterizzatore stesso con fuoco regolabile.
Nel frattempo sto mettendo insieme anche un pò di idee per fare un driver per il diodo stesso controllato da un atmega, controllando la corrente(tramite pwm) ad anello chiuso , leggendo il feedback o direttamente dal 3rzo polo del diodo (magari fosse collegato)  o leggendo la corrente stessa che lo attraversa.

avevo pensato ad uno schema di questo tipo:



I valori dei componenti sono teorici e sia l'operazionale che il transistor puramente indicativi.

Suggestion ?
Vi è una spiegazione scientifica a tutto.
La fede è solo quell'anello che si porta al dito dopo il matrimonio.

gingardu


Allora verde o blu ma di potenza modesta < 50-60mW


ma con questa poca potenza es:  riuscirò a vedere qualcosa in pieno giorno se punto un pilastro in campagna a 200-250 metri      :~
Le cose si possono considerare facili in due casi: quando le si conosce bene o quando non le si conosce affatto...

ratto93

Essendo a luce verde o blu in teoria si, poi se becchi la giornata con un sole che spacca le pietre, non te l'assicuro, a quel punto potresti pensare ad un IR e ti metti gli occhiali apposta così vedi solo lui e non vedi altro xD
Se corri veloce come un fulmine, ti schianterai come un tuono.

pitusso

Ciao,
evoluzione del progetto (o perlomeno, della struttura  :smiley-yell:):
http://www.wired.com/design/2013/01/diy-bio-printer


ratto93

Domani se ho tempo posto una foto della versione grande che ho fatto ma che devo ancora terminare...
Se corri veloce come un fulmine, ti schianterai come un tuono.

Etemenanki

Dunque, a proposito di laser, se posso dare alcuni suggerimenti, visto che li uso da anni ... :P

PRIMO: il progetto dovrebbe prevedere delle protezioni gia di suo, senza bisogno di dover per forza usare gli occhialini (che di sicuro male non fanno, intendiamoci) ... quindi, se potete, infilatelo in un contenitore, magari con pareti di legno, se non potete farvene di alluminio, tanto qualsiasi riflessione dal materiale che state incidendo NON sara' collimata, quindi non potra' bruciare alcun materiale (ma le retine degli occhi si, per questo parlo di protezioni tutto intorno :P)

SECONDO: la lunghezza d'onda piu adatta per l'incisione e' 10600nm, ma non la potete usare, perche' la producono i tubi a CO2, e qui si parla, se non ho capito male, di un piccolo CNC sperimentale ... l'alternativa migliore e' il blu o il viola ... nei masterizzatori di bluray ci sono diodi laser viola (405nm) che possono tranquillamente arrivare a 400 / 500 mW, se ben dissipati, e nei lettori bluray di una certa serie e' presente un diodo laser da 405nm che arriva senza problemi a 100mW, ma l'alternativa al tempo stesso piu economica e piu efficente e' il blu a 445nm, ci sono diodi laser da 2W massimi recuperati dai proiettori Casio che sono perfetti, ed usando un portadiodi aixiz, e' anche possibile montarci una lente a tripletta in vetro ottico con copertura antiriflesso per il blu, che focalizza molto ma molto meglio delle solite lentine in plastica, ed e' a fuoco variabile.

TERZO: protezioni per gli occhi, se fate tutto bene, bastano degli occhialini in plastica rossa specifici per laser, e dei pannelli di plexiglass rosso trasparente per la macchina, senza svenarvi a comperare i "laser goggles" dalla thorlabs a 200 Euro l'uno :P :D ... i migliori per il blu sono quelli con le lenti rosso-arancio scuro, tipo ad esempio questi http://www.o-like.com/images/l/green3.jpg che proteggono dal verde all'UV ... NON usate quelli arancio chiaro, che non proteggono per nulla (sono gli  antiinfortunistici per le mole), e soprattutto NON USATE OCCHIALI DA SOLE, non importa quanto scuri, perche' come protezione dai laser non valgono neanche mezza cippa :P

QUARTO: (ma che deve sempre essere il punto 1, 2, 3, 4, ecc. ecc. ecc.) ... ACCENDERE PRIMA IL CERVELLO E POI IL LASER ! ... SEMPRE ! ... ricordarsi sempre che di occhi ne avete solo due, e che di retine di ricambio non ne vendono.

Usare i laser e' facile ed anche divertente, e non pone particolari rischi, se fatto nel modo dovuto ... e' come per una pistola, non ti danneggia, a meno che tu stesso non te la punti addosso e premi il grilletto ...

Detto questo, per i diodi laser e' possibile trovarli gia assemblati, oppure assemblarveli da soli, o farli assemblare da qualcun'altro, io ad esempio tuti i miei moduli li ho sempre assemblati da solo, ne ho in casa parecchi, anche inutilizzati, che avevo assemblato per dei progetti che poi non ho piu avuto il tempo di realizzare, non e' difficile, una volta imparato come fare senza massacrare il diodo :P ... il principale nemico dei diodi laser e' l'elettricita' statica, un normale arco statico da pochi microampere, di quelli che sentite di solito crepitare dai vostri vestiti in certe situazioni, lo frigge irreparabilmente, bisogna assemblarlo con un minimo do protezioni, e saldargli un gruppo di protezione una volta installato nel modulo (bastano una resistenza da 1K, un condensatore da 100n ed un diodo in antiparallelo, tutti SMD e saldati sui pin, comunque)  ... mentre durante il funzionamento, il raffredamento e' la cosa piu importante, si danneggiano facilmente se lasciati scaldare troppo ... il pilotaggio e' ancora piu importante, i diodi laser sono dispositivi che funzionano in corrente, non basta alimentarli con una tensione stabile, il driver deve avere un controllo di corrente retroattivo ... fortunatamente gli schemi in proposito sono parecchi ;) ... inoltre, usando uno di quei diodi a 445nm da 2W massimi, si puo scegliere la potenza che si preferisce in uscita (non e' mica detto che solo perche puo dare fino a 2W, lo si debba per forza usare a 2W ... con il giusto driver si puo partire da 50 / 70 mW e salire a richiesta).

A proposito dei laser verdi, lasciateli perdere ... non sono diodi, ma cavita' risonanti a cristallo duplicatore ND-YAG, pompate da diodi infrarossi di potenza, non sono adatti ad essere usati per quei lavori, ed i pochi diodi laser verdi in circolazione sono prototipi da massimo 60mW che costano centinaia di Euro :P :D
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

leouz

@Etemenanki Grazie! Veramente esaustivo  ;)

Unica perplessità è la messa a fuoco del laser, la quale penso sia un punto cruciale per far lavorare bene il nostro laser: c'è qualche procedura per mettere a fuoco il nostro laserino? o a questi livelli è piu che altro una operazione "ad occhio"? penso sia difficile farlo senza poter vedere direttamente il laser, percui gli occhiali professionali tornano obbligatori... oppure ci si puo rifare a formule matematiche per avere il miglio effetto, in base alle ottiche e al laser usato?


niki77

Non si tratta di 'messa a fuoco' , la collimazione è una cosa diversa.
Si tratta di concentrare il maggior numero di particelle nel punto più piccolo possibile.
Ovviamente la manovra di collimazione va fatta 'sul pezzo' in quanto variando la distanza tra  gruppo ottico /laser e gruppo ottico /pezzo la collimazione cambia.

Nelle apparecchiature con laser co2 (sono troppo affascinati i tubi co2, prima o poi mi piacerebbe molto provare a costruirne uno) si usa montare il tubo in pianta stabile al di fuori della macchina cnc, lontano più possibile dalle vibrazione, e poi con adeguato sistema di specchi si instrada il fascio di particelle verso l'ottica (generalmente installata dove in una fresatrice sarebbe installato il mandrino/fresa)  che poi viene collimata sul piano di lavoro e/o pezzo da lavorare.

Secondo me, un paio di occhiali idonei sono d'obbligo, SEMPRE!
Non mi piace affidare alla casistica la salute delle mie retine.


Vi è una spiegazione scientifica a tutto.
La fede è solo quell'anello che si porta al dito dopo il matrimonio.

Etemenanki

Be', per la focalizzazione ci sarebbero due sistemi, uno complicato ed uno semplice ...

Quello complicato prevede di usare un fotodiodo schermato e collimato su un'area di un paio di mm nel punto di fuoco, ed un'algoritmo che calcola il maggior riflesso su una superficie molto piccola, con una retroazione su un motorino che aziona l'obbiettivo ... quello semplice prevede di usare occhi e mani (supponendo di lavorare su superfici piane, ovviamente) ;) ... si sparano 10 o 20 mw massimi su una parte dell'oggetto da incidere (se possibile in un punto non riflettente a specchio), e tramite gli appositi occhialini si mette a fuoco il raggio per ottenere il puntino piu brillante e piccolo possibile ...

Come occhialini vanno bene anche questi, se usate il blu (445nm) o l'UV (405nm) http://www.dragonlasers.com/catalog/Laser-Glasses-UV-to-Green-Lasers-Protection-190-548nm-p-16242.html , non e' necessario spendere centinaia di Euro (in fondo, non ci dovete guardare direttamente dentro il raggio, cosa che sarebbe piuttosto stupida, ma solo proteggervi dal riflesso ed attenuare quella specifica lunghezza d'onda abbastanza da vedere il puntino invece di una macchia abbagliante ... a proposito, OD4 significa 1/100 della luce passante, non 1/4 ;) )
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

niki77

Arrivati i laser blu da 2w ...

Ora ad usare il cervello ci sarebbe da aspettare gli occhiali.... che non sono ancora arrivati invece...
Non sarà facile ... ma l'idea di diventare come Ray Charles  8) mi aiuta a desistere dal fare cojonerie!   :smiley-eek-blue:


Vi è una spiegazione scientifica a tutto.
La fede è solo quell'anello che si porta al dito dopo il matrimonio.

Etemenanki

PER FAVORE ! ... aspetta gli occhiali.

Non scherzo, anche a 100mW, se collimato, un laser ti puo friggere in modo irreversibile una macchia cieca sulla retina in pochi millisecondi, se poi lo usi ad 1W o simili, rischi anche solo per una riflessione su un'oggetto liscio (non servono specchi, basta una superfice lucida a quella potenza) ... e non pensare che la pelle rischi di meno, ad 1W, il raggio gia scotta anche senza essere a fuoco, e nel punto di fuoco brucia che e' un piacere ... per lui, non per la pelle :P :D.

Hai preso uno di quelli da 445nm ? ... se si, ti consiglio di non usare le lenti "standard" contenute nei moduli Aixiz, si sciolgono in pochi secondi, ed il riflesso puo friggerti il diodo laser, e lo stesso vale per le lenti dei pickup, che sono anche quelle in acrilato ... usa una tripletta di quelle con lenti in vetro e copertura antiriflesso, tipo o-like o simili, ad esempio queste http://www.ebay.com/itm/445nm-450nm-3-layer-Glass-Laser-Collimation-Lens-MP905-Frame-w-h-Cushion-Ring-/261157555823?pt=LH_DefaultDomain_0&hash=item3cce340e6f ed un buon dissipatore per il modulo, se con ventolina meglio ancora ... e se non hai ancora preso il modulo Aixiz, quelli di questo tipo sono anche meglio http://www.ebay.com/itm/5-6mm-Laser-Diode-Host-w-h-445nm-Glass-Collimation-lens-/260834686577?pt=LH_DefaultDomain_0&hash=item3cbaf57671 perche' non serve neppure costruirsi una pressetta per infilarci il diodo.

Oppure hai preso un modulo gia fatto ? ... se si, posso sapere quale ?
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

niki77

In realtà ne ho presi 3  :smiley-mr-green:

Uno 'Top di gamma' , 445nm 2w con relativo driver e  gruppo ottico serie 405-G-2 .
Uno con tripletta di lenti semiserie (ma sempre in vetro) 445nm 2w senza driver .
Un housing con ottica modesta (ma sempre in vetro) dove metterò il mio potentissimo diodo 650nm prelevato da masterizzatore   ]:)

Ho acquistato su DTR-lasershop , visto che l'utente ratto93 ci aveva già comprato ed era rimasto soddisfatto ho preferito andare sul sicuro, soprattutto dato il fatto che l'acquisto dovevo farlo oltre oceano.


Vi è una spiegazione scientifica a tutto.
La fede è solo quell'anello che si porta al dito dopo il matrimonio.

Go Up