Go Down

Topic: Ardutester - Arduino Component Tester (INCOMPLETO) (Read 64757 times) previous topic - next topic

Testato

#795
Mar 20, 2014, 09:52 am Last Edit: Mar 20, 2014, 12:24 pm by Testato Reason: 1
Mike se ho capito vuoi partire dal fare test sull originale ? Per capire le capacità del progetto originale ?

Ho guardato un attimo gli schemi, il piu' articolato e' quello postato da Paolo, di ClaudiuRadu, ma alla fine tutto il marasma che c'e' a sinistra del micro mi sembra di capire che sia una temporizzazione all'avvio, vedi C3, piu' una bufferizzazione del pulsante, noi qui invece abbiamo usato al semplice pullup interna sul pulsante e per l'alimentazione ci appoggiamo ad arduino stesso. L'unica differenza vera e' quel LM336 su PC4, a cui credo tu ti riferisca.
Paolo ne sai niente ? Si usa forse la AnalogRef integrata del micro sull'attuale tuo codice ? possiamo metterlo anche noi su questo porting (facciamo un fork su un nuovo topic) e si parte con una fase di test.
Io ci sto', farei tre sedute di test, una sul progetto originale con ATMEGA8, uno su questo secondo progetto con il riferimento di tensione, e l'ultimo su 328 e arduino uno su su ultimo fimrware
Obiettivo finale fare il miglior transistortester possibile, su LCD I2C nativo. (sul quale punto mi sembra ci siano problemi, ma ormai io uso solo lcd i2C nativi, e quindi la libreria in firma  :))

- [Guida] IDE - http://goo.gl/ln6glr
- [Lib] ST7032i LCD I2C - http://goo.gl/GNojT6
- [Lib] PCF8574+HD44780 LCD I2C - http://goo.gl/r7CstH

Michele Menniti

Certamente, sull'originale stanno ancora lavorando, non ho idea del perché, spero siano implementazioni e non correzioni; pighi ha deciso di partire da una configurazione minimal ma nessuno sa perché. Prima di imbarcarci in una nuova avventura per un nuovo fallimento, partiamo dal progetto originale e vediamo come va, se la risposta è valida si può pensare di riprenderlo in mano, ma serve qualcuno che sia disposto a fare un porting software completo a partire sempre dall'originale; dal punto di vista hardware si potrà intervenire su qualche dettaglio, a patto di capire come ragiona il software. Se c'è uno che è disposto a montare il circuito e testare il firmware originale e le varie versioni di porting, allora diventa un lavoro di squadra serio. Quindi nell'immediato serve un tester (tu?) per la versione originale, ma a patto di arruolare un softwarista che si prenda l'impegno di fare il porting, lasciando da parte per il momento la querelle IDE/non IDE. Trovato il swista si fa il test e se i risultati sono validi passa tutto nelle sue mani fino a tirare fuori un'alfa; quando si arriva a livello beta, poiché a quel punto si avrà la padronanza completa del firmware si potrà intervenire a livello hardware per i possibili miglioramenti.
Così è un progetto serio, altri modi personalmente li concepisco poco....
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

Testato

Scusa michele non ti seguo, forse non hai letto l'aggiunta al mio post che ho fatto successivamente,
ribadisco qui, il progetto originale e' con le sole resistenze, non esiste una versione hardware minimal, le sei resistenze sono il progetto hw, l'unica differenza e' stata successiva, con l'aggiunta di quel riferimento di tensione a 2,5V.

ricapitolando:
Progetto originale tedesco 1: Solo 6 resistenze
Progetto pighi/paolo: Solo 6 resistenze
Progetto ClaudiuRadu basato su un secondo tedesco, aggiunta Vref2,5 esterna
- [Guida] IDE - http://goo.gl/ln6glr
- [Lib] ST7032i LCD I2C - http://goo.gl/GNojT6
- [Lib] PCF8574+HD44780 LCD I2C - http://goo.gl/r7CstH

leo72


Michele Menniti

Grazie Leo.

Test in effetti ho letto solo la prima riga e non l'aggiunta, che ho visto ora, appena ho un po' di tempo mi guardo meglio lo schema "completo", però se tu riesci a testare il circuito solo 6R tedesco sarebbe una cosa ottima, concordo per l'I2C, mi pare che il problema fosse che il circuito originale usa tutte le porte analogiche, quindi l'I2C andrebbe in conflitto, approfondiamo?
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

Testato

il problema I2C non e' questione di porte (in tutti e 3 i progetti SDA ed SCL sono libere/liberabili) ma crea problemi al riconoscimento dei componenti. La lettura non viene fatta con un analogread ma piu' a basso livello lavorando sull'intera porta ADC, credo questo crea problemi, Paolo sara' piu' esaustivo perche' ricordo che esiste anche la versione I2C poi abbandonata. Cmq e' un problema finale, perche' i test vorrei farli senza lcd ma leggendo i dati su seriale, cosa gia' prevista nel firmware.
Stasera che torno a casa vedo di partire con il test del progetto originale su atmega8
- [Guida] IDE - http://goo.gl/ln6glr
- [Lib] ST7032i LCD I2C - http://goo.gl/GNojT6
- [Lib] PCF8574+HD44780 LCD I2C - http://goo.gl/r7CstH

cece99


a parte Cecé che è troppo di parte

Grazie, eh!
_________
Comunque a me funzionava in maniera "altalenante", Alberto diceva che era perché era su bread board o su 1000 fori. Mi sembra una cosa abbastanza ragionevole.
A me riconosceva tutti i componenti ma dava misurazioni sballate. (Arduino UNO R3)
Ovviamente non sei tenuto a credermi.
C
Il Vero Programmatore non ha bisogno di manuali sull'assembler, sono
  sufficienti i data sheet dei microprocessori.

leo72

Io posso solo dire che ho visto quello che aveva fatto Alberto a Bassano, l'anno scorso, ed a lui gli funzionava. Mentre Paolo smoccolò non poco perché il suo non andava, e poi mi pare scoprì che era per colpa della scheda Arduino usata, se non ricordo male.

lesto

se ricordo giusto, il codice usa il pin 13 che aveva problemi sulle pre-UNO R3 per via del led in parallelo (sulla R3 il led è "disaccoppiato" tramite transistor, eliminando l'interferenza in fase di lettura)
sei nuovo? non sai da dove partire? leggi qui: http://playground.arduino.cc/Italiano/Newbie

Michele Menniti

Cecé, era una battuta, mi rifacevo alla storia dei libretti ABC dove sembravi un Crociato alla difesa di Gerusalemme :smiley-yell:
Certo che ti credo se dici che andava in modo altalenante, plausibile la motivazione della breadboard, un po' meno della millefori, se usata come si deve invidia poco ad un comune PCB.
Riguardo quanto affermate tu, lesto e Leo leggo delle contraddizioni; non so come funziona il software, so che se si usano "frequenze" per calcolare qualche valore allora la UNO è scarsamente indicata a motivo del risuonatore ceramico che ha come oscillatore esterno, mentre la 2009 ha il suo bel quarzo e va decisamente meglio.
Lesto il led su UNO r3 è disaccoppiato tramite un operazionale (solo per correttezza di informazioni), ma poiché si sono scordati (a mio contestabilissimo parere) una R di alto valore sull'ingresso (tipo una 100k o maggiore, che non avrebbe influenzato più di tanto il pin), quel led si accende a suo piacimento, quando il pin è impostato come ingresso.
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

Testato

Quote
The additional 2.5V precision voltage reference connected at pin PC4 (ADC4) can be used to
check and calibrate the VCC voltage, but is not required.

quindi si ritorna alle sole sei resistenze  :)

questa info e' nella documentazione di quello che io chiamo "Il secondo tedesco"
http://www.mikrocontroller.net/articles/AVR_Transistortester

la versione del primo tedesco e' abbandonata da quel che ho capito, e lui stesso sulla sua pagina riconosce questa seconda come il proseguimento. La prima versione era incentrata sul discorso transistortester, mentre la successiva punta ad un Component tester.
Direi di usare questa versione come test del progetto originale
- [Guida] IDE - http://goo.gl/ln6glr
- [Lib] ST7032i LCD I2C - http://goo.gl/GNojT6
- [Lib] PCF8574+HD44780 LCD I2C - http://goo.gl/r7CstH

Michele Menniti

Sono d'accordo, ma vedrai che i riferimenti di precisione saranno indispensabili alla fine; sicuramente loro lo usano come mezzo di taratura, ma questo significa dover agire su un parametro software, variabile da caso a caso. MI sono trovato in questa situazione col frequenzimetro, alla fine mi sono inventato una taratura hardware, fissabile eventualmente (ma non necessariamente) via software.
Così come probabilmente servirà un bell'oscillatore quarzato esterno, certamente lasciamo perdere la questione shield, decisamente puntiamo sullo stand-alone, col quale non abbiamo vincoli operativi.
Comunque tu parti con la configurazione minima e vedi cosa succede.
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

Petruce

Ciao a tutti,
Prima di tutto vi ringrazio per il grande lavoro non grande programmatore. Modifico usando Resistenze 1%. I risultati sono stati errori di installazione. Valori di resistenza di flusso serie ho stabilito ottengono 0,1% secondo il metodo R = U / I.. Ho avuto lo stesso risultato Esempio: R 3K9 misura Misura 47 11K12 100Homs Hom C 22?F: 68?F 47nF: 68nF I controlli hanno fatto UA sono state montando un giorno pagare per evitare errori diversi convegni. DOVE-può essere nascosto tensione invece di 4V8 5, dopo la correzione cambio nulla. Prova I-play vari parametri che avevo sempre risultati in false. Da dove viene l'errore? Ti ho remercieSmiley

Testato

#808
Mar 20, 2014, 06:46 pm Last Edit: Mar 20, 2014, 06:48 pm by Testato Reason: 1

vedrai che i riferimenti di precisione saranno indispensabili alla fine; sicuramente loro lo usano come mezzo di taratura

il riferimento dei 2,5v li usa solo per dire con piu' precisione la tensione della batteria, che viene mostrata su lcd, si puo' non mettere  :)
Non c'e' nessun riferimento di tensione esterna, come avevo intuito usano l'analog ref interno, e nell'ultima versione e' stato aggiunto uno switch automatico delal ref interna per portarla a 1.1V quando ci sono valori piccoli da misurare.
Per il discorso oscillatore esterno addirittura il tedesco dice che funziona anche con gli 8MHz interni senza problemi  :smiley-eek-blue:
Cmq si basa sugli 8MHz, quindi la prima modifica fatta da PIghi e' proprio il supporto 16MHz
- [Guida] IDE - http://goo.gl/ln6glr
- [Lib] ST7032i LCD I2C - http://goo.gl/GNojT6
- [Lib] PCF8574+HD44780 LCD I2C - http://goo.gl/r7CstH

Michele Menniti

sì, perché doveva fare lo shield, tu lascia tutto com'è, solo dall'analisi del software si può capire se serve intervenire su oscillatore, aref, ecc.
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

Go Up