Go Down

Topic: [OT] Quanti lavorano nell'IT? (Read 3 times) previous topic - next topic

Madwriter





Leo, ma sei un vandalo!!  ]:D

Diciamo che ero uno sperimentatore informatico specializzato nella ricerca di vulnerabilità di sistema  ]:D

Ora non te ne uscire con l'ethical hacking  :smiley-mr-green: abbiamo capito che ti paice la distruzione  :smiley-yell:

La colpa non è mia...  :smiley-sweat:
Da ragazzino compravo la mitica rivista CCC - Commodore Computer Club. Un giorno lessi un articolo sulle "bombe logiche". Per un dodicenne leggere di un programma che girava in background e che si attivava a determinati orari o in determinati giorni fu lo spalancarsi di nuovi modi di usare il computer  :smiley-yell:
Diciamo che iniziai così, col C16, a gettare le basi del leOS  :smiley-yell:
All'epoca infatti iniziai ad inserire nell'interrupt di sistema il richiamo ad un mio piccolo programmino. Poi da lì capii come intercettare le chiamate di sistema: all'epoca era facile, c'era una jump table sui Commodore per cui qualunque funzione di sistema veniva chiamata da essa. Modificando la jump table della routine di salvataggio dei dati su nastro ed i puntatori al buffer del nastro, potevo inserire in ogni programma salvato una porzione di codice macchina che il computer, da bravo schiavetto, avrebbe eseguito prima del software caricato.

Sui PC mi affascinarono i primi virus, quelli ad esempio che facevano sparire le lettere smontandole pixel per pixel. Secondo me chi scriveva virus allora era un metro sopra agli altri che si definivano "programmatori". Ricordo ancora come fui felice quando il mio PC si infettò con Dark Avenger, uno dei primi virus per MSDOS. Debuggando un programma infetto trovai la firma del suo autore ed un "EDDIE LIVES - SOMEWHERE IN TIME", che, per un appassionato degli Iron Maiden com'ero, era il connubio perfetto: un hacker metallaro! Divenne il mio idolo!  ]:D

Vabbè per fortuna hai comprato
Quote
CCC - Commodore Computer Club
e non la rivista Guns  :smiley-yell: prima tutto era più facile in 1mb di hard disk trovavi tutto ti sfido a trovare in 3 tera di HD un bel virussino anonimo  :smiley-mr-green:
"Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi..." Albert Einstein

lesto

sei nuovo? non sai da dove partire? leggi qui: http://playground.arduino.cc/Italiano/Newbie

leo72


amario57

Anch'io purtroppo ci lavoro.  :D

Guglio





Leo, ma sei un vandalo!!  ]:D

Diciamo che ero uno sperimentatore informatico specializzato nella ricerca di vulnerabilità di sistema  ]:D

Ora non te ne uscire con l'ethical hacking  :smiley-mr-green: abbiamo capito che ti paice la distruzione  :smiley-yell:

La colpa non è mia...  :smiley-sweat:
Da ragazzino compravo la mitica rivista CCC - Commodore Computer Club. Un giorno lessi un articolo sulle "bombe logiche". Per un dodicenne leggere di un programma che girava in background e che si attivava a determinati orari o in determinati giorni fu lo spalancarsi di nuovi modi di usare il computer  :smiley-yell:
Diciamo che iniziai così, col C16, a gettare le basi del leOS  :smiley-yell:
All'epoca infatti iniziai ad inserire nell'interrupt di sistema il richiamo ad un mio piccolo programmino. Poi da lì capii come intercettare le chiamate di sistema: all'epoca era facile, c'era una jump table sui Commodore per cui qualunque funzione di sistema veniva chiamata da essa. Modificando la jump table della routine di salvataggio dei dati su nastro ed i puntatori al buffer del nastro, potevo inserire in ogni programma salvato una porzione di codice macchina che il computer, da bravo schiavetto, avrebbe eseguito prima del software caricato.

Sui PC mi affascinarono i primi virus, quelli ad esempio che facevano sparire le lettere smontandole pixel per pixel. Secondo me chi scriveva virus allora era un metro sopra agli altri che si definivano "programmatori". Ricordo ancora come fui felice quando il mio PC si infettò con Dark Avenger, uno dei primi virus per MSDOS. Debuggando un programma infetto trovai la firma del suo autore ed un "EDDIE LIVES - SOMEWHERE IN TIME", che, per un appassionato degli Iron Maiden com'ero, era il connubio perfetto: un hacker metallaro! Divenne il mio idolo!  ]:D


Sì leo ma quella del virus nel pc della scuola l'avevi già raccontata! :P
ArduMAP: Mappa degli utenti che utilizzano Arduino.
http://www.guglio.net/ArduMAP

Go Up