Go Down

Topic: ArduoAlarmMega / ArduoMegaAlarm (Read 17 times) previous topic - next topic

MauroTec


Ciao MauroTec,

:smiley-roll:
non flotta, si porta al massimo a 0,6V generati da D1 e R1 in serie alla R2 da 10K. Il condensatore C1 evita proprio questo.

In ogni caso, per sicurezza, basterebbe una resistenza da 1Mega che a questo punto si può benissimo integrare al circuito.  :)

Se salta il fusibile, si ha la segnalazione di Tamper 24H, cioè manomissione (il pin di arduino si porta a circa 4,4V). Occorre quindi gestire l'autoesclusione della zona dopo n allarmi, altrimenti la centrale continuerebbe a suonare per sempre.

Questa funzione sarà sempre attiva, anche a centrale disinserita, proprio per proteggere il circuito cablato.  ;)


Scusa ma ho avuto altro per la testa, ora ho letto tutti i post e rispondo.

Sono cosciente che hai una competenza in elettronica pari all'incirca alla mia, insomma siamo li.
Il funzionamento io l'ho compreso:
Non davo la giusta importanza ad R1.
Quando il nodo IN zona, viene posta a GND, il Catodo D1 si trova connesso a GND (o nei dintorni), sul nodo R1/D2 ci dovrebbe essere una d.d.p leggermente superiore alla tensione di giunzione di D1, se c'è, questa tensione può attraversare la giunzione di D2, basterebbe 1 VDC sul'Anodo di D2 per avere circa 0.4 Vdc sul Catodo sempre di D2. Se la d.d.p sul nodo R1/R2 c'è una tensione inferiore alla tensione di giunzione di D2 questo non conduce, allora a portare il pin ad una tensione certa VLOW ci pensa la R da 1M, mentre il condensatore agisce come filtro passa basso nei confronti di segnali tempo varianti. Ora secondo me la R3 da 1M dovrebbe essere da 10K, sempre che a me non sfugga il motivo per il quale un resistore da 10K sia controproducente.

L'unica conseguenza di R3 da 10K è nei confronti della costante di tempo in scarica di C1.

Però il circuito il non l'ho testato, tu si, quindi........fai tu.

Quote

L'idea è quella di liberalizzare il dispositivo di anti-intrusione, rendendolo quasi privato e quindi più sicuro, con concetti di base di un certo livello di sicurezza.

Cosa mi spinge a farlo?   smiley-roll-sweat  .....  smiley-roll Semplice !!!
Chi mi dice che le centrali in commercio non abbiano password segrete o che con qualche artifizio elettronico la si possa bloccare ?  smiley-eek

Se la centrale HW la costruiamo noi, il SW lo inventiamo noi, sappiamo sicuramente se sono presenti patch o problemi HW che possono rendere vulnerabile il sistema.

Non ci arrivo, niente non ci arrivo. :P
Che devi liberalizzare, (sarai influenzato dalle cronache di questi giorni).
haaaaaaaaaaaaaaa, forse ho capito, tu dici che il circuito anti-intrusione è un dispositivo a parte che ognuno può implementare come meglio crede, e quindi è conosciuto solo a chi lo realizza e non
a tutti quelli che decidono di realizzare la scheda.

Ciao.

AvrDudeQui front end per avrdude https://gitorious.org/avrdudequi/pages/Home

Testato

dico la mia anche se e' brutale, io credo che tu voglia commercializzare questo prodotto, sfruttando collaboprazioni gratuite per lo sviluppo. Questo non e' negativo in assoluto, specialmente se poi si mette a disposizione di tutti hw e sw, pero' sarebbe corretto dirlo.
- [Guida] IDE - http://goo.gl/ln6glr
- [Lib] ST7032i LCD I2C - http://goo.gl/GNojT6
- [Lib] PCF8574+HD44780 LCD I2C - http://goo.gl/r7CstH

Giuseppe G.

per maurotec:
Quote
Non ci arrivo, niente non ci arrivo. smiley-razz
Che devi liberalizzare, (sarai influenzato dalle cronache di questi giorni).
haaaaaaaaaaaaaaa, forse ho capito, tu dici che il circuito anti-intrusione è un dispositivo a parte che ognuno può implementare come meglio crede, e quindi è conosciuto solo a chi lo realizza e non
a tutti quelli che decidono di realizzare la scheda.

Ciao.


:smiley-fat:
Il concetto è proprio questo, liberalizzare l'idea di autocostruirsi un antifurto di un certo livello "PERSONALE".




per testato:
Quote
dico la mia anche se e' brutale, io credo che tu voglia commercializzare questo prodotto, sfruttando collaboprazioni gratuite per lo sviluppo. Questo non e' negativo in assoluto, specialmente se poi si mette a disposizione di tutti hw e sw, pero' sarebbe corretto dirlo.


Probabilmente hai sempre la puzza sotto il naso.

Io non voglio creare niente che poi voglia vendere, anche perchè sarà un progetto personale OPEN SOURCE.

Hai compreso la risposta che ho dato a maurotec?

Il tuo pensiero lo conosciamo, allora se altri la pensano diversamente da te, non cercare di portare fuori strada il mio.


Saluti.  ]:D

PS:  testato ho fatto qualcoosa che non dovevo ?   :smiley-roll:
Un saluto a tutta la comunità.
Giuseppe G.

Testato

Figurati no hai sbagliato nulla, a limite sono io che sbaglio. Ho la abitudine di dire quello che penso, e questa è la impressione cher ho avuto. Tu dici che non è cosi, pace. E cmq come ho scritto non ci sarebbe stato nulla di negativo nemmeno se fosse stato per motivi commerciali. Arduino nasce senza limiti su questo fronte, i progetti possono essere free o a pagamento, open o closed.

Io ad esempio rientro mella strana nicchia del free/closed source  :)
- [Guida] IDE - http://goo.gl/ln6glr
- [Lib] ST7032i LCD I2C - http://goo.gl/GNojT6
- [Lib] PCF8574+HD44780 LCD I2C - http://goo.gl/r7CstH

leo72


Io ad esempio rientro mella strana nicchia del free/closed source  :)

No, te rientri nella categoria del "non condivido ma mi piacerebbe farlo... forse"  XD


Go Up