Go Down

Topic: precauzioni Arduino uno (Read 1 time) previous topic - next topic

astrobeed

#15
Dec 02, 2012, 05:45 pm Last Edit: Dec 02, 2012, 07:13 pm by astrobeed Reason: 1

Però il senso è che se mai provi mai sbagli ma mai impari. Il provare di contro ti farà crescere ma per distrazione o per fretta o per pigrizia qualche danno esce inevitabilmente


Un conto è sperimentare cose nuove ed esplorare nuovi orizzonti, un conto è ignorare volutamente il lavoro già fatto da altri e il relativo sapere che ne deriva, sopratutto quando è facilmente accessibile, nel primo caso è possibile che vi siano dei "caduti" lungo il percorso, nel secondo è deliberato componenticidio :) .

Quote

voi avete cominciato diversamente?


Direi proprio di si, ancora prima ancora di studiare elettronica a scuola (ho cominciato a tredici anni ad appassionarmi), oltre agli studi universitari ho anche un diploma di perito elettronico industriale, ho preso in mano riviste di settore e libri per cercare di capire le basi, sempre di essere autodidatta, in giovane età, si tratta, però fatto nel giusto modo e non collegando a casaccio due cose sperando che non salti in aria tutto.

qsecofr

cioè voi il primo led prima di accenderlo vi siete messi li a calcolare se mettere una resistenza da 1k o da 220? ... sarò io l'unico imbranato che prova a tuttoggi a toccarlo senza resistenza per vedere se è buono... :smiley-red: =( 
...non so se avrei neanche potuto comunque fare diversamente: quando facevo le superiori c'era anche una certa difficoltà a reperire datasheet...ora c'è internet ma quella volta...

astrobeed


cioè voi il primo led prima di accenderlo vi siete messi li a calcolare se mettere una resistenza da 1k o da 220? ..


Direi proprio di si visto quanto costava un led quando io ero giovincello, nonché squattrinato, e il negozio di componenti più vicino si trovava a oltre 30 minuti di bicicletta :)

Go Up