Go Down

Topic: 1284p piantato? (Read 3 times) previous topic - next topic

Michele Menniti


Ho visto che negli schemi del link la versione 1 utilizzava resistenze da 1k su praticamente tutte le linee, mentre nella versione 2 non ne usa nemmeno 1  :smiley-eek-blue:
IO ho comunque provato sia con che senza.

non servono a nulla.
Quote

Ho notato che eseguendo la procedura indicata nel sito, praticamente il chip deve essere messo in un secondo momento.
Ho ipotizzato semplicemente che, per entrare in modalità programmazione parallela, la stessa mcu deve essere avviata praticamente con 12v sul pin di reset, infatti le operazioni preliminari fanno in modo che tale segnale venga portato alto se si specifica una determinata modalità (nel mio caso ATMEGA , scelta 1 ).

questa cosa serve più che altro per il fatto che i due pin seriali del mega328 programmatore sono "implicati" sia nella programmazione che nella comunicazione seriale (menu, ecc.); il chip viene messo dopo solo perché disturberebbe la comunicazione seriale, a mia memoria altro non serve; qualunque comando di lettura/scrittura sul target deve essere accompagnato dall'applicazione dei 12V al pin reset.

Quote

Ho dato una guardata in giro ma non ho trovato grandi indicazioni sulla programmazione hv, anche nel datasheet stesso del 1284p non ho trovato cenni.
Sapete indicarmi qualcosa da leggere?

sì, le altre tre puntate del mio articolo sul Programmatore HV :D, ritengo siano fortemente esaustive, "purtroppo" sugli altri articoli non è successo nulla di grave e quindi quelli sono reperibili solo tramite Rivista.
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

niki77

#26
Dec 06, 2012, 02:13 pm Last Edit: Dec 06, 2012, 02:15 pm by niki77 Reason: 1


qualunque comando di lettura/scrittura sul target deve essere accompagnato dall'applicazione dei 12V al pin reset.



Ops.... mi sà che ho scoperto un fattaccio :D

Se praticamente il 12v deve andare al reset quando si legge e si scrive nel mio circuito sta al contrario.
Sarà  perchè ho preso il firmware versione 2 e l'adattatore invece l'ho fatto con un npn come la versione 1.  :~
Praticamente per il mio circuito il pin che comanda il reset del target deve essere low per avere 12v  su reset e hi per avere 0, ed il firmware fà esattamente il contrario.
Stasera inverto i livelli e riprovo, magari funziona ...


Vi è una spiegazione scientifica a tutto.
La fede è solo quell'anello che si porta al dito dopo il matrimonio.

Michele Menniti

Niki, a volte sei un po' tosto, scusa se te lo dico, ti avevo detto di replicare il mio circuito a due transistor sullo schema della rivista.... quello funziona in "positivo", e peraltro è l'unico modo SERIO di pilotare 12V con un segnale da 5V; la fretta è cattiva consigliera ;)
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

niki77

Scusa tanto michele ma avevo capito che dall'articolo dovevo astrarre solo la pedinatura.... :smiley-sweat:

Del resto non avevo focalizzato che avevi pubblicato anche uno schema elettrico 'funzionante' compatibile con il firmware di mighty ...

Uffa non ci capiamo mai!  :smiley-roll:
Vi è una spiegazione scientifica a tutto.
La fede è solo quell'anello che si porta al dito dopo il matrimonio.

Michele Menniti

ti avevo detto di replicare quelle connessioni ed anche garantitto che non avevo apportato variazioni nelle connessioni tra pin e segnali, anche perché sono obbligate da datasheet. In pratica la parte dei socket è perfettamente compatibile con la scheda di mightyohm, che è uno shield di Arduino, io ho realizzato (v. primo dei due schemi sulla rivista) un circuito in stand-alone, per cui il mio firmware opera in modo differente non dovendo gestire un modello di Arduino, ma la parte relativa al dialogo col target deve essere assolutamente identica.
Se ricordi all'inizio ti avevo anche consigliato di cercare la versione 2 di mightyohm, perché è molto simile alla mia, anche se relativa solo a qualche micro; però è certissimo che selezionando atmega attivi la versione compatibile col tuo 1284. Nel mio firmware, molto più potente di quello, c'è tutto un algoritmo (parolone!) che si occupa di analizzare il micro target e restitutire immediatamente le informazioni relative a: modello, valori attuali dei fuse e lock bits, tipologia di programmazione (parallela o seriale); quindi col mio firmware (che però per un anno è di uso esclusivo della Rivista), appena avviato il colloquio vedresti subito se qualcosa non va; infatti se il micro fosse rotto lo sapresti subito, senza bisogno di tentare di scrivere i fuses. Ma comunque nel tuo caso ora ti basta scrivere i fuse. Se però non ricordo male devi attivare il flag che ti chieda anche l'extended, altrimenti ti chiede solo low e high. Volendo puoi impostare la parte iniziale del firmware per attivare la scrittura diretta dei fuses di default (i cui valori fornisci tu nelle variabili iniziali), senza stare a farteli chiedere.
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

Go Up