Pages: [1]   Go Down
Author Topic: Motore per CNC  (Read 788 times)
0 Members and 1 Guest are viewing this topic.
Fidenza, Parma
Offline Offline
God Member
*****
Karma: 9
Posts: 783
Arduino rocks
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ciao a tutti, ho un dubbio su questo motore: http://www.rta.it/pdf/103-H7126-6640.pdf
Quanta potenza in Watt sviluppa? La scheda parla di "BIPOLAR CURRENT"=5.6A ma nel grafico a destra mostra la coppia a 24/48/75volt, l'assorbimento in Ampere è sempre lo stesso?

Grazie.
Logged

ArduMAP: Mappa degli utenti che utilizzano Arduino.
http://www.guglio.net/ArduMAP

Disperso nel nauseante oceano della burocrazia
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 77
Posts: 2461
Io sono l'ultimo,
e parlero' al vuoto
in ascolto.
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Quei dati sembrano un po "strani" ... 5,6A, con una resistenza degli avvolgimenti di 0,3 ohm ? ... vorrebbedire doverli pilotare ad 1 volt e mezzo, piu o meno ... forse e' meglio che ne usi un'altro tipo, di passo NEMA23 come quello ce ne sono molti tipi diversi, e trovarne qualcuno con correnti e tensioni di funzionamento un po piu "umani" ti causerebbe meno problemi ...

Se poi ti serve per un cnc fatto in casa, ci sono anche i kit con i 3 motori e l'azionamento ...

Logged

"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

Fidenza, Parma
Offline Offline
God Member
*****
Karma: 9
Posts: 783
Arduino rocks
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Esatto anche a me sembravano dati un po' strani!
Mi avevano consigliato anche questo NEMA23 (http://www.ebay.it/itm/German-Ship-Free-Ship-3-pcs-Nema-23-Stepper-Motor-3A-425-oz-4leads-dual-shaft-/271185925569?pt=Motoren_Getriebe&hash=item3f23f0d5c1&_uhb=1#ht_4926wt_1282)

Però passiamo da un estremo all'altro!
Quello là parlava di 24-75 volt a 5A, qui invece dice 4.8volt a 3A e la forza pare sia la stessa... potrei quindi pilotarlo con 5 comodi volt da un alimentatore per PC?

Grazie mille.
Logged

ArduMAP: Mappa degli utenti che utilizzano Arduino.
http://www.guglio.net/ArduMAP

Rome (Italy)
Offline Offline
Tesla Member
***
Karma: 120
Posts: 9158
"Il Vero Programmatore ha imparato il C sul K&R, qualunque altro testo è inutile e deviante."
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Quei dati sembrano un po "strani" ... 5,6A, con una resistenza degli avvolgimenti di 0,3 ohm ? ..

Non sono per niente strani visto che parliamo di stepper che sono motori che vanno controllati in corrente e non in tensione, lo stepper della RTA è un ottimo motore, quello del link ebay è una ciofeca cinese che vale meno di quello che costa.
Vale per tutti gli stepper, attenzione a non fare confusione tra la tensione di stallo, quella che consente di far passare la corrente nominale in funzione del valore puramente resistivo degli avvolgimenti, con la tensione per far passare la stessa corrente con il motore in rotazione, in questo caso entra in gioco la f.c.e.m. che fa alzare subito il valore della tensione.
Poi c'è il fattore induttivo che richiede una tensione molto maggiore di quella nominale, almeno quattro volte, per il regime di rotazione massimo in modo da ridurre il ripple e mantenere la corrente il più costante possibile.
In tutti i motori è bene che gli avvolgimenti possiedano la minore resistenza ohmmica possibile perché così è maggiore l'efficienza e scaldano di meno, quindi un motore con resistenza delle fasi di 0.3 ohm è di gran lunga migliore di un motore con 1.6 ohm di resistenza.
Logged

Disperso nel nauseante oceano della burocrazia
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 77
Posts: 2461
Io sono l'ultimo,
e parlero' al vuoto
in ascolto.
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Vero per quanto riguarda l'efficenza, ma cosi ti costringe ad usare anche dei drivers ad alta corrente, che costano molto di piu, ecc .  ...

E' un po anche una questione di proporzioni ... se ci devi fare un CNC con qualita' industriale e per uso "pesante", ti tocca scegliere il materiale migliore e pagarlo molto di piu ... se invece uno vuole solo farsi un cnc "casalingo" o per esperimenti, ma che poi pensa di usare poco o nulla, non ha senso spendere 10 volte la cifra che ti costerebbe il materiale "cinesotto" smiley-razz smiley-grin
Logged

"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

Rome (Italy)
Offline Offline
Tesla Member
***
Karma: 120
Posts: 9158
"Il Vero Programmatore ha imparato il C sul K&R, qualunque altro testo è inutile e deviante."
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Vero per quanto riguarda l'efficenza, ma cosi ti costringe ad usare anche dei drivers ad alta corrente,

Mica è vero, la corrente dipende dalle caratteristiche magnetiche del motore, il che coinvolge sia i magneti permanenti che il numero di spire degli avvolgimenti, e non ha nulla a che fare con la resistenza del rame, questa semmai ha effetti sulla tensione di stallo per far scorrere il valore nominale, o massimo, di corrente.

Logged

Disperso nel nauseante oceano della burocrazia
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 77
Posts: 2461
Io sono l'ultimo,
e parlero' al vuoto
in ascolto.
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Scusa, intendevo correnti di picco, proprio per le condizioni di inversione, sforzo e stallo  smiley

Ad esempio, noi usavamo motori flat della Escap P532 258 004 10 a 6V dati per 1,4A con gli L298, che sono dati per 2A continui, alimentati a 24V e limitati in corrente, per dei tendifilo ad alta velocita', e dopo qualche ora di attacca-stacca i drivers ed i relativi dissipatori erano abbastanza caldi da non poterci tenere su le dita, nonostante la ventilazione forzata ... cosa che non succedeva se, ad esempio, li accendevi e li lasciavi andare anche per ore in continuazione ... erano i continui picchi di corrente delle accensioni/spegnimenti/sforzi... e dato che su un CNC i motori funzionano piu o meno nello stesso modo, a cicli ripetuti e continui cambi ...
Logged

"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

Rome (Italy)
Offline Offline
Tesla Member
***
Karma: 120
Posts: 9158
"Il Vero Programmatore ha imparato il C sul K&R, qualunque altro testo è inutile e deviante."
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Scusa, intendevo correnti di picco, proprio per le condizioni di inversione, sforzo e stallo  smiley

Stiamo parlando di stepper, come ti ho già detto vanno controllati in corrente e non in tensione, ovvero il controller adatta la tensione in uscita per mantenere costante la corrente che scorre nel motore indipendentemente dal numero di giri e dal carico meccanico, ovviamente questo è possibile solo entro i limiti elettromeccanci del motore, se li superi perdi i passi.

Quote
dopo qualche ora di attacca-stacca i drivers ed i relativi dissipatori erano abbastanza caldi da non poterci tenere su le dita, nonostante la ventilazione forzata ... cosa che non succedeva se, ad esempio, li accendevi e li lasciavi andare anche per ore in continuazione ...

Se fai scorrere 1.4A continui in un L298 è normale che scalda molto visto che i finali sono dei transistor con tensioni di caduta prossime a 2V, in pratica con 1.4A per fase devono dissipare 1.4x2 x 2 = 5.6 Watt.

Quote
erano i continui picchi di corrente delle accensioni/spegnimenti/sforzi... e dato che su un CNC i motori funzionano piu o meno nello stesso modo, a cicli ripetuti e continui cambi ...

Ma assolutamente no se il controller è realizzato come si deve, se poi sono fatti male allora tutto è possibile.
Dato che il driver di potenza del controller è un generatore di corrente costante non esistono picchi di spunto, la corrente è sempre il valore nominale anche all'avvio, salvo il tempo di intervento della regolazione, però è una manciata di us durante i quali la corrente non può salire più di tanto e il valore rms della corrente, che è quello che conta sul serio, rimane praticamente quasi "inchiodato" al valore nominale al netto del ripple, quest'ultimo non può essere azzerato completamente però al massimo parliamo di una ondulazione +/-50 mA per ogni Ampere.
Logged

Fidenza, Parma
Offline Offline
God Member
*****
Karma: 9
Posts: 783
Arduino rocks
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Alla fine pensavamo di prendere questi:
http://www.ebay.it/itm/3-PCS-Nema-23-stepper-motor-425oz-in-4-2A-2phase-CNC-Engrave-www-wantmotor-com-/140902534555?pt=LH_DefaultDomain_0&hash=item20ce720d9b#ht_2840wt_952

Code:
Technical Specifications
Voltage:                            3.78VDC
[b]Current:                            4.2 A/phase
[/b]Resistance:                      0.9 Ohm/phase
Inductance:                      3.8 mH/phase
Holding torque:                30Kg-cm       428oz-in
Number of wire leads:     4

Leggo sui forum che i bipolari si pilotano con dei ponti H... A parte il fatto che l' L298 sarebbe assolutamente sottodimensionato... ma quell'integrato genera una corrente costante? Io pensavo fossero 4 semplici transistor e poca altra elettronica in un DIP..
Sapreste indicarmi pressapoco come potrei costruirne il driver? Anche perchè da quel che so io il ponte H pilota un solo avvolgimento... qui ce ne sono due :S :S :S

Grazie per la pazienza!
Logged

ArduMAP: Mappa degli utenti che utilizzano Arduino.
http://www.guglio.net/ArduMAP

BZ (I)
Offline Offline
Brattain Member
*****
Karma: 248
Posts: 21169
+39 349 2158303
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Il L298 in combinazione col L297 puó essere usato come Driver in corrente.
Devi comprare dei Driver adatti per quei motori. Il venditore consiglia questo:  DQ542MA

Ciao Uwe
Logged

Pages: [1]   Go Up
Jump to: