Go Down

Topic: Ardu-Aquarium Controller v. 3.3.1 (Read 71 times) previous topic - next topic

leo72


Grazie del consiglio, e sopratutto permettiti sempre ti prego  :)  ma così non si consuma più flash?

No, il consumo di Flash è identico perché la stringa è sempre salvata in Flash.
Quanto tu compili uno sketch che contiene una stringa da stampare su LCD o seriale, il compilatore salva la stringa nel firmware, e questo viene scritto nella Flash.
Ciò che fa la differenza è il dopo: usando la funzione F(), che altro non è se non una scorciatoia per gestire i dati in Flash con PROGMEM, la stringa tu la leggi direttamente dalla Flash mentre senza la stringa viene prima copiata in RAM e poi spedita al display o sulla seriale. Quindi occupi anche RAM.

Un'altra ottimizzazione sarebbe quella di gestire le voci del menu sempre da Flash con PROGMEM, riscrivendo un pochino le funzioni per la stampa.

Altra cosa che ho visto è la presenza di diverse porzioni di codice uguale, ad esempio quello per la stampa delle frecce. Fatene una funzione da richiamare dove serve, così recuperate un pò di Flash.

riciweb

Caspita Leo, ti sei messo a modificare tutto  :smiley-eek: grazie davvero!!!


No, il consumo di Flash è identico perché la stringa è sempre salvata in Flash.
Quanto tu compili uno sketch che contiene una stringa da stampare su LCD o seriale, il compilatore salva la stringa nel firmware, e questo viene scritto nella Flash.
Ciò che fa la differenza è il dopo: usando la funzione F(), che altro non è se non una scorciatoia per gestire i dati in Flash con PROGMEM, la stringa tu la leggi direttamente dalla Flash mentre senza la stringa viene prima copiata in RAM e poi spedita al display o sulla seriale. Quindi occupi anche RAM.


Ho provato a confrontare le compilazioni ed o visto che utilizzando la funzione F(), hai liberato un bel po di RAM, ma ho pure perso più di 200 byte di flash, credo che alla fine bisognerà forse fare una valutazione su cosa sia meglio mantenere, sull'uso della PROGMEM, in effeti il menù attuale è frutto della rivisitazione di quello che Leouz aveva già fatto usandola, solo che in questo modo, senza appunto includere un'altra libreria, il codice è più leggero, quello che non riesco a capire è perché sia tu che lui insistete sull'utilizzo della flash che è quasi finita o che comunque finirà con l'aggiunta del codice per i cambi dell'acqua, del PH e della conducibilità, preoccupandovi più per la RAM che invece è a circa il 70% dell'utilizzo e con la F() a meno del 50%...
Sono molto scarso a nozioni di questo tipo, ma se trovi un minuto ti sarei grato...  :)

Riccardo
Riccardo

lesto

Quote
Ecco qui non so se ho capito bene cosa intendi e se anche fosse non saprei nemmeno da dove cominciare, in più cosa intendi per risparmiare batteria, il controller è alimentato dalla rete domestica…


il fatto che sei su rete domestica non vuol dire che non sprechi corrente :)
BTW esattamente come i pulsanti hanno un piedino "int" (che sta per interrupt), la stessa cosa lo hanno molti RTC! Tu imposti una "sveglia" sull'RTC, e lui all'orario prefissato manda il pin ad HIGH, insomma "suona la sveglia".

Attento che con la RAM all'80% è facile iniziare a subire reset per via dello stack che cresce dalla parte opposta. Siete al limite in entrambi i casi.

Essitono vari sensori di temperatura i2c, non so però se già "incapsulati" a tenuta stagna.. non che sia difficile da ottenere.
sei nuovo? non sai da dove partire? leggi qui: http://playground.arduino.cc/Italiano/Newbie

riciweb


BTW esattamente come i pulsanti hanno un piedino "int" (che sta per interrupt), la stessa cosa lo hanno molti RTC! Tu imposti una "sveglia" sull'RTC, e lui all'orario prefissato manda il pin ad HIGH, insomma "suona la sveglia".

Attento che con la RAM all'80% è facile iniziare a subire reset per via dello stack che cresce dalla parte opposta. Siete al limite in entrambi i casi.

Essitono vari sensori di temperatura i2c, non so però se già "incapsulati" a tenuta stagna.. non che sia difficile da ottenere.


Sto usando il DS1307 come RTC e non credo sia fattibile quello che dici, ho googlato un po, ma non ho capito molto, mi pare che il PCF8583 abbia la possibilità di imposare un allarme, non credo ne esistano con più di un allarme impostabile, hai qualche dritta?

C'è da qualche parte qualcosa terra terra per me, per capire come funziona lo stack?

Grazie Riccardo.
Riccardo

lesto

il tuo non ha gli allarmi, al massimo crea un onda quadra di frequenza 1Hz...

guarda il DS3232 (http://www.freetronics.com/pages/rtc-real-time-clock-module-quickstart-guide#.Ua3gQpyPDCo)
o il DS1337 (http://forum.arduino.cc/index.php?topic=38077.0)

a te non serve avere più di un allarme: il tuo arduino avarà la tabella degli allarmi, prima di andare a nanna cercherà l'allarme più vicino, lo setta all'RTC e va a nanna.

Le varie sonde non saranno lette durante lo sleep, quindi: o fai in modo che ogni tot secondi ci sia un allarme per forza, anche se vuoto (quindi aggiornamento dati), oppure vari sensori, sopratutto i2c, hanno delle soglie impostabili che lanciano un segnale su un pin INT, quindi anche qui avresti un segnale che in caso di "pericolo" ti riseglia.
sei nuovo? non sai da dove partire? leggi qui: http://playground.arduino.cc/Italiano/Newbie

Go Up