Go Down

Topic: Impendenza ingresso buck-boost (Read 852 times) previous topic - next topic

flz47655

#15
May 22, 2013, 11:39 am Last Edit: May 22, 2013, 11:41 am by flz47655 Reason: 1
@Michele: ..anche se.. potresti dimensionare i pannellini in base al consumo per ottenere la massima potenza nelle condizioni "medie", il problema è proprio definire le condizioni tipiche operative in quanto dipendenti dalla posizione dell'orologio.

Per farti un esempio però se il pannello al massimo fornisce 40mA se gliene chiedi solo 30mA (numeri inventati) avrai comunque una potenza maggiore data dalla maggiore tensione che avrai, il tutto però va dimensionato in base alla potenza e alla corrente di picco (non massima)

Ciao

flz47655


La tua domanda non ha alcun senso per il semplice motivo che l'impedenza (equivalente) d'ingresso del convertitore cambia dinamicamente con il carico in uscita e la tensione in ingresso, non puoi in nessun modo imporla, semmai devi inserire una limitazione alla corrente massima in uscita in funzione delle caratteristiche del generatore in ingresso in modo da mantenerti sempre nella zona di funzionamento ottimale.


@astro: in effetti la domanda era mal posta, ad ogni modo volevo fare proprio come i regolari MPPT che non conoscevo (ora li conosco per nome più che altro)

Ciao

Michele Menniti

Nel mio caso mi sto tenendo largo, userò tre pannelli (ma forse ne basteranno due) da 6V 40mA in serie, a valle ci sarà un regolatore di carica per la LiPo, mi basteranno 10mA reali per 5-6 ore al giorno, quindi dovrei uscirne anche in condizioni proibitive, appena mi arrivano faccio i test.
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

Go Up