Pages: 1 2 3 [4] 5   Go Down
Author Topic: Consiglio acquisto gruppo relè  (Read 6040 times)
0 Members and 1 Guest are viewing this topic.
Offline Offline
Newbie
*
Karma: 1
Posts: 23
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

L'alimentatore dei pc è molto delicato per quanto riguarda gli assorbimenti e si protegge con il blocco. Può andare in blocco credo anche per disturbi sulla rete 220 (che potrebbero derivare dalla chiusura del carico in questione). Se lo fa solo con quel relè controlla che non ci sia qualche dispersione verso la bobina (anche se mi sembra una evenienza remota). Se continua a dare il problema lo sostituirei con un alimentatore classico. Ciao Carlo.
Logged

Offline Offline
Jr. Member
**
Karma: 0
Posts: 86
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

ottimo grazie farò alcune prove allora!
Logged

Offline Offline
Jr. Member
**
Karma: 0
Posts: 86
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ciao a tutti, riporto in alto questo topic.
del gruppo relè i questione ho sempre sfruttato al max 4 relè in contemporanea; ora ho la necessità di usarne di più.
Già quattro a volte ho notato che arduino era tirato (tenete conto che arduino gestisce un display i2c, un sensore di temperatura, gruppo RTC e qualche transistor), e mi è successo che si spegnesse e riaccendesse. Per cui pensavo di agire così, in base a quanto suggeriva cyberhs:

Vorrei aggiungere qualcosa alla discussione relativa alla scelta del gruppo relè.

Quelli che usano i fotoaccoppiatori son ideali per la sicurezza, ma hanno una contropartita, l'assorbimento dei circuito di pilotaggio.

In pratica di devono accendere tanti LED quante sono le uscite: se il LED del fotoaccoppiatore assorbe 20mA (in realtà potrebbero bastare 10mA) ed i relè sono 8, l'assorbimento complessivo a carico di Arduino sono 80mA.

Se il numero di relè è elevato, conviene acquistare una scheda con driver di pilotaggio a transistor oppure con IC tipo ULN2803 per cui l'assorbimento si riduce, diciamo, ad un solo mA per canale.

Se proprio non si vuole rinunciare alla sicurezza del fotoaccoppiatore, si devono usare dei transistor per non sovraccaricare Arduino.

pensavo di agire in questo modo per ridurre il carico in uscita dai pin di arduino. Utilizzando un BC547 per ogni relè collegando:

 +5V (alimentatore ausiliario) --> collettore
pin(x) digitale --> 10kohm --> base
emitter --> 1kohm --> IN(x) (gruppo relè)

+modulo relè alimentato con sempre alimentatore ausiliario.

NB: con 10kohm ho già constatato che il BC547 viene attivato da arduino, e che 1kohm è sufficiente per far accendere il fotoaccoppiatore del modulo relè (già testato).

Cosa dite? potrebbe funzionare per rendere il sistema più stabile e poter inoltre usare più relè?
grazie.
Logged

Offline Offline
Jr. Member
**
Karma: 0
Posts: 86
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Nessuno mi da un consiglio?  smiley
Logged

Selvazzano Dentro - Padova
Online Online
Edison Member
*
Karma: 45
Posts: 1552
"Chi sa fa, chi non sa insegna"
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Andando a rivedere lo schema che hai postato, puoi pilotare direttamente il transistor Q1 della scheda collegando l'uscita digitale di Arduino con il pin 3 del fotoaccoppiatore tramite un diodo 1N4148.
Logged

Offline Offline
Jr. Member
**
Karma: 0
Posts: 86
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Andando a rivedere lo schema che hai postato, puoi pilotare direttamente il transistor Q1 della scheda collegando l'uscita digitale di Arduino con il pin 3 del fotoaccoppiatore tramite un diodo 1N4148.


scusami, ma non ho ben capito cosa intendi.
Per favore mi potresti fare uno schema veloce?
grazie.
Logged

Offline Offline
Full Member
***
Karma: 2
Posts: 181
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

buondì

mi inserisco perchè il fatto della "logica invertita" (si dice così?) non sempre è chiaro nelle specifiche di alcuni prodotti.

Per esempio proprio ora stavo guardando a questo http://www.banggood.com/8-Channel-5V-Solid-State-Relay-Board-Module-OMRON-SSR-AVR-DSP-Arduino-p-919917.html

e leggo:
Quote
Input control signal voltage:
(0-0.5V low stage SSR is OFF)
(2.5-20V high stage SSR is ON)


quello di Matt86 dice:
Quote
0V - 0.5V Low stage (relay is ON)
2.5V -5V High state (relay is OFF)
...
CH_x: Control signal input, Low: relay ON, High: relay OFF.
COM / NO / NC: (C1=COM1, C2=COM2)
Control signal state low, the relay ON, COM - NO disconnected, COM - NC connected.
Control signal stage high, the relay OFF, COM - NO connected, COM - NC disconnected

Anche questa: http://www.amazon.it/gp/product/B00E370JAC/ref=oh_details_o02_s00_i00?ie=UTF8&psc=1 ha logica invertita (ma l'ho capito da un commento: per farlo funzionare bisogna usare la logica negata collegando il piedino del relay a massa. oppure si puo fare attraverson un bc107 o 547).

Mi pare di capire che queste schede relè siano a logica invertita, o sbaglio? C'è un motivo tecnico?

Grazie
Logged



Switzerland
Online Online
Faraday Member
**
Karma: 116
Posts: 6020
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Mi pare di capire che queste schede relè siano a logica invertita, o sbaglio? C'è un motivo tecnico?

Quando si progetta una scheda si prendono delle decisioni che possono essere dettate da svariati motivi, compresi (spesso) quelli economici ...

Io posso progettare una scheda in cui i relè scattano se colleghi l'ingresso  a Vcc (HIGH - ed in tal caso la scheda avrà delle pull-down a bordo) oppure quando lo colleghi a GND (LOW - ed in tal caso la scheda avrà delle pull-up a bordo).

Non cambia nulla ... basta saperlo ed agire di conseguenza a livello di programma ...
... non mi sembra una cosa complessa ...  smiley-roll

Guglielmo
Logged

Search is Your friend ... or I am Your enemy !

Offline Offline
Jr. Member
**
Karma: 0
Posts: 86
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Confermo che la scheda lavora al contrario, quello che mi chiedo è come fare per ridurre al minimo il carico di lavoro di arduino.
Sinceramente, a causa della mia inesperienza, non ho capito l'idea che suggeriva cyberhs:

Andando a rivedere lo schema che hai postato, puoi pilotare direttamente il transistor Q1 della scheda collegando l'uscita digitale di Arduino con il pin 3 del fotoaccoppiatore tramite un diodo 1N4148.


La mia idea era di fare un circuito parallelo di transistor per far ricadere l'eccitamento dei relè a carico dell'alimentatore, e lasciare ad arduino solo l'onere di attivare i transistor:

 +5V (alimentatore ausiliario) --> collettore
pin(x) digitale --> 10kohm --> base
emitter --> 1kohm --> IN(x) (gruppo relè)

Però non ho capito se può funzionare, o se cyberhs mi spiega meglio attuo la sua soluzione!
grazie.

Logged

Selvazzano Dentro - Padova
Online Online
Edison Member
*
Karma: 45
Posts: 1552
"Chi sa fa, chi non sa insegna"
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Mi scuso per la qualità della modifica allo schema: la pigrizia è una brutta bestia!



* Scheda Relay.jpg (33.83 KB, 827x363 - viewed 31 times.)
Logged

Offline Offline
Jr. Member
**
Karma: 0
Posts: 86
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Mi scuso per la qualità della modifica allo schema: la pigrizia è una brutta bestia!



scusami te per la mia ignoranza da principiante quale sono.
Quindi l'idea di fondo è bypassare il fotoaccoppiatore?
come faccio a capire qual'è il pin 3 del fotoaccoppiatore? potrebbe essere quello che ho indicato nell'immagine?

Con questa modifica potrei teoricamente usarli tutti e 8 insieme senza problemi?

grazie!

Logged

Selvazzano Dentro - Padova
Online Online
Edison Member
*
Karma: 45
Posts: 1552
"Chi sa fa, chi non sa insegna"
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Quote
Quindi l'idea di fondo è bypassare il fotoaccoppiatore?
Esattamente.
Il puntino sul fotoaccoppiatore individua il pin 1 e gli altri sono numerati progressivamente procedendo in senso antiorario.
Quindi dovrebbe essere quello.
Tuttavia per evitare di danneggiare l'uscita di Arduino, inserisci in seria al diodo un resistore da 1k che, dopo le prove, potrai eliminare. 
Logged

Offline Offline
Jr. Member
**
Karma: 0
Posts: 86
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Tuttavia per evitare di danneggiare l'uscita di Arduino, inserisci in seria al diodo un resistore da 1k che, dopo le prove, potrai eliminare. 

ottimo grazie, ordino un po' di materiale poi provo.
anche se lascio su la resistenza cosa cambia?
Logged

Selvazzano Dentro - Padova
Online Online
Edison Member
*
Karma: 45
Posts: 1552
"Chi sa fa, chi non sa insegna"
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Il resistore da 1k sommato ad R2 dello schema potrebbe avere un valore troppo alto, insufficiente per far commutare il relè.
Logged

Tuscany
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 80
Posts: 2176
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Quote
del gruppo relè i questione ho sempre sfruttato al max 4 relè in contemporanea; ora ho la necessità di usarne di più.
Già quattro a volte ho notato che arduino era tirato (tenete conto che arduino gestisce un display i2c, un sensore di temperatura, gruppo RTC e qualche transistor), e mi è successo che si spegnesse e riaccendesse.

Quote
]La mia idea era di fare un circuito parallelo di transistor per far ricadere l'eccitamento dei relè a carico dell'alimentatore, e lasciare ad arduino solo l'onere di attivare i transistor:

non capisco perche' vuoi complicarti la vita.

Opzione 1 - Tutta la Board alimentata esternamente
Opzione 2 - Alimentata esternamente solo la parte di potenza. Transistors e Relays
Quest'ultima ha il vantaggio di mantenere disaccoppiata la scheda ( tramite i fotoaccoppiatori )
Oltretutto se la resistenza in serie e' da 820 Ohm ( dalla foto sembra cosi' ), consumi circa 6mA per Pin. Un niente




* rel_jump1.jpg (182.75 KB, 1380x1419 - viewed 23 times.)
Logged

Pages: 1 2 3 [4] 5   Go Up
Jump to: