Go Down

Topic: Analisi impulsi contatto a tapparella per antifurti (Read 6 times) previous topic - next topic

pietro78

Quote
faccio impianti da 15 anni..


Caro diablotron ...finalmente un mio collega...anche io faccio il tuo mestiere da quasi 13 anni e sinceramente la tua trovata è almeno per me geniale...sai non ci avevo ancora pensato e per questo onore al merito...

Una scheda contaimpulsi per un solo contatto tapparella sappiamo bene quanto costa e con un solo arduino1 possiamo in pratica interfacciare 8 tapparelle come ingressi e ripetere lo stato allarme con 8 uscite a transistor oppure 8 relè con un semplice Uln2804...bravo...

Io poi sono di Chieti o meglio provincia...cià paesà...
Teniamoci in contatto e adesso provo anche io a fare quello che dici e in più ti dò un'altra idea o meglio si può anche pensare di usare una scheda Arduino 1 con una sola uscita relè da collegare alla centrale d'allarme e poi collegare un display lcd per la memoria...
Incomincio a smanettare...

Michele Menniti


Quote
faccio impianti da 15 anni..


Caro diablotron ...finalmente un mio collega...anche io faccio il tuo mestiere da quasi 13 anni e sinceramente la tua trovata è almeno per me geniale...sai non ci avevo ancora pensato e per questo onore al merito...

Una scheda contaimpulsi per un solo contatto tapparella sappiamo bene quanto costa e con un solo arduino1 possiamo in pratica interfacciare 8 tapparelle come ingressi e ripetere lo stato allarme con 8 uscite a transistor oppure 8 relè con un semplice Uln2804...bravo...

piano con le attribuzioni delle idee e dei meriti XD Quando ho realizzato a parlato dei miei nanetti voi forse qui ancora nemmeno c'eravate ;)
Battute a parte io ho progettato i miei nanetti (chiamati così per le loro dimensioni e per il fatto che ne ho giusto sette montati su tutte le tapparelle di casa). Nel mio caso ho dovuto interfacciarli ai sensori tapparella rotativi, che sono terribili, dal punto di vista degli impulsi, e a dei trasmettitori radio,il tutto alimentato a batteria, visto che ho un sistema wireless. Da allora ho risolto il problema dei falsi allarmi delle mie tapparelle. Non badate alla parte "commerciale" perché non esiste: non produco e non fornisco né PCB né schemi e né circuito, è una cosa che ho fatto per me a scopo di studio e che probabilmente quest'anno sarà pubblicato come lavoro. ;)
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

pietro78

Quote
piano con le attribuzioni delle idee e dei meriti

Contentissimo di un suo intervento caro professore le posso dire con tutta onestà che non avevo dubbi riguardo alla sua genialità...
Semplicemente se mi permette la sua idea del nanetto è molto simpatica ma l'idea che ha avuto "diablotron" è forse un tantino più specializzata al nostro settore in quanto l'esigenza nostra è piu mirata sui sensori roller a filo quindi ad esempio:

Roller1---PIN2 Arduino1---che muove---PIN out 6---uscita transistor o relè a 12volt
Roller2---PIN3 Arduino1---che muove---PIN out 7---uscita transistor o relè a 12volt
Roller3---PIN4 Arduino1---che muove---PIN out 8---uscita transistor o relè a 12volt
Roller4---PIN5 Arduino1---che muove---PIN out 9---uscita transistor o relè a 12volt     etc...etc.... alla modica cifra dell'arduino 1 e qualche transistor...

Resta comunque il merito che in tempi non sospetti lei aveva già acceso la lampadina dell'idea primordiale riguardo a tale argomento...ma per curiosità il chip in figura del nanetto è per caso un ATtiny xx ??



diablotron

caro pietro78,
sono contento di aver trovato un collega che ha capito "pienamente"
il motivo per il quale sto cercando di realizzare tutto questo,
infatti la mia idea era quella di sfruttare 6 pin per input e 6 pin per output,
proprio come hai detto tu, per risparmiare il costo di una scheda di analisi
moltiplicata per 6..
è chiaro che, di centraline che non analizzano impulsi ce ne sono poche,
com'è anche chiaro che, e lo dico perchè questo è un forum pubblico,
non so fino a che punto "la legge" ci permetta di sfruttare Arduino
per realizzare un prodotto commerciale a tutti gli effetti,
che noi abbineremo agli impianti.

Per questo io ci tengo a precisare che tutto questo lo faccio per studio,
come forma di prototipazione di un qualcosa che poi andrei
a sviluppare personalmente con i miei mezzi e le mie (poche) conoscenze..
Un passo alla volta..

Non so tu a che livelli stai ma io per ora sono proprio principiante da far pena,
quindi se finisci prima di me fammi sapere!  :D

L'idea della segnalazione generica in centrale con memoria su display
e a dir poco geniale, non ci avevo proprio pensato,
forse proprio perchè ho appena cominciato con Arduino
e di idee di sviluppo ne ho ben poche..

buon lavoro allora!

diablotron



Quote
faccio impianti da 15 anni..


Caro diablotron ...finalmente un mio collega...anche io faccio il tuo mestiere da quasi 13 anni e sinceramente la tua trovata è almeno per me geniale...sai non ci avevo ancora pensato e per questo onore al merito...

Una scheda contaimpulsi per un solo contatto tapparella sappiamo bene quanto costa e con un solo arduino1 possiamo in pratica interfacciare 8 tapparelle come ingressi e ripetere lo stato allarme con 8 uscite a transistor oppure 8 relè con un semplice Uln2804...bravo...

piano con le attribuzioni delle idee e dei meriti XD Quando ho realizzato a parlato dei miei nanetti voi forse qui ancora nemmeno c'eravate ;)
Battute a parte io ho progettato i miei nanetti (chiamati così per le loro dimensioni e per il fatto che ne ho giusto sette montati su tutte le tapparelle di casa). Nel mio caso ho dovuto interfacciarli ai sensori tapparella rotativi, che sono terribili, dal punto di vista degli impulsi, e a dei trasmettitori radio,il tutto alimentato a batteria, visto che ho un sistema wireless. Da allora ho risolto il problema dei falsi allarmi delle mie tapparelle. Non badate alla parte "commerciale" perché non esiste: non produco e non fornisco né PCB né schemi e né circuito, è una cosa che ho fatto per me a scopo di studio e che probabilmente quest'anno sarà pubblicato come lavoro. ;)


molto interessanti questi nanetti,
potrebbero risolvermi un problema di sabotaggi che ho
su dei contatti radio.. Tali contatti hanno un ingresso AUX
che analizza impulsi dei contatti a fune, che io ho per l'appunto utilizzato..
Mi risultavano frequenti sabotaggi che non si sono più verificati
quando ho chiuso direttamente l'ingresso AUX verso GND, in gergo "ponticellato"..

Perciò, è chiaro che il problema stava nel circuito del contatto a fune..
Potrei provare con questi nanetti,
se si potesse avere lo schema..
:smiley-red:

Go Up