Pages: 1 ... 11 12 [13] 14   Go Down
Author Topic: ArduoAlarmMega / ArduoMegaAlarm  (Read 11852 times)
0 Members and 1 Guest are viewing this topic.
Offline Offline
Jr. Member
**
Karma: 0
Posts: 73
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ciao Giuseppe,
avevo fatto io un pasticcio quando ho inserito l'altro diodo  smiley-roll-sweat, quando si fanno delle cose a una certa ora meglio non farle  smiley-grin

Comunque con l'altro diodo in serie ho 14,2V in uscita..
Logged

Offline Offline
Jr. Member
**
Karma: 0
Posts: 73
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Riguardo la scheda alimentazione postata in precendenza ho fatto delle verifiche:
  • a transistor non comandato= led acceso e in uscita ho intorno ai 14,1V
  • a transistor comandato= led spento e in uscita ho intorno ai 12,4V
Ho fatto delle simulazioni con multisim e quando comando il transistor nella simulazione ho 13,6V ma nella realtà ho 12,4V, avrei bisogno di avere i 13,6V per mantenere la tensione costante..mi aiutate a capire il perchè?

Grazie in anticipo a tutti
Logged

Offline Offline
Full Member
***
Karma: 2
Posts: 130
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Quote
Ok perchè nell'altra discussione mi avevano detto di un cavo solo..quindi in questo caso devo utilizzare un cavo schermato con 4 fili per i due 9600, ma necessitano dei 12v?mentre per portare i 5v?

Con i pca9600 i cavi sono sempre due: SDA e SCL, senza bisogno di collegare i 5V e la massa, che però dovrà essere comune nell'impianto.
Sono prove che ho già effettuato sulle mie ReleDuino.
Se non hai esigenze particolari ti consiglio i p82b96, che sono come i pca9600 ma consumano molto meno.
Saluti.
« Last Edit: December 12, 2013, 12:23:28 pm by Federico_Paiano » Logged

Offline Offline
Full Member
***
Karma: 2
Posts: 130
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

A tutti i frequentatori del forum, a tutti coloro che mi hanno aiutato e non, a tutti quelli che credono nella festa del Natale e anche a Babbo Natale.
TANTI AUGURI.
Logged

Offline Offline
Full Member
***
Karma: 0
Posts: 100
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ciao ragazzi e buo Natale
Sono nuovo del forum e desideravo chiedervi se vi puo interessare:
Sto sviluppando un sistema domotico con arduino e fin qua nulla di particolare.
La differenza sta nel fatto che gli impianti che vorrei gestire sono in classe energetica A
La domotica che ora sta girando e basata su PLC  l ho realizzata qualche anno fa con un mio amico e gira egregiamente ma ora per la mia tesina di 5 ITIS ho deciso di portare il sistema basato su microcontrollore.
Gli impianti da gestire sono parecchi e tra Arduino e PLC passa una differenza come tra la cioccolata ed un giro di tango
Tanto per rendervi l idea:
Caldaia a metano,stufa a pellets idro, sistema di condizionamento ad acqua con cyller,impianto di riscaldamento a pavimento con 16 circuiti 2impianti fotovoltaici da 5KW di picco 6 circuiti di irrigazione con pompa autonoma e pozzo artesiano tutti i carichi gia dervati a quadro e cablati a rele tapparelle elettriche sistema di aspirazione centralizzato piscina esterna monitorizzazione del giardino con  telecamera e video (Penso possa bastare per sperimentare qualcosa di interessante) quando ho detto al mio prof di impianti cosa volevo fare e sbiancato.
Io finora mi sto arrangiando anche se ogni tanto faccio qualche domanda stupida sul forum e poi smanettando trovo la soluzione da solo considerate che io sono un meccanico termotecnico che studia elettrotecnica e che Arduino lo ha preso in mano 2 mesi fa.
La mia proposta e:
Che ne dite se voi andate avanti con il vostro allarme sd io con la mia domotica e poi uniamo il tutto in qualcosa di veramente tosto?
Logged

0
Offline Offline
Faraday Member
**
Karma: 39
Posts: 5608
Arduino rocks
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Se intendi fare che con un solo micro vuoi fare sia antifurto che domotica, personaente non mi piace cime idea.
L'antifurto deve fare solo l'antifurto, magari interfacciato alla domotica ma indipendente.
Logicamente è solo il mio parere, non sono il gestore di questo progetto.
Logged

- [GUIDA] IDE1.x - Nuove Funzioni - Sketch Standalone - Bootloader - VirtualBoard
http://arduino.cc/forum/index.php/topic,88546.0.html
- [LIBRERIA] ST7032i LCD I2C Controller Library
http://arduino.cc/forum/index.php/topic,96163.0.html

Offline Offline
Full Member
***
Karma: 0
Posts: 100
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Di arduino che girano dovrebbero essere 12 almeno per il piano terra
1 Mega (caldaie, cyller, irrigazione,gestione carichi  e switch in elettrico impianto riscaldamento e sanitario con TA, timer generale con RTC, gestione del sensore biometrico in entrata)
1 arduino1 per stanza con display touch (tapparelle elettriche, temperatura stanza, carichi stanza, vasca iromassaggio bagno, switch dei scaldasalviette del bagno, sveglia programmabile, comado vocale luci camera da letto,sensori allarme, telecamera).
1 arduino1 (gestione videosoveglianza e citofono)
1arduino1 (gestione della piscina)
Tutti collegati a sever e gestiti sia tramite display che via web con tablet.
Attualmente che girano io ho 6  Siemens S7-200 ed ho gia i cavi  FTP 5e per i dati.
Logged

Offline Offline
Full Member
***
Karma: 2
Posts: 130
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

@capitankevin
Dai un'occhiata al progetto "ReleDuino" da me portato avanti. C'è lo schema elettrico e il layout della pcb; il progetto però è ancora in stato di sviluppo.
Logged

Offline Offline
Jr. Member
**
Karma: 0
Posts: 73
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Buongiorno a tutti,
prima di tutto auguri di buon anno e felice 2014 a tutto il forum  smiley

Ho installato l'allarme e utilizzo la seguente scheda di ingresso (di Giuseppe) con le seguenti resistenze per i contatti (Vedi allegati).

Ad impianto funzionante e tutti i contatti chiusi l'arduino (Mega) mi rileva un valore di 154 abbastanza stabile varia da 153 a 155. Io controllo se questo valore supera i 165 o scende al di sotto di 148 mi suona l'allarme.
L'allarme funziona correttamente solo che ogni tanto (dopo qualche giorno) l'allarme suona. Da quanto ho capito è come se questo valore varia di molto ma per un'istante..


* 02-Scheda_Ingresso.png (13.19 KB, 618x384 - viewed 31 times.)

* 03-Scheda_Zona1.png (13.71 KB, 645x474 - viewed 32 times.)
Logged

Global Moderator
Italy
Offline Offline
Brattain Member
*****
Karma: 313
Posts: 21624
Logic is my way
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Tutti gli allarmi sono fatti in modo da non avere un'attivazione subitanea, io metterei nel codice un controllo per contare il numero di eventi che si verificano in un certo intervallo di tempo e far scattare l'allarme solo se questi superano un certo numero.
Può capitare che una lettura subisca uno sfasamento per interferenze esterne.
Logged


Offline Offline
Jr. Member
**
Karma: 0
Posts: 73
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Tutti gli allarmi sono fatti in modo da non avere un'attivazione subitanea, io metterei nel codice un controllo per contare il numero di eventi che si verificano in un certo intervallo di tempo e far scattare l'allarme solo se questi superano un certo numero.
Può capitare che una lettura subisca uno sfasamento per interferenze esterne.

potrebbe essere una soluzione solo che a me si verifica con un'arco di tempo lungo anche oltre le 24ore e poi solo di notte..poi per il resto il valore è abbastanza stabile. Una soluzione software che mi viene in mente è di ritardare l'allarme di qualche secondo, ma, non mi piace molto come soluzione..
Logged

Global Moderator
Italy
Offline Offline
Brattain Member
*****
Karma: 313
Posts: 21624
Logic is my way
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Come detto, conta le attivazioni nell'arco di un tot periodo.
Esempio:

1) arriva un segnale?
2) no, torno ad 1)
3) sì, salvo il tempo e mi metto in attesa
4) arriva un altro segnale?
5) sì, incremento una variabile
6) è passato il tempo preimpostato?
7) no, torno a 4)
smiley-cool sì, conto le occorrenze e se sono più di un valore prefissato, faccio scattare l'allarme...
9) altrimenti torno a 1)

Logged


0
Offline Offline
Faraday Member
**
Karma: 39
Posts: 5608
Arduino rocks
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

il concetto di leo, che viene chiamato contaimpulsi nel settore degli allrmi, si impiega solo su sensori sottoposti ad eventi esterni che possono o non possono essere veri allarmi. E' il caso dei sensori tapparelle, dove il vento puo' muoverle, oppure il caso dei Pir dove puo' influire anche la temperatura o un gatto per casa. Non si applica a questo tipo di sensori, cioe' il semplice interruttore, che deve funzionare e basta al primo colpo. se il ladro ti apre la porta e te la richiude che fai ? non suoni ?
Sugli interruttori io non metto ne' ritardi ne contaimpulsi, se si apre deve suonare, punto  smiley

Devi vedere di capire dove e' il rpoblema, che essendo saltuario puo' solo portarti al manicomio purtroppo
Logged

- [GUIDA] IDE1.x - Nuove Funzioni - Sketch Standalone - Bootloader - VirtualBoard
http://arduino.cc/forum/index.php/topic,88546.0.html
- [LIBRERIA] ST7032i LCD I2C Controller Library
http://arduino.cc/forum/index.php/topic,96163.0.html

Torino (Italy)
Offline Offline
Sr. Member
****
Karma: 0
Posts: 264
Fare insegna a fare. To make teaches at to make.
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

 smiley-roll-sweat

Intanto un saluto a tutti, e anche se in ritardo un buon anno.
 
Io consiglerei "come anticipato a jack", questi accorgimenti al progetto:

Per quanto riguarda la coincidenza della notte, da tener conto che in quelle ore la tensione di rete si alza di circa il 5-10%, che se non ben stabilizzati, potrebbero portare il +/- 1 digit di oscillazione a 2 o 3 e quindi attivare l'allarme.

1) intanto devi essere sicuro che sia l'ingresso che usi a far scattare l'allarme, ad esempio memorizzando l'orario ed il valore letto nell'ingresso in memoria rom, in maniera che rimanga anche resettando arduino

2)devi inserire dei filtri software, tipo far calcolare la media tra 5 o 10 letture del valore, in maniera da far rilevare il vero innesco  solo con valori maggiori a 2-3 letture effettive (es. se il valore letto è 154 +/- 1, fai la media di 10 letture "1540" lo dividi per 10 e se il risultato cambia per un valore uguale o superiore a 310, allora attivi l'allarme)
oppure solo dopo aver rilevato un valore diverso da 154 +/-1 per n volte entro un arco di tempo (es. 0.5 sec), attivi l'allarme

3) ti devi assicurare che il cavo sia schermato e lo schermo collegato al GND

4) ti devi assicurare che il condensatore di filtro da 100uF , sia collegato tra il pin di ingresso di arduino e GND

5)per sicurezza, inserirei un condensatore di livello da 100uF 25v elettrolitico sull'alimentazione del circuito di ingresso se separato da arduino

Saluti.
Giuseppe G.
« Last Edit: January 04, 2014, 07:05:04 pm by Giuseppe G. » Logged

Un saluto a tutta la comunità.
Giuseppe G.

Offline Offline
Jr. Member
**
Karma: 0
Posts: 73
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

smiley-roll-sweat

Intanto un saluto a tutti, e anche se in ritardo un buon anno.
 
Io consiglerei "come anticipato a jack", questi accorgimenti al progetto:

Per quanto riguarda la coincidenza della notte, da tener conto che in quelle ore la tensione di rete si alza di circa il 5-10%, che se non ben stabilizzati, potrebbero portare il +/- 1 digit di oscillazione a 2 o 3 e quindi attivare l'allarme.

1) intanto devi essere sicuro che sia l'ingresso che usi a far scattare l'allarme, ad esempio memorizzando l'orario ed il valore letto nell'ingresso in memoria rom, in maniera che rimanga anche resettando arduino

2)devi inserire dei filtri software, tipo far calcolare la media tra 5 o 10 letture del valore, in maniera da far rilevare il vero innesco  solo con valori maggiori a 2-3 letture effettive (es. se il valore letto è 154 +/- 1, fai la media di 10 letture "1540" lo dividi per 10 e se il risultato cambia per un valore uguale o superiore a 310, allora attivi l'allarme)
oppure solo dopo aver rilevato un valore diverso da 154 +/-1 per n volte entro un arco di tempo (es. 0.5 sec), attivi l'allarme

3) ti devi assicurare che il cavo sia schermato e lo schermo collegato al GND

4) ti devi assicurare che il condensatore di filtro da 100uF , sia collegato tra il pin di ingresso di arduino e GND

5)per sicurezza, inserirei un condensatore di livello da 100uF 25v elettrolitico sull'alimentazione del circuito di ingresso se separato da arduino

Saluti.
Giuseppe G.
Ciao Giuseppe,
grazie a te e anche a tutto il forum come sempre, di seguito le risposte ai tuoi consigli:
2) Sono d'accordo con il pensiero di Testato quindi preferisco lasciarlo come ultima spiaggia
3) già collegato al GND
4) già collegato
5) non è separato

Dopo aver verificato questi 4 punti allora sono andato a vedere il valore letto sull'ingresso al momento del falso allarme (punto 1). Ho verificato quali sono i valori di ogni apertura/combinazioni dei vari contatti e questo coincideva con un'apertura di un contatto. Ho ridotto la distanza tra il magnete ed il contatto ed è quasi una settimana che l'allarme sta funzionando senza problemi  smiley
Logged

Pages: 1 ... 11 12 [13] 14   Go Up
Jump to: