Go Down

Topic: Batteria + ricarica dc (Read 4860 times) previous topic - next topic

sgufa

Allora...grazie per le risposte. Chiarisco:

Alimentazione: tutta a 3.3V (compreso il micro + OSC a 8Mhz)
Assorbimento totale del circuito: 250 mA in condizioni normali + 1050 mA MAX quando andrò ad usare il gsm. (max 5min ogni ora)
Tipo batteria: Li-Ion o LiPo (preferisco le ION) 3.7V 1500mAh
Alimentazione esterna: Alimentatore Switching 5V 2A serio...

Vorrei fare come i cellulari: Utilizzo primario a batteria e ricarica quando serve senza interrompere il funzionamento del circuito.

Michele Menniti

I cellulari NON funzionano così, li usi a batteria e poi colleghi l'alimentatore per ricaricarla, ma mentre è collegato l'alimentatore è lui che alimenta il cellulare.
Tu invece vuoi fare una cosa contro natura, pretendi che l'alimentatore se ne stia buono finché la batteria non si scarica e poi intervenga alimentando tutto e ricaricando la batteria. Allora devi ricorrere ad un sistema di interruzione della batteria pilotato da un comparatore che analizzi la tensione della batteria: finché la batteria è ad un certo livello di tensione l'alimentatore è scollegato (relé o mosfet), quando scende sotto questo livello l'alimentatore viene collegato alla scheda di caricabatteria e contemporaneamente, tramite un regolatore a 3,3V 1,5A al tuo circuito. Inoltre la batteria deve avere un diodo schottky in serie per far scendere la tensione a 3,4V, a meno che non ti garantiscano che 3,7V non siano dannosi per il circuito.
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

Madwriter

Quote
I cellulari NON funzionano così, li usi a batteria e poi colleghi l'alimentatore per ricaricarla, ma mentre è collegato l'alimentatore è lui che alimenta il cellulare.

si i cellulari del 1940 funzionavano cosi  :smiley-mr-green:
facci caso ora i cellulari scarichi non si accendono neanche  :smiley-mr-green: vengono sempre alimentati a batteria che appena e abbastanza carica lascia accendere il cellulare
"Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi..." Albert Einstein

sgufa


I cellulari NON funzionano così, li usi a batteria e poi colleghi l'alimentatore per ricaricarla, ma mentre è collegato l'alimentatore è lui che alimenta il cellulare.


Io voglio esattamente questo  =(

gingardu


Salve a tutti. Sto sviluppando una board con atmega2560 che dovrà funzionare a 3,3V. L'intenzione è di alimentare tutto il sistema con una batteria agli ioni di litio o a polimeri di litio ricaricabile. In pratica il sistema funzionerà a batteria. Sto impazzendo per trovare un circuito che mi ricarichi la batteria quando scende sotto una certa soglia mantenendo però il sistema attivo, esattamente come avviene per i cellulari. Qualcuno mi può dare una mano?


non vorrei fare del "terrorismo"  tempo fa è esplosa unA SOLA BATTERIA   del pacco batterie del notebook  (una semplice stilo)  il notebook è volato  dalla scrivania fino al soffitto  con un botto e una violenza incredibile,  danni tanti notebook distrutto  ed ho rischiato molto se ero vicino al computer povero me,

quindi massima attenzione con quel tipo di pile
Le cose si possono considerare facili in due casi: quando le si conosce bene o quando non le si conosce affatto...

Madwriter

vabbe la batteria del pc e enorme ogni cella è una bestia, con quelle piccoline si sta piu tranquilli  :smiley-mr-green:
"Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi..." Albert Einstein

Michele Menniti



I cellulari NON funzionano così, li usi a batteria e poi colleghi l'alimentatore per ricaricarla, ma mentre è collegato l'alimentatore è lui che alimenta il cellulare.


Io voglio esattamente questo  =(

Sì, ma tu vuoi lasciare collegato l'alimentatore, è lì l'inghippo che ti costringe a fare il circuito che ti ho detto, se invece l'alimentatore lo colleghi a necessità allora dovrebbe bastare qualche diodo....
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

Testato

magari esiste qualche chip diverso di ricarica lion che fa da solo i dovuti switch.
ci sono celulari e cellulari, io ho un vecchio palmare ipaq che quando e' scarico se lo attacco all'alimentatore devo aspettare un ora per riaccenderlo, e' una rarita' pero', tutto il resto, cellulari htc, tablet samsung, cellulari nokia, anche se completamente scarichi appena attacchi alimentatore si possono accendere, e contemporaneamente si ricarica anche.
Quindi di sicuro esistono chip che gestiscono il flusso verso un'uscita e che automaticamente switcha nel prendere la corrente dalla batteria o dall'alimentatore appena attaccato.

altro esempio e' invece i portatili, ci sono quelli che anche eliminando fisicamente la batteria funzionano con alimentatore, mentre altri non funzionano (dipende da dove e' fisicamente il sistema di switch)
- [Guida] IDE - http://goo.gl/ln6glr
- [Lib] ST7032i LCD I2C - http://goo.gl/GNojT6
- [Lib] PCF8574+HD44780 LCD I2C - http://goo.gl/r7CstH

sgufa




I cellulari NON funzionano così, li usi a batteria e poi colleghi l'alimentatore per ricaricarla, ma mentre è collegato l'alimentatore è lui che alimenta il cellulare.


Io voglio esattamente questo  =(

Sì, ma tu vuoi lasciare collegato l'alimentatore, è lì l'inghippo che ti costringe a fare il circuito che ti ho detto, se invece l'alimentatore lo colleghi a necessità allora dovrebbe bastare qualche diodo....


@michele menniti : me lo spieghi meglio il circuito che mi hai detto?

Brunello

Ma non lo puoi fare un classico circuito in cui il sistema e' alimentato dall'alimentatore e la batteria entra in funzione solo quando cade la tensione ?

oltrettutto , per come vorresti fare tu ( funzionamento a batteria e ricarica della batteria quando scende sotto una certa capacita' ) dato gli alti consumi, la betteria sarebbe praticamente quasi sempre sotto carica.



Michele Menniti

Se volesse farlo non insisterebbe sulla sua necessità, va a capire perché..... :smiley-sweat:
Però se leggi bene lui NON avrà la batteria continuamente sotto carica, ma solo quando sarà scarica, ecco perché bisogna mettere in piedi un circuito specifico, che mantenga l'alimentatore staccato dal circuito fintanto che la batteria è in grado di lavorare...

@ sgufa: dammi conferma di cosa vuoi realizzare:

1 - sistema che lavora solo a batteria e quando è scarica tu colleghi manualmente l'alimentatore, per poi scollgarlo a batteria carica
2 - sistema che lavora a batteria ma l'alimentatore è sempre collegato e si mette a caricare la batteria e ad alimentare il circuito solo quando la batteria è scarica

1 o 2?
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

Brunello

Quote

magari esiste qualche chip diverso di ricarica lion che fa da solo i dovuti switch.


Un chip che secondo me potrebbe fare al caso suo e' l' MCP73871  http://ww1.microchip.com/downloads/en/DeviceDoc/22090b.pdf
Seguito da un regolatore LDO a 3,3V e' l'ideale.

E con le linee di controllo potrebbe gestire anche una ricarica ina utomatico




il problema e' che ha un case QFN

Testato

perfetto, ecco quello che intendevo, il carico e' sempre attaccato, la batteria anche.

si deve trovare qualcosa con case diverso, ma almeno ora sappiamo che esiste  :)
- [Guida] IDE - http://goo.gl/ln6glr
- [Lib] ST7032i LCD I2C - http://goo.gl/GNojT6
- [Lib] PCF8574+HD44780 LCD I2C - http://goo.gl/r7CstH

Michele Menniti

Non è quello che vuole sgufa, se mi dice che gli serve l'opzione 2 :smiley-sweat:
OTTIMO questo IC, un mosfet collega IN e OUT per cui si ha disponibile in uscita la tensione di ingresso di circa 5V, se ho ben capito fino a 1,8A sono richiesti sull'ingresso, ma non riesco a capire di quanti se ne possa disporre per il carico; inoltre la batteria sembrerebbe funzionare in tampone, cioè interviene quando manca l'ingresso.
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

leo72

Ma quel chip è un QFN...   :smiley-roll-sweat:

Go Up