Go Down

Topic: controllo motore tapis roulant (Read 2 times) previous topic - next topic

qsecofr

buongiorno,
ho in mano un motore DC a 180 volt... circa 9A...2,25HP (quindi non esattamente piccolissimo).... col suo bravo encoder per capire quanto veloce sta andando... io ora volevo controllarlo con un Arduino ma ho qualche perplessità sulla parte "elettrotecnica/elettronica"... pensavo con arduino di andare a creare un segnale pwm con un dutycicle variabile al massimo al 50% e con questo andare ad accendere un fotoaccoppiatore (a triac) che poi andava a regolare il gate di un triac di potenza e poi andare con un ponte+condensatore a spianare la tensione ottenuta... questa è l'ipotesi 1....
l'ipotesi 2 è spianare prima la corrente di rete a continua  e poi con un mosfet di potenza ed il segnale pwm proveniente dal fotoaccoppiatore andare a rigenerare un pwm ad alta tensione continua.
l'ipotesi 3 sarebbe dimmerare con un triac la tensione di rete come se si trattasse di una luce, spianare l'onda ottenuta con un ponte + condensatore e poi ottenuti circa i 180volt DC andare di nuovo con un mosfet+fotoaccoppiatore a ricreare una pwm.
La mia perplessità sta nel condensatore per spianare 9Ampere che presumo non sia proprio piccolissimo (ho calcolato non so se bene o male che in base alla tecnica usata potrebbe essere da 500 fino a 1farad) e nella modulazione del pwm in quanto ho notato per esempio che i fotoaccoppiatori sono piuttosto lenti ad agire. Un'altra perplessità sta nella riuscita del movimento: il motore deve muoversi con coppia buona a tutte le velocità e temo pertanto che con cicli pwm troppo brevi che si traducono in voltaggi scarsi il motore non abbia forza...
Pertanto le domande: quale delle 3 soluzioni pensate che sia "raggiungibile"? ne avete altre ? secondo voi è corretto controllare in pwm questo motore o sarebbe meglio per così dire creare un'onda quadra a frequenza variabile (questo per dare coppia al motore quando va piano)? come gestire l'isolamento tra i 5 volt dell'arduino e la parte in tensione? se uso un fotoaccoppiatore in particolare come faccio a farlo andare veloce?
Qualche esperienza o schemino di partenza? :smiley-mr-green:
Grazie 1K

qsecofr


pensavo con arduino di andare a creare un segnale pwm con un dutycicle variabile al massimo al 50% e con questo andare ad accendere un fotoaccoppiatore (a triac) che poi andava a regolare il gate di un triac di potenza e poi andare con un ponte+condensatore a spianare la tensione ottenuta... questa è l'ipotesi 1....



errata corriege... temo di non aver considerato che il triac non si spegne come un interruttore ma si spegne quando l'onda si inverte... il che spiegherebbe tante cose nei miei passati esperimenti... ma forse risolve la da me presunta lentezza del fotoaccoppiatore... sbaglio di nuovo?

uwefed

Posta una foto della targhetta del motore.
Ciao Uwe

qsecofr

#3
Dec 15, 2012, 03:01 pm Last Edit: Dec 15, 2012, 03:05 pm by qsecofr Reason: 1
http://imageshack.us/photo/my-images/526/motoretapis.jpg


power first
direct current permanent magnet motor
hp: 2.25
duty cont
volts 180vdc
rotation cw
rpm 4200
ins. f

manufactured for power first fitness int'l co ltd


uwefed

2,25HP sono 1687W
con 180V sono 9A corrente nominale.
Quella di spunto é molto maggiore.
Non sai come era alimentato?
ciao Uwe

Go Up