Pages: 1 2 [3]   Go Down
Author Topic: Arduino per sostituire l'elettronica di una Laminatrice  (Read 3142 times)
0 Members and 1 Guest are viewing this topic.
0
Offline Offline
Faraday Member
**
Karma: 31
Posts: 2908
Arduino rocks
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

@francesco84

Visto che hai la testa dura, prendila a testate non sia mai che si rimette a funzionare. smiley-grin

Prima di pensare ad una modifica che vede arduino come controllore è opporturno che tu sappia cosa stai facendo e non lo sai.

Il termostato bimetallo dovrebbe essere simile a questo, ma potrebbero esserci 2 termostati in un'unico contenitore di ceramica bianca.
I fili delle resistenze potrebbero essere anche in prossimita del termostato bimetallo.

Se non individui i fili della/e resistenza/e non puoi sapere se è funzionante, il tester dovrebbe segnarti una resistenza in ohm inferiore a 100.

Hai detto che il termostato segna 10Kohm, allora butta il termostato oppure il tester, al limite fai un bypass del termostato bimetallo e del
termofusibile e prova così.

Ma temo che fai inchiappi perchè non riesci neanche a capire i suggerimenti.

Ora non scrivere di nuovo che vuoi usare la resistenza della stufa o dello scaldabagno o qualunque altra cosa, se prima non ti accerti che la resistenza è guasta, solo dopo ti dico cosa fare.

Se facessi una foto migliore sarebbe molto più facile.

Ciao.
Logged

AvrDudeQui front end per avrdude https://gitorious.org/avrdudequi/pages/Home

Offline Offline
Sr. Member
****
Karma: 1
Posts: 467
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ok smonto la resistenza e la porto in ufficio, in modo da poter fare delle foto decenti
Logged

Offline Offline
Sr. Member
****
Karma: 1
Posts: 467
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Alla fine ho risolto nel modo piu veloce possibile
ne ho acquistata un'altra, sperando che le basette entrino
nel dettaglio questa:
http://www.ebay.it/itm/PLASTIFICATRICE-LAMINATRICE-A3-A4-A5-A6-CON-4-RULLI-USO-INTENSIVO-PROFESSIONALE-/330646936144?pt=Attrezzature_Ufficio&hash=item4cfc17da50&_uhb=1#ht_6992wt_1311

dovrebbe essere migliore in quanto ha anche uno scalimetro per misurare la temperatura effettiva


Ora pero' mi sono "incaponito" voglio rendere questa una laminatrice per dry film ex novo,  lo prendo come un progetto per poter imparare meglio ad utilizzare Arduino
Quindi la laminatrice dovrà avere le seguenti caratteristiche, suddivise  nelle seguenti aree

Motori:
   velocità laminazione regolabile
   controllo del senso della rotazione 

Calore:
  Temperatura interna regolabile

Visualizzazione delle seguenti info
  Controllo temperatura interna
  Controllo della temperatura effettiva del rame
  Velocità laminazione

Inoltre dovrà avere le seguenti Modalità:
Lavorazione
Controllo

Controllo:
in modalità lavorazione, essa  spegnerà del tutto il calore  e, incomincerà ad accettare pcb solo a una  determinata temperatura,
questa cosa è utile per 2 motivi
1: Spesso si applica con un velo d'acqua sul rame  per stendere il dry film in modo uniforme, questo ha l'inconveniente pero' di creare inevitabilmente uno sbalzo termico tra la temperatura prevista di laminazione e quella effettiva
2:Spesso il dry film, nonostante il velo d'acqua che si và a laminare crea delle rughe sul pcb, rendendole di fatto inutilizzabili o almeno esponendole a rischio di errore durante l'utilizzo.


Lavorazione:
  In questa fase si procede alla vera e propria laminazione a caldo del photoresist con una velocità d'avanzamento ben precisa e un controllo della temperatura ottimale

I parametri del mio dry film sono:

Hot roll temperature 105-125°C(221-257°F)
Lamination speed 1 - 3m/min (3-10 feet/min)
Board exit temperature >50°C(122°F)


 




Logged

Offline Offline
Sr. Member
****
Karma: 1
Posts: 467
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

la parte motori è già fatta,
in quanto tempo fà ho costruito una cnc
quindi riesco già a pilotare il tutto da arduino
quindi vi do' alcune info.

Motore step 2 fasi da 3A pilotato con un l'l297 + 2 l6203 che mi permette di avere un'avanzamento regolabile (da verificare se la  struttura regge, ma 3m/min non è una velocità elevata, quindi sono confidente, alla peggio rifaccio le ruote dentate

« Last Edit: December 11, 2012, 08:59:58 am by francesco84 » Logged

Offline Offline
Sr. Member
****
Karma: 1
Posts: 467
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Un macchinario del genere costerebbe bei soldini.
Sinceramente la cosa non mi sembra tanto complicata
alla fine si tratta di un arduino, un ponte h una resistenza di calore e relativi sensori di temperatura.
come codice non ho particolari difficoltà
la cosa non mi sembra tanto complicata, devo solo risolvere la questione calore.
ho un po' di stilo di una stazione saldante 60W,
ieri ne ho smontata una e la resistenza ha già il circuito con tanto di serigrafie per la termocoppia e per la resistenza stessa,
Ho provato a dare 15V, la stilo se scaldata ma poi il mio alimentatore da banco è andato in protezione, segnalandomi un corto circuito e quindi  non erogando piu corrente,
credo che la cosa derivi dal fatto che la stilo sicuramente assorbe + dei 2 A che lui riesce ad erogare
è plausibile?
se cosi' non fosse, potrei mettere una resistenza capace di reggere il carico ad esempio 5W, per bypassare il problema no?
« Last Edit: December 11, 2012, 09:39:33 am by francesco84 » Logged

Offline Offline
Sr. Member
****
Karma: 8
Posts: 293
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Un macchinario del genere costerebbe bei soldini.
Sinceramente la cosa non mi sembra tanto complicata
alla fine si tratta di un arduino, un ponte h una resistenza di calore e relativi sensori di temperatura.
come codice non ho particolari difficoltà
la cosa non mi sembra tanto complicata, devo solo risolvere la questione calore.
ho un po' di stilo di una stazione saldante 60W,
ieri ne ho smontata una e la resistenza ha già il circuito con tanto di serigrafie per la termocoppia e per la resistenza stessa,
Ho provato a dare 15V, la stilo se scaldata ma poi il mio alimentatore da banco è andato in protezione, segnalandomi un corto circuito e quindi  non erogando piu corrente,
credo che la cosa derivi dal fatto che la stilo sicuramente assorbe + dei 2 A che lui riesce ad erogare
è plausibile?
se cosi' non fosse, potrei mettere una resistenza capace di reggere il carico ad esempio 5W, per bypassare il problema no?


se lo stagnino fa 60W a 15volt sono 4A....ovvio che l'alimentatore si è seduto.
Fammi capire tu vuoi mettere una resistenza in serie alla resistenza scaldante di modo da aumentare gli ohm e diminuire il consumo?... se è così non mi piacerebbe azzoppare il corpo scaldante sinceramente... non riesci a fornire più corrente/tensione?... non riesci ad attaccarla alla 220 e regolarla con un triac? o un alimentatore più grande?
Logged

Offline Offline
Sr. Member
****
Karma: 1
Posts: 467
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Si certo,
L'alimentazione preferisco prendere un ali 24v 10A
Non voglio avere a che fare con la 220
Era solo per raccontare la mia esperienza smiley

Il mio dubbio ė, una resistenza di una stazione saldante, riesce a riscalda a 100 gradi la laminatrice?
Credo di si che cavolo!

Logged

Offline Offline
Sr. Member
****
Karma: 8
Posts: 293
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Si certo,
L'alimentazione preferisco prendere un ali 24v 10A
Non voglio avere a che fare con la 220
Era solo per raccontare la mia esperienza smiley

Il mio dubbio ė, una resistenza di una stazione saldante, riesce a riscalda a 100 gradi la laminatrice?
Credo di si che cavolo!



dipenda da tanti fattori: in primis quanto calore disperde nell'ambiente e nel trasferimento il rullo, poi in secondo quanto tempo gli vuoi dare per scaldarsi e come la resistenza è connessa al corpo riscaldato....ma la vecchia resistenza è bruciata? e quanti ampere aveva?
Logged

Offline Offline
Sr. Member
****
Karma: 1
Posts: 467
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Guarda non mi prendere per stupido,
Ma non sono riuscito a capire quale era la resistenza nella vecchia,
Cmq il corpo ė in alluminio
Logged

Pages: 1 2 [3]   Go Up
Jump to: