Pages: [1] 2   Go Down
Author Topic: Lettore RFID per gestione pratiche studio legale  (Read 1971 times)
0 Members and 1 Guest are viewing this topic.
Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 6
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ciao a tutti, vorrei proporre ad uno studio legale la mappatura dell'ambiente di lavoro e la etichettatura RFID di tutti i fascicoli dell'archivio.
Succede spesso che i fascicoli non si trovino e la segretaria occupa per le ricerche il 70% della giornata lavorativa.
In quanto vorrei fare dei test prima di proporre questa soluzione, vorrei capire se sia possibile realizzare un lettore RFID con Arduino.
Il funzionamento dovrebbe essere questo
1 - inserire il numero di pratica del fascicolo perduto o il codice dell'etichetta con tastierino alfanumerico.
(l'etichetta RFID dovrebbe poter contenere solo un suo codice univoco di fabbrica - pertanto si dovrebbe interfacciare un db con l'attribuzione del numero di pratica e altri campi come le parti della causa... etc)
2 - passare il sensore tra i cassetti e gli schedari e gli armadi contenenti le pratiche riposte in cartelle sospese una accanto all'altra. La maggior parte degli schedari sono in metallo. Il sensore dovrebbe trovarsi a circa 5-20 cm dalle etichette.
3 - bippare quando ha trovato il tesoro.

Ho visto che sono stati studiati dei sistemi anche complessi utilizzando questa tecnologia, soprattutto per biblioteche e studi legali.
http://www.excelling.it/applicazioni/289-gestisci-la-biblioteca-e-le-pratiche-con-la-tecnologia-rfid
http://www.libbest.com/rfid.html

Potreste consigliarmi l'hardware da acquistare (ho solo un Arduino al momento) per realizzare questo progetto?
Devo beccare anche un posto dove vendono delle etichette RFID, ho visto che su eBay ce ne sono ma non sono sicuro siano quelle giuste.

Grazie a tutti.
Logged

BZ (I)
Online Online
Brattain Member
*****
Karma: 258
Posts: 21502
+39 349 2158303
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Secondo me l' unica soluzione veramente funzionante é tenere un rigido sitema di posizionamento e un sistema ( anche un foglio) di log chi ha in consegna una pratica. LE pratiche per definizione possono essere solo in determinati posti.

Il Tuo sistema proposto per esempio fa trovare una pratica se viene cercata nel posto giusto. Se la pratica si trova su una scrivania di qualcuno a cui non si pensa che l'abbia no la trovi. Le etichette RFID hanno un certo raggio di azione. 20 cm per una pratica é poco. La pratica potrebbe essere stata inserita al rovescio (col RFID che viene a essere posizionato dietro non davanti) oppure essere caduta dietro le altre praticce con la consequenza che il lettore non la puó vedere. Non so quanto attenua un armadio di metallo il segnale di lettura a cause del asorbimento di potenza del segnale di lettura (correnti parasite).
Ciao Uwe
Logged

Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 6
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Sì @uwefed, sono d'accordo con te, un rigido criterio di catalogazione delle pratiche aiuta tantissimo uno studio legale, ma non è questo il punto.
Non ho la possibilità (né la voglia) di far cambiar testa alla segreteria. Non faccio parte della segreteria.

Per quanto riguarda il raggio di azione delle RFID e l'attenuazione del segnale dovuto alla vicinanza di oggetti di metallo etc... potrebbe anche bastare una scansione a cassetto aperto, le pratiche sono posizionate tutte allo stesso modo, e se si posiziona l'etichetta al centro della cartellina, essendo un foglio A4 largo 21cm, lo scanner passerebbe ad una distanza di 12cm circa. Per pratica intendo una cartellina con all'interno delle carte.
Proprio ieri ho visto un documentario in cui facevano vedere il funzionamento di queste etichette in una catena di abiti femminili, passavano gli scanner su degli scatoloni imballati per rendicontare la merce arrivata, e lo scatolone sembrava largo almeno 60 cm...
(edit: sembrava --> )

In ogni caso, mettendo da parte l'idea dello studio legale, mettiamo il caso che voglia etichettare con sensori RFID degli oggetti e poi voglia ritrovarli con uno scanner inserendo un codice che identifica quell'oggetto, siccome vorrei fare dei test e non ho intenzione di acquistare uno scanner RFID, avete qualche soluzione da suggerirmi per costruire un lettore di etichette RFID con Arduino?

Grazie
« Last Edit: March 16, 2013, 11:02:55 am by MrToaD » Logged

BZ (I)
Online Online
Brattain Member
*****
Karma: 258
Posts: 21502
+39 349 2158303
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

potrebbe anche bastare una scansione a cassetto aperto, le pratiche sono posizionate tutte allo stesso modo, e se si posiziona l'etichetta al centro della cartellina, essendo un foglio A4 largo 21cm, lo scanner passerebbe ad una distanza di 12cm circa. Per pratica intendo una cartellina con all'interno delle carte.
I RFID passivi sono delle spire collegate a un microcip. Il lettore emana un segnale in radiofrequenza che aliemnta il chip e quello da un segnale di risposta. La portata maggiore ha quando l'a spira del lettore é paralella alla spira del RFID. se metti il RFID su un foglio all interno della pratica la lettura in paralello del dorso funzioneá male.

Quote from: MrToaD
In ogni caso, mettendo da parte l'idea dello studio legale, mettiamo il caso che voglia etichettare con sensori RFID degli oggetti e poi voglia ritrovarli con uno scanner inserendo un codice che identifica quell'oggetto, siccome vorrei fare dei test e non ho intenzione di acquistare uno scanner RFID, avete qualche soluzione da suggerirmi per costruire un lettore di etichette RFID con Arduino?

Grazie

Il lettore in se (non intendo l' apparecchio intero ma il crcuito di trasmissione/ricezione del segnale) devi sempre comprarlo. L' elaborazione dei dati ricevuti puó fare Arduino.

Ciao Uwe
Logged

Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 6
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Il lettore in se (non intendo l' apparecchio intero ma il crcuito di trasmissione/ricezione del segnale) devi sempre comprarlo. L' elaborazione dei dati ricevuti puó fare Arduino.

... e infatti io proprio per questo ho chiesto aiuto nel mio primo post. Ripeto, ho l'Arduino, con quali schede accessorie posso riuscire a trasformarlo in un lettore di etichette RFID?
Ovviamente intendo acquistarle, non rubarle e neppure raccoglierle su un albero.
Logged

BZ (I)
Online Online
Brattain Member
*****
Karma: 258
Posts: 21502
+39 349 2158303
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Mi sono guardati il filmato.
Al minuto 2:35 viene letto il RFID di ogni capo da un lettore sotto il tavolo e l'etichetta da un lettore barcode posizionato sopra vicino il monitor.
Al minuto 2:49 non viene scannerizzato gli RFID del contenuto dei cartoni ma il RFID del cartone.
Al minuto 3:35 e 3:56, il controllo se tutte le giacche sono nella spedizione é fatto dal lettore con l'antenna che é quel panello grigio retangolare dietro il tipo.
Il lettore portatile sembra che abbia un raggio di' azione di una decina di cm.

Ciao Uwe
Logged

Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 6
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

In effetti sembra proprio che sia così come dici tu. Ieri nel documentario su Sky mi è sembrato che la voce narrante dicesse un'altra cosa.

Ma è anche probabile che esistano delle etichette RFID che ricevono segnali da una distanza maggiore... visto che esistono delle aziende che pubblicizzano questa tecnologia per fare ciò che vorrei fare io.

Edit:
al m/s 2.50 in questo filmato il tizio dice che si possono contare gli oggetti contenuti nelle scatole passando lo scanner dall'esterno


Edit 2:
al m/s 5.17 il tizio fa più o meno ciò che vorrei provare a fare io, cerca un oggetto in un mare di oggetti etichettati. E' chiaro che devo conoscere almeno la stanza in cui si trova il fascicolo, o ne devo visitare tre o quattro prima di trovarlo. Ma questo mi sta bene.
« Last Edit: March 16, 2013, 01:46:47 pm by MrToaD » Logged

Switzerland
Online Online
Faraday Member
**
Karma: 113
Posts: 5947
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Se ti interessano distanze maggiori e capacità di gestione delle "collision" (... perché leggendo contemporaneamente più RFID è normale che capiti e va gestito), ti occorrono probabilmente RFID e lettori UHF.

Sono tag industriali, un bel po' più costosi, ma si arriva a leggerli anche da 1 o 2 mt. e anche 150/200 assieme (... anche i lettori, con queste capacità, non sono proprio economicissimi).

Prova a cercare "UHF RFID" ... smiley

Guglielmo
Logged

Search is Your friend ... or I am Your enemy !

0
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 24
Posts: 2309
Have you mooed today?
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ciao, un "collega" aveva lavorato a questo progetto:
http://www.ritrova.it/archives/82
e di fatto fa quel che tu proponi.
Non ricordo la tecnologia rfid utilizzata, ma mi raccontava che era in grado di leggere etichette rfid anche di documenti posizionati in archivi compattabili (quindi a distanze variabili e con metallo in mezzo).

EDIT
contattato, mi ha riportato la tecnologia utilizzata: come tag UHF, come reader RFID CAEN su hardware custom.
« Last Edit: March 20, 2013, 11:06:16 am by pitusso » Logged

BZ (I)
Online Online
Brattain Member
*****
Karma: 258
Posts: 21502
+39 349 2158303
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Un raggio di azione troppo ampio non é utile. Se metá archivio viene letto in una volta allora siamo di nuovo li a dover cercare un numero svariato di scaffali. Per esempio se la pratic anon é messa sotto UWe Federer ma sotto Federer Uwe. Hai voglia di trovarla.   smiley-wink smiley-wink smiley-wink

Ciao Uwe
Logged

Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 6
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Vi ringrazio tutti per i vari link e per le osservazioni sul "ne vale la pena oppure no".
Interessante il prodotto "Ritrova" che nel 2010 costava 8.000 euro... acciderbolina!!!

Ma nessuno sino ad ora ha risposto alla mia domanda:
quale shield - secondo voi - mi conviene acquistare per costruire un lettore RFID con il mio Arduino?
Immagino - ovviamente - dipenda dal tipo di etichette RFID che andrei ad utilizzare.

grazie
Logged

BZ (I)
Online Online
Brattain Member
*****
Karma: 258
Posts: 21502
+39 349 2158303
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Immagino - ovviamente - dipenda dal tipo di etichette RFID che andrei ad utilizzare.

È propio quello il punto. Devi prima capire quali etichette fanno al caso Tuo. Poi il resto si sceglie di conseguenza.

Ciao Uwe
Logged

Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 6
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ho acquistato 5 etichette di questo tipo

http://www.evola.fr/product_info.php/en/rfidnfc-tag-1356mhz-self-adhesive-p-256



Non mi sembra però che vi sia la possibilità di ottenere/costruire un lettore con Arduino abbastanza potente da riuscire a leggere ad una distanza di 15/20 cm...
mi sa che dovrò recuperare necessariamente un lettore professionale. Consigli?
Logged

Senago - Milano
Offline Offline
God Member
*****
Karma: 3
Posts: 508
Arduino rocks
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Hai preso delle etichette 13.56MHz che sono anche compatibili con NFC, cioè il lettore integrato in alcuni cellulari.
Il mio consiglio sarebbe quello di prendere un cellulare Android con NFC, e ti fai tutto via software (inserimento numero pratica -> beep se pratica presente nel fascicolo)
Non funzionerà mai a 20 centimetri, io al max ho visto leggere fino a 4 cm per grazia divina.
Non attaccare queste etichette al metallo, altrimenti non andranno mai.
Logged

Fidenza, Parma
Offline Offline
God Member
*****
Karma: 9
Posts: 783
Arduino rocks
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Il progetto non è fattibile con dei normali RFID!
Mi sembra che il tag si alimenti con il lettore, carica un suo condensatorino ed alimenta il chip...
Il chippino cortocircuita l'antenna e il lettore controllando l'assorbimento "legge" il segnale.
Se ce ne sono già due vicini è come se urlassero uno sull'altro... Immaginati un cassetto con 20 cascicoli!!
Logged

ArduMAP: Mappa degli utenti che utilizzano Arduino.
http://www.guglio.net/ArduMAP

Pages: [1] 2   Go Up
Jump to: