Go Down

Topic: [RISOLTO]Chiarimento su transistor npn (Read 3284 times) previous topic - next topic

van4dium

Ma avendo la massa in comune (5V regolato da 12V quindi accoppiato x definizione) il foto accoppiatore è inutile, meglio il transistor semplice o sbaglio? (come da schema consigliato da uwe)
Il partitore di tensione , come direbbero dalle mie parti , "Un mi garba per nulla" per questa applicazione.

Ciao van.

uwefed

Se vuoi isolare i due circuiti piloti il LED del optoisolatore con i 12V ( in serie a una resstenza) e metti il transistore di uscita in serie alla resistenza. In quel caso decidi tu se metterlo tra 5V e resistenza o tra resistenza e massa. Comunque l' emettitore va verso la massa).

Ciao Uwe 

van4dium

Perfetto , ho esaurito le domande (solo sull'argomento :) ).

Risolto tutto.

GRAZIE MILLE!!!

Michele Menniti


Il partitore di tensione , come direbbero dalle mie parti , "Un mi garba per nulla" per questa applicazione.

e perché? cos'è che ti fa vedere tanto male l'uso di due R al posto del tuo circuito che, peraltro, non necessita di alcuna "amplificazione" o "interruzione". Inoltre dal punto di vista della sicurezza è eccellente, viste le bassissime correnti in gioco. Comunque se ti va di fare una prova, ci metti un istante:
tra i 12V ed il pin di Arduino metti una R da 15kohm
tra il pin di Arduino e GND metti una R da 10kohm
I tuoi 12V, se presenti, vengono "magicamente" ridotti a 4,8V; se sono assenti invece è la R da 10kohm che, in funzione di pull-down, mantiene il livello logico del pin su LOW.
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

van4dium

Certo che vista così assume tutto un altro aspetto.
La mia paura era che, siccome questo circuito , una volta realizzato non dovrò installarlo io,
potessero accadere errori vari, tipo inversione di polarità o contatti attaccati male ecc...
Ma ripensandoci credo di essermi fatto solo "un bel film in testa", perchè , se invertono l'alimentazione la fotocellula
non va, e se la bruciano non mi importa (tanto la pagano loro) e nel caso che brucino la scheda, meglio, me ne comprano un altra  ]:D  $).
Stasera passo a comprare le resisenze da 15K? ,provo il tutto e poi faccio sapere (c'è da sapere poco ma per correttezza...).
E se proprio voglio essere sicuro metto un bel diodo tra 12V e GND e mi levo ogni dubbio.

Grazie mille.

Ciao Van.

Michele Menniti

Il diodo in serie ai 12V abbassa il valore di 0,7V, quindi avrai sul partitore 4,1 invece di 4,8, ma sarà comunque uno status HIGH. Magari se riuscissi a postare lo schema di ciò che stai realizzando ti si potrebbe aiutare a trovare una soluzione efficiente per i timori che hai. Un diodo in serie ti salvaguarda solo da inversioni di alimentazione + e -, non certo da inversione tra 5V e 12V ;) Ci sono molti modi per proteggere un circuito, e fai molta più bella figura che a darne uno che alla prima disattenzione faccia il botto; se fornisci un circuito protetto te ne puoi far vanto e ti "prenoti" per il prossimo lavoro, altrimenti, metti che brucino tutto dopo 2 giorni, sei sicuro che ti darebbero nuovamente fiducia, anche se dimostri che è colpa loro?
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

qsecofr

imho dato che non costano un c_zzo comprati anche uno zener da 4,7volt e così stai bello sicuro: non dovrebbe succedere nulla ma casomai che qualche "mago" compri l'alimentatore da 24volt...

van4dium

#22
Jan 12, 2013, 08:47 pm Last Edit: Jan 12, 2013, 09:57 pm by van4dium Reason: 1
Allora,la scheda è alimentata a 12V , i 5V sono presi da un regolatore di tensione 7805 presente sulla scheda stessa,
i 12V in questione in realtà sono l'uscita del sensore (contatto normalmente aperto).

Ecco le 3 soluzioni raccolte :

Optoisolatore:


Transistor:


Partitore:


Quale è la più sicura secondo voi?
Se poi uno mette i 24V su queso connettore bene che gli si bruci!!!

qsecofr

no lo zener (se vuoi) lo puoi mettere in parallelo alla resistenza da 10k orientato con il katodo verso il pin di arduino: tutto quello che eccede ai 4,7Volt lui te li scarica. Si usa molto anche per scaricare le tensioni parassite ma arduino ne ha già uno interno per questo motivo però non so se industrialmente possa essere sufficiente magari hai un ambiente molto più rumoroso.... diremo che è una garanzia ulteriore tutto li.

van4dium

Ho modificato lo schema del partitore, ora dovrebbe andare.
(Mi sa che siamo andati mooolto OT :) )

Ciao Van.

Michele Menniti

non sei andato OT, hai aperto un Topic su uno schema e ti sono state consigliate soluzioni migliori e più economiche, ne hai adottata una. Allora il partitore, ti garantisce che fino a 12V avrai meno di 4,8V; l'aggiunta dello zener ti garantisce i 4,7V anche se la tensione dovesse superare i 12V, quindi come schema è semplice, economico, efficiente, usa questo ;)
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

van4dium

Ingresso con partitore provato,misurato e funzionante alla perfezione!!!
Ho provato anche a "maltrattarlo" un po' :

Dandogli come ingresso 24V (non ho un alimentatore più grande) invece di 12V , il voltaggio risultante è sempre 4,7V.
Inversione di polarità, non ne risente minimamente.

è proprio vero il detto : Chi ci sputa ci lecca!! :)

Grazie a tutti ragazzi mi avete dato un grande aiuto.

Ciao Van.

Go Up