Go Down

Topic: Batteria + ricarica dc (Read 4672 times) previous topic - next topic

Testato

scusa ma sei anche moderatore, vuol dire che i QFN li saldi ad occhi chiusi  :smiley-mr-green:
- [Guida] IDE - http://goo.gl/ln6glr
- [Lib] ST7032i LCD I2C - http://goo.gl/GNojT6
- [Lib] PCF8574+HD44780 LCD I2C - http://goo.gl/r7CstH

Michele Menniti


Ma quel chip è un QFN...   :smiley-roll-sweat:

l'ha già detto Brunello, ma la discussione è puramente "accademica"  :D
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

Brunello

Sempre per continuare la discussione "accademica".

Di seguito un circuito di regolazione etc etc, fatto con componenti "umani"
In pratica svolge il lavoro del precedente, con alcuni controlli in meno


leo72



Ma quel chip è un QFN...   :smiley-roll-sweat:

l'ha già detto Brunello, ma la discussione è puramente "accademica"  :D

Su RS ho trovato alcuni chip in formato DIP, tra cui il TI BQ2954PN, che mi pare simile a quello.

Michele Menniti


Sempre per continuare la discussione "accademica".

Di seguito un circuito di regolazione etc etc, fatto con componenti "umani"
In pratica svolge il lavoro del precedente, con alcuni controlli in meno


c'è qualcosa che non mi torna in quel circuito, come fa la batteria da 3,7V, per di più con un diodo schottky in serie (caduta 0,2-0,3V) ad alimentare un LDO da 3,3V, lì ci vuole uno step-up/down non un regolatore normale, credo

@ Leo, il tuo IC è simile a quest'ultimo di Brunello, quello che ha postato prima è completo perché gestisce automaticamente il carico, ma anche lì ho dubbi visto che normalmente sull'OUT ci sono circa 5V, mentre se va a batteria ci saranno al massimo 3,7V. E' un po' la stessa situazione di questo circuito :smiley-sweat:
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

Brunello

Quote
c'è qualcosa che non mi torna in quel circuito, come fa la batteria da 3,7V, per di più con un diodo schottky in serie (caduta 0,2-0,3V) ad alimentare un LDO da 3,3V, lì ci vuole uno step-up/down non un regolatore normale, credo


Se vedi bene lo schottky e' in serie all'alimentazione non alla batteria.
la batteria passa dal Mosfet e va' direttamente sull' LDO.

Brunello



Su RS ho trovato alcuni chip in formato DIP, tra cui il TI BQ2954PN, che mi pare simile a quello.


No, come chip non e' adatto, fa' solo la carica, pero' da quello sono arrivato a questo articolo
http://www.ti.com/lit/an/slva166a/slva166a.pdf

Michele Menniti

hai ragione, ciò nonostante mi chiedo se 0,4V non siano troppo pochi anche per un LDO, per quanto ne so il limite di drop-out dovrebbe essere 1-1,5V.
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

Brunello


hai ragione, ciò nonostante mi chiedo se 0,4V non siano troppo pochi anche per un LDO, per quanto ne so il limite di drop-out dovrebbe essere 1-1,5V.


Quello che ho usato (MCP1700) lo danno con un Dropout tipico di 178 mV ( Max 350mV), pero' a me servivano un 150mA, non so' se modelli per correnti superiori hanno una maggior caduta di tensione.

Questo circuito lo trovai quando mi arrivo la Leonardo compatibile della Olimex, siccome aveva la possibilita' di collegarvi una batteria Li-Ion, controllai come facevano e mi appropriai dell'idea.




leo72



hai ragione, ciò nonostante mi chiedo se 0,4V non siano troppo pochi anche per un LDO, per quanto ne so il limite di drop-out dovrebbe essere 1-1,5V.


Quello che ho usato (MCP1700) lo danno con un Dropout tipico di 178 mV ( Max 350mV), pero' a me servivano un 150mA, non so' se modelli per correnti superiori hanno una maggior caduta di tensione.


L'MCP1700-330? Lo uso anch'io per regolare la tensione su piccoli circuiti. Fornisce max 250 mA, più che sufficienti per diversi compiti.

Michele Menniti

ma non per quello che serve al nostro amico, quindi divaghiamo inutilmente :D
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

leo72


ma non per quello che serve al nostro amico, quindi divaghiamo inutilmente :D

:smiley-sweat:
Ma tu inviti la lepre a correre, con me...  :*

Brunello


Testato

questo fatto seguire al chip rpincipale da' un bel sistema di gestione batteria

il top sarebbe mettere tutto in uno, ci saranno cose anche cosi'. cioe' il primo chip indicato che pero' invece di uscire a 5V esce gia' a 3,3 sia quando alimentato sia quando a batteria
visto che tutte le elettronicita' moderne vanno in questa direzione, di certo esistono chip del genere
- [Guida] IDE - http://goo.gl/ln6glr
- [Lib] ST7032i LCD I2C - http://goo.gl/GNojT6
- [Lib] PCF8574+HD44780 LCD I2C - http://goo.gl/r7CstH

leo72


e mica c'e' solo quello di regolatori

NCP694 http://it.rs-online.com/web/p/regolatori-di-tensione-low-dropout/7192733/

DropOut 0.18 V a 1A

Purtroppo non facendomi i PCB ma usando solo 1000fori devo rimanere su componenti a foro passante, certi integrati li devo scartare a priori.

Go Up