Go Down

Topic: dubbio "carica con programmatore" (Read 1 time) previous topic - next topic

virgafox

salve,

sono interessato a programmare degli atmega328p-pu su breadboard usando arduino UNO come ISP.
Ho letto con molto interesse questa guida: http://www.michelemenniti.it/VHD/Elettronica/GPAT_v4.pdf
ma ho difficoltà a capire la differenza tra "carica" e "carica con programmatore". Fino ad oggi ho solo programmato degli attiny 85 usando arduino come isp, ed ho sempre fatto in questo modo:
1) carico sulla mia UNO il codice che la rende un programmatore ISP
2) collego l'attiny vergine (1Mhz) con tutti i collegamenti del caso
3) imposto come board attiny85 (8Mhz) e come programmatore "Arduino as ISP"
4) scrivo il bootloader che mi setta l'attiny ad 8mhz
5) carico i miei programmi sull'attiny facendo semplicemente "carica"

sulla guida per il 328 invece dice di fare "carica con programmatore", cosa cambia?
inoltre non mi quadra il fatto che nella sezione specifica per 1.0.1 sia nel caso del bootloader sia nel caso dei programmi dice di impostare prima il programmatore su "Arduino as ISP" e poi caricare su arduino il codice ArduinoISP che lo trasforma in programmatore, non dovrebbero essere invertite queste due fasi?

grazie

leo72

Effettivamente cliccando su "Carica" lo sketch spedito comunque al chip.
La questione di "Carica con un programmatore" era venuta fuori con l'uscita dell'IDE 1.0 che se cliccavi su "Carica" non funzionava.
Dalla 1.0.1 in poi lo sketch lo puoi spedire nuovamente con entrambe le soluzioni.

virgafox

perfetto grazie!
ne approfitto per una domanda lampo: se voglio impostare un atmega328p-pu per usare l'oscillatore interno a 8Mhz devo necessariamente scollegare quello da 16 esterno o anche se c'è viene semplicemente ignorato? grazie

leo72


perfetto grazie!
ne approfitto per una domanda lampo: se voglio impostare un atmega328p-pu per usare l'oscillatore interno a 8Mhz devo necessariamente scollegare quello da 16 esterno o anche se c'è viene semplicemente ignorato? grazie

Viene ignorato. Ma di solito si usa l'oscillatore interno proprio per risparmiare componenti esterni, per cui è un po' un controsenso  :smiley-sweat:

virgafox

no è che mi sto creando una piccola stazione per programmare gli atmega, i quali vorrei poter sfornare sia a 16 che a 8Mhz, e volevo sapere se occorre predisporre un qualche tipo di switch per scollegare il quarzo da 16 integrato nella stazione! grazie

leo72


no è che mi sto creando una piccola stazione per programmare gli atmega, i quali vorrei poter sfornare sia a 16 che a 8Mhz, e volevo sapere se occorre predisporre un qualche tipo di switch per scollegare il quarzo da 16 integrato nella stazione! grazie

Ah, se è per la programmazione, allora il quarzo metticelo senz'altro perché ti può capitare appunto un chip impostato per lavorare col clock esterno. Se non c'è, non lo programmi neanche. Se invece usa l'oscillatore interno, viene ignorato e basta.

Go Up