Go Down

Topic: Progetto: Alimentatore per ARDUINO (Read 3008 times) previous topic - next topic

bigjohnson

Se volete esagerare potete usare gli lm78s (2A)  e lmt8t (3A), ovviamente dovrete ridimensionare il tutto.

superzaffo

Ti posso chiedere che codice devo cercare per la bobina ?
Sarebbe bello se tu riuscissi a fare una lista dei componenti, dettagliata, per i neofiti come me  :*
:)

BaBBuino

Adesso sono al lavoro e vi rispondo veloce, stasera ne parliamo meglio.

Ricordatevi che si tratta di un progetto sommario buttato giù in 5 minuti, già cmq funzionale a tutti gli effetti ma, ovviamente, può essere migliorato-accessoriato di un fattore tendente ad infinito... :D

Allora...

i regolatori IC hanno TUTTI una protezione interna in temperatura ed in corrente, ma per esperienza posso affermare che non è molto efficace.

Senz'altro si può modificare la sezione a 12V con l'ottimo integrato suggerito da leo (LM350) e stasera aggiorno lo schema

47uF sulle uscite non è che siano poi una gran capacità, le correnti di scarica sono piccole, per cui il diodo di damper "sopra" gli IC regolatori si può evitare.

La bobina da 1mH la si trova come accessorio per Crossover di casse acustiche o come accessorio per Alimentatori Switching. Su Ebay c'è qualcosa. L'importante è che la sezione del filo sia da almeno un mm od anche più, se no corrente ne passa poca...



Il valore non è critico. 1.2 vanno bene lo stesso, 1.5 anche e 2mH pure! L'importante è la sezione del filo, perchè nella bobina ci transita la corrente totale dell'Alimentatore.

Ovviamente, poi, si possono fare un sacco di modifiche sempre più maniacali. Si può, per esempio, aggiungere un ulteriore C da 1000 pF in parallelo agli IC per smorzare eventuali autoscillazioni ad alta frequenza (in questo caso, mettere un condensatore da 100.000 e poi uno da 1000, non è uguale ad avere un unico condensatore da 101.000...)

Inoltre possiamo anche dotarlo di un Amperometro e Voltmetro fatti con Arduino. Di un Wattmetro, di un Encoder rotativo per regolare la tensione, un display LCD per visualizzare quante volte è stato acceso, un display grafico GLCD con la foto di chi lo ha acceso l'ultima volta, un'antenna per ricevere dati sullo stato della batteria della sonda Curiosity su Marte, di un tropoione antrofosfomerico per chiedere le nuove librerie per Arduino DUE, agli Alieni della stella Vega.. ecc. ecc.

leo72


flz47655

Quote
If the output voltage is greater than approximately 7 V, the emitter-base junction of the series-pass element (internal or external) could break down and be damaged


Alcuni datasheet dicono 6 altri 7 volt.. se l'ingresso viene cortocircuitato a massa per un qualche motivo il regolatore si potrebbe quindi danneggiare senza diodo sull' LM7812 tra IN ed OUT

Inoltre sempre da alcuni datasheet:
Quote
Generally no protection diode is required for values of output capacitance ? 10 µF


Ad ogni modo l'alimentatore dovrà essere collegato a qualcosa? Se si collega Arduino tramite il pin 5v si ha un C da 47uF, se poi si hanno C aggiuntivi tra VCC e GND il valore di 94uF fa presto a crescere e può rapidamente diventare pericoloso..

Non vedo il diodo come una paranoia ma come un elemento essenziale di un'alimentatore in grado di alimentare carichi capacitivi arbitrari, altrimenti è da scrivere solo "carichi resistivi"  ]:D

MauroTec


Quote
If the output voltage is greater than approximately 7 V, the emitter-base junction of the series-pass element (internal or external) could break down and be damaged


Alcuni datasheet dicono 6 altri 7 volt.. se l'ingresso viene cortocircuitato a massa per un qualche motivo il regolatore si potrebbe quindi danneggiare senza diodo sull' LM7812 tra IN ed OUT

Inoltre sempre da alcuni datasheet:
Quote
Generally no protection diode is required for values of output capacitance ? 10 µF


Ad ogni modo l'alimentatore dovrà essere collegato a qualcosa? Se si collega Arduino tramite il pin 5v si ha un C da 47uF, se poi si hanno C aggiuntivi tra VCC e GND il valore di 94uF fa presto a crescere e può rapidamente diventare pericoloso..

Non vedo il diodo come una paranoia ma come un elemento essenziale di un'alimentatore in grado di alimentare carichi capacitivi arbitrari, altrimenti è da scrivere solo "carichi resistivi"  ]:D


Concordo e lo detto visto che non costa nulla e può tornare utile io lo uso sempre, ammeno di avere una scheda con a bordo anche il trasformatore e il ponte ecc con nessuna probabilità che accada la disconnessine a caldo dell'accoppiata TA+PONTE+CONDENSATORI, in tal caso basta scegliere una capacità del condensatore uguale per ingresso e uscita.

Brevemente:
Fintanto che c'è una probabilità anche frazionaria che possa arrecare danni si deve trovare il modo di annulare questa probabilità
Esodati, vabbè ma sono pochi :smiley-eek:

Ciao.
AvrDudeQui front end per avrdude https://gitorious.org/avrdudequi/pages/Home

Go Up