Go Down

Topic: Servomotori o Motori passo passo? (Read 723 times) previous topic - next topic

TheSimoKx

Salve a tutti.
Sono uno studente e le vacanze da scuola sono, ovviamente, origine di svago e io mi diverto con Arduino. :D
Avevo in mente di comprare qualche pezzo per iniziare a costruire un modestissimo robot. Ma mi sono imbattuto in questa domanda:
Servomotori o Motori passo passo?
Me lo chiedo perchè nella maggior parte dei tutorial che ho visto su internet parlano di come comandare motori passo passo, ma nel contempo mi pare di aver capito che i servomotori sono "più completi".
Qualcuno è, gentilmente, in grado di spiegarmi la reale differenza tra questi due tipi di motori e quale dei due fa al caso mio? ( con caso mio intendo un novellino che vuole provare a far muovere 2 ruote :) )

Grazie
Saluti

uwefed

Un motore passo passo fa un passo a ogni passo di pilotaggio. Deve essere alimentato permanentemente per tenere la posizione.

Un servo (parliamo di quelli da modellismo) hanno un motore DC, un ingranaggio un potenziometro che sente la posizione e l' elettronica che posiziona l' albero di uscita nell aposizione comandata dall segnale di pilotaggio. L' angolo di movimento del alberi uscita é normalmente 180 gradi ma ci sono modelli speciali che fanno piú giri oppure altri che girano di continua. Possono essere modificati per ruotare di continuo.

Che tipo di robot vuoi costruirti?

Ciao Uwe

TheSimoKx

Grazie della risposta, prima di tutto.
Il robot che ho in mente non è nient'altro che un semplice robot evita ostacoli.
Ho visto qualche progettino su internet e, da quanto ho capito, per la rilevazione degli ostacoli necessito di un sensore per gli ultrasuoni.

Avevo anche in mente di farlo su 2 ruote, "In piedi" possiamo dire. Ma a pelle mi sembra più complesso quindi mi andrebbe benissimo farlo anche su 4 ruote.

Saluti

leo72

Per costruire un robot base non ti bastano 2 motoriduttori? Sono semplici motori in continua con una serie di ingranaggi che ne diminuiscono la velocità di rotazione aumentando la coppia. Rispetto agli altri motori sono semplici da pilotare e non devi modificarli.
Come robot per iniziare (che poi è la stessa cosa che prima o poi vorrei realizzare io) potresti pensare ad una coppia di 2 ruote collegate ad altrettanti motoriduttori con una terza pivotante per permettere un semplice cambio di direzione.

Come "occhi" per evitare gli ostacoli o gli ultrasuoni oppure gli iR.

TheSimoKx

Grazie del consiglio!

Essendo nuovo in questo mondo non sapevo dell'esistenza di motoriduttori!
Quindi in definitiva tu mi consigli di comprare questi?

Se ho capito bene mi servirebbero: 4 ruote e una pivottante, e 5 motoriduttori per comandare le rispettive ruote. Più ovviamente il sensore a ultrasuoni o iR per gli ostacoli.

Esatto?

nid69ita

#5
Mar 25, 2013, 02:53 pm Last Edit: Mar 25, 2013, 02:56 pm by nid69ita Reason: 1
No, ti bastano 2 ruote + 1 pivottante e perciò 2 soli motoriduttori, uno per la dx e una per la sx.
Se tieni fermo il motore dx giri a dx, se fermi sx giri a sx e se tutti e due in moto vai dritto.
esempio di chassis:
http://www.ebay.it/itm/121049610199?ssPageName=STRK:MESINDXX:IT&_trksid=p3984.m1436.l2649#ht_1195wt_1113

E' il modo più semplice.
Poi potresti farlo con 4 ruote, come l'automobile, con un motore solo per avanti/indietro e un motore per lo sterzo.
Ma in questo caso hai il problema che quando curvi le ruote fanno una quantità di strada differente e perciò bisognerebbe usare un differenziale (come nelle auto).

Nel caso del 2 ruote avrai la difficoltà di andare dritto in quanto i due motori difficilmente sono esattamente identici. Ma questo è il meno e ci si pensa dopo.
my name is IGOR, not AIGOR

leo72

Mea culpa, ho scritto "coppia di 2 ruote", è un pò ridondante... Sì, intendevo 2 ruote di numero più la pivotante.

Go Up