Go Down

Topic: Generare un impulso da tensione costante (Read 2421 times) previous topic - next topic

marcus barnet

Sono a corto di idee, spero possiate aiutarmi come al solito :)

Praticamente, ho una batteria da 24V che uso per alimentare sia Arduino UNO che una scheda madre, ovviamente, utilizzando dei regolatori di tensione da 5V per Arduino e da 12V per la scheda madre.
Ora, per dare potenza a entrambi, uso un pulsante a fungo solo che la scheda madre, per avviarsi, ha bisogno solo di un impulso da 5V su due pin per simulare la pressione del classico pulsante presente nei case che si usa per avviare il pc. Se gli metto 5V costanti, si spegne ovviamente.

Come posso fare per generare un segnale da 5V che mi duri un secondo soltanto senza utilizzare necessariamente Arduino anche per questa cosa?

astrobeed

Le MB vengono accese mettendo in corto tra loro due contatti e non dando 5V a due contatti, nello specifico un contatto può essere sia il GND che il +5V, quello a bassa corrente che l'alimentatore fornisce anche a pc spento, e l'altro contatto è un ingresso dotato di pull up/down a seconda dei casi.
Quello che serve è un piccolo relè che chiude per un secondo quando dai alimentazione generale, puoi facilmente ottenerlo usando un qualunque relè e un NE555 in modalità monostabile che lo attiva per il tempo desiderato.

marcus barnet

Mi ero spiegato male, in effetti! Quello che faccio, come dici tu, è cortocircuitare i due pin.

Il problema è che non ho trovato alcun relè che possa aprirsi e chiudersi avendo in input tensione costante; quello che ho io, chiude i contatti sino a quando ha una tensione in ingresso e quindi non andrebbe bene.

Come posso fare, invece, con l'integrato 555? Dovrei utilizzarlo insieme ad Arduino se ho capito bene quello che intendi io invece preferirei non utilizzare alcun microcontrollore e fare il tutto via hardware. Secondo voi è possibile?

astrobeed


Come posso fare, invece, con l'integrato 555? Dovrei utilizzarlo insieme ad Arduino se ho capito bene


Il 555 è un vecchio IC, duro a morire, che può fare tantissime cose, non ha nulla a che vedere con Arduino, fa tutto da solo, cerca con google NE555 monostabile.
In alternativa potresti usare un ATtiny, che costano pochissimo, per realizzare il relè temporizzato.

marcus barnet

Ho trovato un pò di materiale su google, mi sa che l'NE555 fa al caso mio.. in effetti ne ho già qualcuno in casa quindi potrei provarlo da subito.

Devo solo capire come fare i collegamenti e che condensatore utilizzare per avere un corto di uno o due secondi. Mi pare di aver capito che devo basarmi sui valori di R e C, giusto?

astrobeed


. Mi pare di aver capito che devo basarmi sui valori di R e C, giusto?


Si, ci sono diversi calcolatori online che fanno vedere sia la configurazione circuitale che i valori da usare per ottenere la desiderata temporizzazione.

marcus barnet

Hai per caso qualche link sotto mano?
Sto cercando su google, ma non riesco a trovare l'applicazione web che dici, ho trovato solo qualche forum e qualche documento.

Continuo a cercare comunque..

marcus barnet

Non riesco a capire il circuito; si parla di trigger, ma io non ho alcun segnale per fare il trigger.

Quando aziono il pulsante a fungo, il circuito viene alimentato interamente (sia scheda madre che arduino) e poi non ho altri pulsanti da usare per attivare l'NE555.
Se il timer resta sempre alimentato tramite il pulsante a fungo, non mi genererà sempre un segnale di durata T per tutto il tempo che resta alimentato?

Michele Menniti

Io non capisco una cosa: tu devi cortocircuitare per un istante due fili dell'alimentatore ATX, poi parte tutto e non si ferma più nulla finche non li cortocircuiti nuovamente, lì comincia il processo di spegnimento della MB, se ha un S.O.; oppure il corto di spegnimento deve durare alcuni secondi.
Bene, usa il pulsante per dare un impulso al relé e risolvi no?
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

pelletta

Si può usare anche un fotoaccoppiatore al posto del relè.
L'impulso non deve essere necessariamente di un secondo, basta anche un decimo quindi non occorre essere meticolosi nel calcolo dei componenti per il NE555

Michele Menniti

Io continuo a non capire che differenza ci sia tra il pilotare relé o opto o quello che volete con un 555 o direttamente col pulsante; addirittura non capisco perché questo benedetto pulsante (se è un pulsante e NON un interruttore!!) non possa essere applicato direttamente ai due pin predisposti sulla MB per accenderla con un semplice colpetto. C'è qualcosa che Marcus non ha detto a mio avviso, altrimenti a me qui sembra una discussione troppo scema.
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

uwefed

Non funziona nache con un condensatore collegato ai 2 Piedini del Pulsante di avvvio?
Prova con 100µF.
Ciao Uwe

marcus barnet

#12
Feb 08, 2013, 12:22 am Last Edit: Feb 08, 2013, 12:24 am by marcus barnet Reason: 1
Cerco di spiegare meglio la situazione perchè secondo me si è fatta un pò di confusione a causa della mia scarsa chiarezza nell'esposizione del problema :)

Dunque, io ho un sistema formato da una scheda madre, da due moduli Arduino e da varie altre periferiche che, insieme, formano il sistema di un robot mobile che ho realizzato.
Il tutto è alimentato da una batteria da 24V e, quindi, non dall'alimentatore del pc tramite l'alimentazione di rete.
Per alimentare la scheda madre uso un alimentatore apposito che prende la tensione direttamente dalla batteria.

L'intero sistema viene alimentato tramite l'azionamento di un interruttore che porta la tensione sia alla scheda madre che ai due Arduino che alle altre periferiche.
Mentre, però, Arduino si avvia con la sola tensione, la scheda madre ha bisogno di un corto circuito tra i pin pwr e gnd, anche della durata di qualche ms, per far partire il sistema operativo.

Dato che non voglio usare pulsanti o altre soluzioni che richiedono l'azione di un utente oltre a quella dell'azionamento dell'interruttore generale, vorrei trovare un espediente che mi permetta di avere un cortocircuito anche di pochi ms sui due pin ogni volta che io aziono l'interruttore per alimentare l'intero sistema: in questo modo, si avvierebbero sia i due Arduino che il sistema operativo.

Non capisco se l'NE555 può fare a caso mio dato che nella configurazione da monostabile vedo che ci vuole comunque un trigger per mezzo di un pulsante (e io non voglio usarlo!).

Avevo pensato ad un relè che apra e chiuda i contatti in uscita una volta alimentato, ma non ne ho trovati: quelli che ho io sono normalmente aperti o normalmente chiusi e all'applicazione di una tensione in ingresso commutano di stato e ci restano. Io non posso avere il cortocircuito per più di qualche secondo altrimenti la scheda madre si spegne.


Non funziona nache con un condensatore collegato ai 2 Piedini del Pulsante di avvvio?
Prova con 100µF.
Ciao Uwe

cosa intendi dire?  :smiley-slim:

Brunello

comunque con un 555 non serve un impulso di trigger
in questa configurazione, quando lo alimenti mette l'uscita sul pin 3 ( a cui collegare un rele' ) alta per circa 1 secondo.

ma visto che usi due arduini, perche' non piloti con uno di questi l'accensione della MB ?


Rimane da capire come fare per spegnerlo, visto che non puoi togliere l'alimentazione di netto, ma dovresti inviare un'altro impulso alla main board per dare la possibilità al OS di fare la chiusura.

Secondo me ti serve un unico pulsante per accendere e spegnere arduino e mainboard, ma questo prevede l'uso di un microcontroller che potrebbe essere un attiny come ti hanno suggerito.

Ciao.
AvrDudeQui front end per avrdude https://gitorious.org/avrdudequi/pages/Home

Go Up