Go Down

Topic: ArduoAlarmMega / ArduoMegaAlarm (Read 19678 times) previous topic - next topic


io metterei come rperogativa il fatto che debba essere senza fili, nessuno puo' permettersi di sfondare casa per sistemare una decina di sensori


Solitamente di base le centraline commerciali offrono connessioni filari verso i sensori e c'è un modulo aggiuntivo che si innesta sulla scheda principale per fornire funzionalità wireless. Questa sicuramente da un grado di libertù maggiore che avere tutto su una scheda, perchè il modulo wireless potrebbe subire modifiche senza intervenire sulla scheda madre.

Ciao.
AvrDudeQui front end per avrdude https://gitorious.org/avrdudequi/pages/Home

Giuseppe G.

#16
Feb 22, 2013, 11:24 pm Last Edit: Feb 22, 2013, 11:27 pm by Giuseppe G. Reason: 1
Ok.... cominciamo.  :smiley-roll-sweat:

Così, almeno si sà di cosa si stà parlando.  :P


Primo prospetto delle caratteristiche di base:

- Main Board ArduinoMega 2560
- doppia Alimentazione (rete/Batteria tampone) con controllo carica batteria automatico
- display lcd (preferibile minimo 20x4)
- tastiera PS2 (quella dei PC) o dedicata multiplex / analogica
- buzzer / sirena interna
- 16 Ingressi filari (multingresso impulsi o bilanciati con tamper 24h)
- 32 ingressi radio (sensori e radiocomandi con controllo anti jumming)
- ritardi ingressi, uscite configurabili
- 2/4 zone composte da più sensori
- 16 utenti
- 2 ingressi dedicati per le chiavi meccaniche
- 8 uscite completamente configurabili (sirena, lampeggianti, comando combinatore, etc..)
- protezione del sistema sotto password
- almeno ultimi 256 eventi su rom con spool automatico
- autoattivazione / disinserimento ad orario, quindi eventualmente RTC inclusa
- programmazione da PC con software dedicato
- parametri di configurazione su eprom
- etc......


Cominciamo dallo stadio di alimentazine.

Occorre prevedere l'utilizzo di una batteria tampone da 12Vdc 5-7a, quindi trasfo da 15Vac 30Va per garantire almeno 2A.
Da dedicare almeno 2 pin di arduino (n.1 outdigit e n.1 inanalog)


Qualcuno ha idee o si utlizza il vecchio circuito di ArduoAlarm con qualche modifica?  :smiley-roll:


Un saluto a tutta la comunità.
Giuseppe G.

Giuseppe G.

:)

Ecco la bozza dello stadio di alimentazione.


Un saluto a tutti.
Giuseppe G.
Un saluto a tutta la comunità.
Giuseppe G.

Non vedo perchè cambiare ciò che ha dimostrato di funzionare.

Questo circuito andrebbe su scheda separata?

Ciao.
AvrDudeQui front end per avrdude https://gitorious.org/avrdudequi/pages/Home

Testato

strano schema,
perche' la lampada ?
i 13,8v credo tu non li raggiunga ne' con tensione di rete presente ne a batteria
- [Guida] IDE - http://goo.gl/ln6glr
- [Lib] ST7032i LCD I2C - http://goo.gl/GNojT6
- [Lib] PCF8574+HD44780 LCD I2C - http://goo.gl/r7CstH

Guforil

Ciao Giuseppe  e a tutti
come precisato lato hardware sono più scarsino ma compenso con l'impegno:)
Comunque perchè non mettere  un lettore rfid con chiavette assegnate agli utenti?
Non sò se può esser fattibile però negli allarmi in commercio c'è la possibilità  di poter dare ad un utente l'accesso solamente in determinati orari.
Io per la tastiera opterei  per una tastiera dedicata

Per l'alimentazione  visto che quella del vecchio progetto era funzionante si potrrebbe riprendere

Guforil

Ah dimenticanza mettere un modulo gsm per l'invio delle notifiche?

Giuseppe G.

:smiley-roll:
Per Testato.

Quote
strano schema,
perche' la lampada ?
i 13,8v credo tu non li raggiunga ne' con tensione di rete presente ne a batteria


Io invece credo proprio di si e penso che si superi anche. Lo stabilizzatore 7812, se collegato in modalità diretta (pin 1= Vin, pin 2=GND e pin 3=Vout) tende a mantenere la tensione di uscita pari a 12,0x V con un carico max di 1,5A circa.

Se inseriamo come nello schema, un led in serie al pin 2 verso massa polarizzandolo, andiamo ad aggingere una tensione di stabilizzazione pari a 12+ (1,8-2v), in base alla colorazione del led utilizzato. Questo farà sì che la tensione stabilizzata, si porti a 13,8 - 14V.
Il transistor, mi permetterà di pilotare questa tensione, nel caso ce ne sia di bisogno, tramite arduino.

La lampada, in realtà è uno shunt da 12V 5W, funge da carica massima con batteria scarica o guasta, limitando una corrente di circa 200-300mA, per evitare lo spegnimento completo della centrale nel caso di guasto o batteria molto scarica, che potrebbe danneggiare anche lo stabilizzatore, ponte a diodi  e trasfo.

Un saluto a tutta la comunità.
Giuseppe G.

Testato

Io continuo a credere di no  :)
Oltre al led hai messo un secondo diodo, quindi con Led bypassato non si raggiunge 13,8 e con Led inserito si superano.
A batteria invece hai il diodo in serie e quindi anche in questo caso niente 13,8

Per la lampada era chiara la funzione, chiedevo perche una lampada e non la resistenza. Non ha senso mettere un filamento che poi si rompe, per usura o colpi meccanici. La resistenza non si fulmina  :)
- [Guida] IDE - http://goo.gl/ln6glr
- [Lib] ST7032i LCD I2C - http://goo.gl/GNojT6
- [Lib] PCF8574+HD44780 LCD I2C - http://goo.gl/r7CstH


Io continuo a credere di no  :)
Oltre al led hai messo un secondo diodo, quindi con Led bypassato non si raggiunge 13,8 e con Led inserito si superano.
A batteria invece hai il diodo in serie e quindi anche in questo caso niente 13,8

Per la lampada era chiara la funzione, chiedevo perche una lampada e non la resistenza. Non ha senso mettere un filamento che poi si rompe, per usura o colpi meccanici. La resistenza non si fulmina  :)



ehhh invece si. :P

Il piedino GND del 78xx è un pin di riferimento, se questo pin lo poni a GND la tensione di uscita del 78xx sarà quella stampigliata sul case, se sollevi il riferimento di Vref la tensione di uscita sarà VTot = Vout+Vref. Se ipotiziamo una tensione di 2 Volt per il led e 0.7 per il 4148 Vtot = 12 + 2.7 = 14.7.

A questi 14.7 volts dobbiamo sottrarre la tensione rubata dal diodo in uscita che è ancora ipotizabile essere di 0.7volt quindi 14.7 - 0.7 = 14.

Per la lampadina in effetti c'è il problema meccanico, in sostituzione si può usare una resistenza oppure un PTC.

Il tipo di batteria sovente usata (PB gel) può essere ricaricata anche a corrente costante e tollera benissimo correnti di carica x2. Con il circuito in questione si ricarica a tensione costante e si lascia alla batteria il compito di regolare la corrente che comunque è limitata dal resistore.

Ora vediamo se trovo un ptc adatto a fare scorrere una corrente di 300mA circa, con la possibilità di lasciare al utente la scelta fra alcuni valori.

Il diodo di uscita della batteria dovrà essere uno schottky da 1A o più, ma credo che 1A basti e avanzi perchè la centralina non assorbirà così tanto.

Il fusibile sulla uscita di batteria può essere controproducente, ma ci andrebbe messo un fusibile rapido da 2A che serve solo nel caso di corto circuito, ma in questo caso il diodo deve sopportare la corrente di corto almeno per un breve periodo, diversamente il diodo potrebbe fungere da fusibile e non è quello che vogliamo.

ciao.
AvrDudeQui front end per avrdude https://gitorious.org/avrdudequi/pages/Home

Testato

Mannaggia mi ha fregato il diodo in uscita dall'LM :)
Per il resto siamo d'accordo  :)
- [Guida] IDE - http://goo.gl/ln6glr
- [Lib] ST7032i LCD I2C - http://goo.gl/GNojT6
- [Lib] PCF8574+HD44780 LCD I2C - http://goo.gl/r7CstH

Ho trovato questo PTC da 5.6 ohm su RS: http://it.rs-online.com/web/p/termistori/7062856/

5.6 ohm a 25 °C, man mano che scalda la resistenza cresce, lavora fino a 120 °C.


Mannaggia mi ha fregato il diodo in uscita dall'LM :)
Per il resto siamo d'accordo  :)

hihihihihi :D

Stranamente mi hai fatto pensare ai varisistor; in entrata al trasfo ci potrebbe stare comodo un 275VAC.

Ciao.

AvrDudeQui front end per avrdude https://gitorious.org/avrdudequi/pages/Home

Testato

Un altra strada è anche quella di usare un alimentatite esterno, se si brucia per scariche elettriche, sbalzi tensione ecc, lo cambi e via. Il mio antifurto è cosi, ed ormai molta elettronica ragiona cosi, decoder, router switch ecc
- [Guida] IDE - http://goo.gl/ln6glr
- [Lib] ST7032i LCD I2C - http://goo.gl/GNojT6
- [Lib] PCF8574+HD44780 LCD I2C - http://goo.gl/r7CstH

Giuseppe G.

:smiley-roll:

MauroTec, questa "Leaded PTC Disk Thermistor, 120°C, 5.6R", potrebbe essere la soluzione, ma in caso di corto della batteria, credo bruci. (se sopporta 12Vcd diretti senza bruciare può fare al caso nostro)

La lampadina consigliata da mè, è la classica lampadina delle luci di posizione con reoforo da saldare direttamente sul circuito.

Questa la massimo si accende, segnalando il guasto batteria.
Un saluto a tutta la comunità.
Giuseppe G.

Testato

Tiene 63v. Non brucia perché salendo di temperatura arriva a 1MOhm.
La lampada proprio non si può guardare, anche se la mettiamo blu  :)
- [Guida] IDE - http://goo.gl/ln6glr
- [Lib] ST7032i LCD I2C - http://goo.gl/GNojT6
- [Lib] PCF8574+HD44780 LCD I2C - http://goo.gl/r7CstH

Go Up