Go Down

Topic: Cnc Laser progetto in costruzione (Read 58 times) previous topic - next topic

Etemenanki

#355
May 16, 2013, 05:07 pm Last Edit: May 16, 2013, 05:10 pm by Etemenanki Reason: 1
No, non e' complicato, si puo fare in due modi ... prima di tutto non ti servono piu (riferiti all'ultimo schema che hai postato) i componenti r3, r4, r5 e tr1, e l'ingresso dell'operazionale pin 5 va a massa (lascia connessi fra loro il 6 ed il 7), a questo punto o metti il potenziometro al posto di tr2 (ma questo ti da una regolazione che potrebbe anche superare la corrente massima che tu vuoi), oppure metti il potenziometro fra il cursore di tr2 e la resistenza r6 (laterale del potenziometro al cursore di tr2, laterale a massa, e cursore del potenziometro alla r6 ... in questo modo, quando fai la taratura, prima metti tr2 a zero ed il potenziometro al massimo, poi con tr2 regoli la massima corrente che vuoi ottenere, in questo modo la regolazione del potenziometro andra' solo da zero a quel massimo, senza poterlo superare e senza friggerti il diodo)

EDIT: e controlla che il potenziometro sia lineare, non logaritmico ;)
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

kobra59

Scusate la mia richiesta..
Vorrei sapere se con un diodo laser ed cnc si può preparare un circuito stampato PCB, fotosensibilizzato.
dovrebbe fare la stessa cosa della fotoincisione per "consumare" il fotoresist.
Il diodo laser con una cnc dovrebbe "bruciare" la parte del fotoresist la stessa cosa che farebbe il sistema con bromografo che brucia le parti non coperte sul master...
saluti K59

ratto93

Nel topic se nè già parlato... mi pare...
Si può fare ma oltre ad essere pericolosissimo avresti scarsi risultati, primo la luce che incontra il rame è come una torcia su uno specchio... secondo essendo la luce a dir poco fortissima e riflettendo ovunque andresti a fotosensibilizzare anche dove non serve..
Se corri veloce come un fulmine, ti schianterai come un tuono.

Etemenanki

Infatti, inoltre la tua idea non e' corretta, scusa ... la fotoincisione non "brucia" il resist, lo polimerizza, facendo in modo che la parte colpita dalla luce resista al "developer" quando lo rimuovi dopo l'esposizione, lasciando sul rame uno strato di vernice non attaccabile dall'acido che poi rimuovera' il rame (per il resist positivo ... il resist negativo invece funziona al contrario, e' la parte non colpita dalla luce che resiste al developer)

E' possibile creare stampati con il laser, ma di sicuro non con un diodo, ti serve un laser CO2 da alcune centinaia di Watt come minimo (devi usare impulsi brevissimi e molto concentrati in modo da riuscire a vaporizzare il metallo senza fonderlo, per evitare riflessioni) ... inoltre il rame deve essere pretrattato per renderlo antiriflesso, perche' e' uno dei pochi materiali che riflette quasi al 100% nei 10600nm (dato che un laser a CO2 puo tagliare anche uno specchio, gli specchi dei laser CO2 sono di rame massiccio, raffreddati ad acqua e tirati a specchio, e per quelli piu professionali anche placcati in oro, oppure in vetro speciale o seleniuro di zinco dorato)
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

niki77


Il diodo laser con una cnc dovrebbe "bruciare" la parte del fotoresist la stessa cosa che farebbe il sistema con bromografo che brucia le parti non coperte sul master...
saluti K59


Lascia perdere il photoresist, forse si riesce a fare qualcosa con della vernice nera opaca al posto del photoresist, ma è tutto da provare.
Vi è una spiegazione scientifica a tutto.
La fede è solo quell'anello che si porta al dito dopo il matrimonio.

Go Up