Pages: [1]   Go Down
Author Topic: Fonti di alimentazione alternative: interrogativo sulle batterie a volano  (Read 1849 times)
0 Members and 1 Guest are viewing this topic.
Roma
Offline Offline
Newbie
*
Karma: 1
Posts: 8
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ciao a tutti,
comincio con una domanda che di Arduino per il momento ha poco a che vedere: qualcuno sa qualcosa sui supercondensatori e sulle batterie a volano? le ultime "si possono comprare da qualche parte" o sono solo cose per noi poveri mortali da leggere sulla carta riservate alla formula 1, nasa & Co.?

saluti
Andrea
Logged

Parma
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 20
Posts: 2359
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

E' una batteria che vedo bene nello spazio perché non ci sono attriti e forza di gravità come sulla terra..
Logged

Offline Offline
God Member
*****
Karma: 9
Posts: 550
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

le batterie a supervolano possono essere usate come backup temporaneo,al posto delle batterie ups...richiedono meno manutenzione e supportano maggiori energie..mentre loro alimentano le varie apparecchiature,fai partire i generatori a diesel(o quel che hai)..
è preferibile che non vengano traspostate quando sono cariche(sia per le scosse,che per l'effetto giroscopico)..
Logged

Roma
Offline Offline
Newbie
*
Karma: 1
Posts: 8
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

a flz47655: si è vero ma tanto sono a lievitazione magnetica e dentro a vuoto spinto...
a m_ri: mah le batterie per autotrazione (attualmente impiegate in vari progetti) tipo formula uno per intenderci, sono montate su un supporto triassiale che non risente della precessione in quanto svincolate dall'armatura.... l'unico problema potrebbe essere quello della massa critica del rotore ma l'avranno pur dimensionato. Non credo che una formula 1 va' a frenare e si ritrova per aria perchè la sua massa tende ad un valore esagetato.... tanto è vero che i migliori rotori sono costruiti in carbonio.... è quasi tutto quello che so'. Ah no, sono attaccate a dei supercondensatori e credo che utilizzino lo stesso vaso di espansione (ma questa è una mia personale deduzione).

ma... se si comprano.... dove si comprano? tutta la rete è molto fumosa su questo argomento, ho anche contattato un costruttore ma faceva soluzioni custom per treni  smiley-roll-sweat
Logged

Parma
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 20
Posts: 2359
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Probabilmente non si comprano, si fanno fare su commessa.. = $$$

Ok, per fare la lievitazione magnetica però serve energia che quindi è da vedersi come una perdita della batteria molto elevata a meno che non ci sia qualche magnete permanente
Logged

Roma
Offline Offline
Newbie
*
Karma: 1
Posts: 8
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

magnete permanente.....
....ma... se sono veramente su commessa...... hmmm..... game over?

ho cominciato da quì:
http://tesi.cab.unipd.it/39664/1/tesi.pdf

"dentro" ci stà il sito del produttore che ho contattato ma come ho detto, fanno solo roba per treni e grossi UPS, il bilancio energetico però è impressionante, per questo mi sono avventurato in questa ricerca, è chiaro che un aggeggio così non può costare 2 cent. ma con potenze elevate ed un soft start... l'idea se leggi quella tesi diciamo che quanto meno, solletica il neurone.

So' solo che le montano sui prototipi di macchine da formula 1, macchine ibride, satelliti... suppongo quindi che potrebbe essere una tecnologia "off limits", ma come fanno le case produttrici a prendere stò robo?
Logged

Rome (Italy)
Offline Offline
Tesla Member
***
Karma: 120
Posts: 9158
"Il Vero Programmatore ha imparato il C sul K&R, qualunque altro testo è inutile e deviante."
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

la lievitazione magnetica

Non sapevo che i magneti potessero lievitare, non è che si tratta di levitazione magnetica ?  smiley-grin
Logged

Roma
Offline Offline
Newbie
*
Karma: 1
Posts: 8
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

ops!  smiley-red
/strafalcione on
esattamente!
/strafalcione off
 smiley-lol

guarda anche quest'altra cosa alle ultime 3 -4 pagine "è millesimata 2010" ottima annata
http://www.ingegneria.unisalento.it/c/document_library/get_file?folderId=896133&name=DLFE-24997.pdf
Logged

BZ (I)
Offline Offline
Brattain Member
*****
Karma: 250
Posts: 21215
+39 349 2158303
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

la lievitazione magnetica

Non sapevo che i magneti potessero lievitare, non è che si tratta di levitazione magnetica ?  smiley-grin
forse levitano lievemente?  smiley-wink smiley-wink smiley-wink
Logged

0
Offline Offline
Shannon Member
****
Karma: 129
Posts: 10447
:(){:|:&};:
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

torte magnetiche!

comunque l'argomento è interessante. Probabilmente bisogna avere una precisione costruttiva e uno studio degli effetti del sistema mica da ridere. Sono potenziali bombe, bhe, come tutto quello che contiene un sacco di energia smiley
Logged

sei nuovo? non sai da dove partire? leggi qui: http://playground.arduino.cc/Italiano/Newbie

Roma
Offline Offline
Newbie
*
Karma: 1
Posts: 8
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

la lievitazione magnetica

Non sapevo che i magneti potessero lievitare, non è che si tratta di levitazione magnetica ?  smiley-grin
forse levitano lievemente?  smiley-wink smiley-wink smiley-wink
La lievitazione è come il panettone... leeeentaaaa leeeentaaaa leeeentaaaa
Logged

Fidenza, Parma
Offline Offline
God Member
*****
Karma: 9
Posts: 783
Arduino rocks
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

torte magnetiche!

comunque l'argomento è interessante. Probabilmente bisogna avere una precisione costruttiva e uno studio degli effetti del sistema mica da ridere. Sono potenziali bombe, bhe, come tutto quello che contiene un sacco di energia smiley

Non capisco mica come funzionino...
C'è una sorta di disco sospeso che ruota? Paragonabile ad una sorta di dinamo con pochissimo attrito?
Logged

ArduMAP: Mappa degli utenti che utilizzano Arduino.
http://www.guglio.net/ArduMAP

0
Offline Offline
Shannon Member
****
Karma: 129
Posts: 10447
:(){:|:&};:
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

sì, l'energia elettrica viene convertita in energia meccanica facendo ruotare un disco.
Poi quando serve una dinamo (o meglio un'alternatore) entra in gioco per fare la riconversione.

Ovviamente più è grande il corpo rotante e meno attriti ci sono e minore è il valore di auto-scarica, il valore di carica se è usato un brushless magari ad alternata è direi dell'80/90% (a naso), e l'alternatore se non erro avrà valori simili. Sicuramente nei link postati trovi info più precise.
Logged

sei nuovo? non sai da dove partire? leggi qui: http://playground.arduino.cc/Italiano/Newbie

BZ (I)
Offline Offline
Brattain Member
*****
Karma: 250
Posts: 21215
+39 349 2158303
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

La quantitá di energia cinetica immaganizzata dipende dalla massa rotante ma molto di piú dalla velocitá di rotazione. Percui si ottimizza il sistema per alte velocitá con materiali ultraresistenti.
È praticamente un insieme di un motore/ generatore elettrico e un volano. Tutto in un involucro sotto vuoto spinto per evitare l'attrito dell aria e con cucinetti con pochissimo atrito.

http://it.wikipedia.org/wiki/Volano_%28batteria%29
Il vantaggio del volano come sistema di immaganizzaziione di energia é che puó ricevere e dare grandi quantitá di energia in brevi tempi percui un utilizzo di energia durante la frenata dove un accumulatore non riuscirebbe a acettare quella quantita di energia in quel breve tempo.

Oggigiorno non ha senso usarlo come batteria per il stoccaggio di energia a lungo termine.

Ciao Uwe
Logged

Pages: [1]   Go Up
Jump to: