Pages: 1 [2]   Go Down
Author Topic: STAZIONE METEO  (Read 5543 times)
0 Members and 1 Guest are viewing this topic.
Torino
Offline Offline
Newbie
*
Karma: 1
Posts: 13
.
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ciao,
non è proprio un TAF o un METAR il tipo di messaggio che vorrei generare. Mi serve la raccolta delle principali informazioni: velocità del vento/direzione del vento/temperatura/dew point/pressione atmosferica, tutti dati da visualizzare su un display per avere un quadro istantaneo della situazione. I soli dati di velocità e direzione del vento dovranno invece essere trasmessi in sintesi vocale via radio e/o via telefono cellulare. Via radio, l'idea è quella di un messaggio automatico temporizzato e a richiesta tramite comando DTMF o tramite altro sistema. La stazione sarà installata al campo volo in cui opero il quale non è un aeroporto e non dispone di servizio AFIS, men che meno ATIS. Ecco l'esigenza di disporre dei dati di monitoraggio dell'intensità/direzione del vento e pressione atmosferica.
Mi sto documentando e ... step by step ... deciderò quale o quali soluzioni adottare.
Grazie dei consigli e suggerimenti che vorrete darmi.
Piero
Logged

.

Offline Offline
Full Member
***
Karma: 4
Posts: 148
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Io separerei i problemi dei sensori da quelli della successiva elaborazione dell'informazione. Per quanto riguarda la temperatura, gli schermi non sono a tenuta stagna, proprio perche' devono permettere all'aria di passarvi attraverso. Sono fatti come dei cilindri con feritoie aperte sui lati. All'interno si puo' alloggiare il sensore termometrico. Sconsiglierei di montare la scheda all'interrno dello schermo, perche' questa produce calore che altera la temperatura. Arduino permette facilmente di interfaciare molti tipi di sensori di temperatura. Per quanto riguarda l'anemometro, essendo un sensore meccanico, ti consiglierei di comprarlo gia' pronto. Di solito l'uscita di questo sensore e' a impulsi per quanto riguarda la velocita' e una tensione variabile per la direzione del vento. Quindi sono segnali facilmente interfacciabili con Arduino. Il sensore di pressione dovrebbe averre una precisione di un paio di decimi di hPa (mb). Se la misura della pressione serve solo per tarare gli altimetri, basta la precisione di un hPa, che corrisponde a circa 8 m. Tieni presente che insensori di pressione vanno spesso confromtati con un barometro professionale, perche' di solito derivano con il tempo.
Logged


Torino
Offline Offline
Newbie
*
Karma: 1
Posts: 13
.
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ciao Paolo,
grazie della risposta.
In effetti sto cercando di evitare la visione d'insieme e di reperire uno ad uno i sensori nell'intento di farli prima convivere nella stessa board. Passerò poi agli step successivi.
Per la temperataura opterò per un DS18B20 waterproof così potrò dedicargli uno schermo tutto suo. Velocità e direzione del vento saranno delegate ai comunissimi sensori della sparkfun, pensavo al gruppo Weather Meters SEN-08942.
Per la pressione non mi sono ancora documentato, se hai qualcosa di valido da suggerirmi ti tingrazio in anticipo.
La misura della pressione non servirà per la taratura degli altimetri, una volta in volo è preferibile il più affidabile valore trasmesso dalle stazioni ATIS, quantomeno standard nell'area di competenza.
Per iniziare vanno bene dei valori indicativi dai quali non deve dipendere nessuno degli strumenti di bordo. Maggiore attenzione vorrei prestare ai dati di velocità e direzione del vento allo scopo di avere delle informazioni a distanza, cioè via radio e/o via telefono.
Grazie ancora
Piero
Logged

.

Offline Offline
Full Member
***
Karma: 4
Posts: 148
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Per lo schermo, guarda questo:
http://www.meteorete.it/schermosolare.html.  E' buona l'idea di usare piatti di plastica! Puoi anche costruirtelo da solo. Stai attento a scegliere piatti leggeri pernon aumentare troppo l'inerzia termica dell'oggetto.
Il set della sparkfun non e' male, soprattutto per il prezzo e per la facilita' di interfacciamento con arduino. Se pero' puoi spendere di piu' ti consiglio di prendere un anemometro meccanicamente migliore. Tutti gli altri sensori possono essere costruiti con un po' di sano bricolage.
Il sensore di pressione 11282 della sparkfun, mi sembra interessante.
« Last Edit: January 31, 2013, 03:27:45 am by paolometeo2 » Logged


Torino
Offline Offline
Newbie
*
Karma: 1
Posts: 13
.
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Grazie  Paolo,
sto andando a rilento perché da sparkfun compresa in poi non trovo i sensori del vento che mi interessano. Sto aspettando che siano di nuovo disponibili per ordinarli è andare avanti. Nel frattempo mi piacerebbe curiosare tra gli anemometri migliori ai quali ti riferisci. Cosa suggerisci?
Grazie
Piero
Logged

.

Cagliari, Italy
Offline Offline
Tesla Member
***
Karma: 112
Posts: 7126
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Controlla anche da http://www.watterott.com. E' il distributore ufficiale europeo di Sparkfun e in più non paghi dogana e le spedizioni sono più veloci.
Logged

Code fast. Code easy. Codebender --> http://codebender.cc/?referrer=PaoloP

Offline Offline
Full Member
***
Karma: 4
Posts: 148
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Piero, in questi giorni ho voluto provare a costruire una capannina usando i piatti di plastica usa e getta. Se vuoi vederla, vai su paolometeo.blogspot.it!!
ciao
Logged


Torino
Offline Offline
Newbie
*
Karma: 1
Posts: 13
.
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ciao Paolo,
rieccomi.
Finalmente i più comuni rivenditori hanno rifornito i magazzini e i sensori che aspettavo sono nuovamente disponibili.
Li ho appena ricevuti e così nei ritagli di tempo posso tornare a dedicarmi al progetto.
Ho visto la capannina da te realizzata, terrò presenti i tuoi suggerimenti di realizzazione non appena arriverò allo step, per ora mi dedicherò ai collegamenti e alla parte software.
Il DS18B20 è il sensore che utilizzo fin dalle prime prove. Se la realizzazione andrà avanti e la stazione troverà posto nel suo ambiente naturale, cioè all'aperto, penso che per la rilevazione della temperatura adotterò il medesimo sensore ma con caratteristica waterproof.
Grazie ancora dei consigli, mano a mano scriverò sugli sviluppi del progetto e sicuramente chiederò il vostro aiuto.
A presto
Piero
Logged

.

Offline Offline
Full Member
***
Karma: 4
Posts: 148
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

OK, se ti serve altro aiuto, sono qui!
Logged


Torino
Offline Offline
Newbie
*
Karma: 1
Posts: 13
.
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ciao,
come dicevo tempo fa ho ricevuto i sensori vento, sono quelli della ARGENT DATA SYSTEMS in vendita alla sparkfun.
Ho fatto l'upload su Arduino del firmware 1.2 trovato sul sito sparkfun https://www.sparkfun.com/products/10586 e provato a collegare i sensori.
Purtroppo temo di non averli collegati correttamente.
Secondo il firmware dovrei utilizzare l'ingresso D3 di Arduino per la lettura anemometrica e mettere l'altro contatto su GND è corretto? E quello della direzione del vento?
Qualcuno di voi ha già usato questi sensori con Arduino? Avete dei suggerimenti?
Infine, non avendo ancora montato un display, se ogni cosa è collegata correttamente dovrei comunque leggere le informazioni su Monitor seriale della IDE è corretto?

Grazie
Piero
Logged

.

Italy
Offline Offline
Jr. Member
**
Karma: 0
Posts: 52
Switch over your world
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Alcuni anni fa la comprai su sparkfun a meno di 50€ ed era caratterizzata da anemometro, pluviometro e galletto. Non ci ho fatto più nulla, se non montarla semplicememte.
Logged

Offline Offline
Full Member
***
Karma: 4
Posts: 148
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Mi sembra di aver capito dai datasheet che la velocita' dell'anemometro si ricava contando il numero di chiusure del reed rele' nellunita' di tempo e la direzione misurando la tensione in uscita dal partitore. Quindi per la prima misura devi usare un input digitale di arduino e penso che il software che hai scaricato usera' la funzione pulseIn(...) che ti ritorna il tempo tra due impulsi, ovvero il tempo impiegato a fare un giro. Per la misura della direzione dovrai semplicemente usare un input ADC di arduino.
Devi guardare bene come deve essere alimentato l'anemometro.
Esiste il sorgente del firmware che hai caricato? Se si puoi inviarmelo?
paolo
Logged


Offline Offline
Full Member
***
Karma: 4
Posts: 148
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Scusa, ho detto una cavolata riguardo alla funzione pulseIn, perche' se l'anemometro non gira, il programma si pianta. Infatti la funzione, per calcolare il tempo tra due impulsi, deve aspettare il secondo impulso, fermando tutto il programma. Conviene usare invece la funzione Interrupt per contare gli impulsi entro un certo tempo prestabilito.
Logged


Pages: 1 [2]   Go Up
Jump to: