Pages: 1 ... 15 16 [17] 18 19 ... 21   Go Down
Author Topic: [OT] richiesta di aiuto per programmino x Accordatore  (Read 21709 times)
0 Members and 1 Guest are viewing this topic.
Global Moderator
Italy
Offline Offline
Brattain Member
*****
Karma: 333
Posts: 22966
Logic is my way
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Io non conosco le tecniche di accordatura basate su C e L per cui non mi esprimo. Il codice che scrissi lo feci basandomi sulle indicazioni di campa, sul sunto rifattomi da Michele e sulle penultime indicazioni sempre di campa. Le ultime richieste di campa non le ho esaudite per mancanza materiale di tempo per dedicarmi alla cosa, dato che sto seguendo altro, un progetto un pò complesso come mi ha portato via un bel pò di tempo e risorse mentali. Per questo motivo misi online il codice, affinché potesse essere preso ed elaborato secondo le necessità, necessità espresse da campa nelle sue ultime richieste fattemi che però io non ho potuto ancora soddisfare per i motivi suddetti.

Se avete tempo e pazienza per aspettare che mi liberi, vedrò di dedicarmi ancora alla cosa. Altrimenti potete prendere il mio codice e modificarlo come meglio credete, è lì apposta. Però vorrei avere delle certezze anch'io, perché dover scrivere ogni volta del codice ripartendo da zero non mi va. Se si tratta di poche modifiche all'attuale non ci sono problemi, ma se si tratta di ripartire da zero...  smiley-sweat
Logged


Offline Offline
Full Member
***
Karma: 0
Posts: 124
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

X Michele,
ho fatto qualche ragionamento sulle mie 'prove in bianco' e penso non siano del tutto esaustive, mi organizzo per passare al più presto a quelle serie con la RF che gironzola.

X Leo,
con riferimento ai tuoi tempi, vedi i miei tempi di risposta, e direi, che i tuoi sono brevissimi  smiley
Per quanto rigarda il SW direi che è centrato, se non al 100% poco ci manca.
L'unico dubbio che mi era venuto è su come il SW valuta i segnali in ingresso ma mi ha già risposto Michele.

Nel fine settimana spero di riuscire a fare ancora una verifica senza RF, poi monto i toroidi e vedo che segnali buttafuori in base a quanto RF ci butto dentro.

Solo a scopo organizzativo, se i segnali fossero bassi cosa potrei usare per alzare il loro livello?

ciao

Campa1957
Logged

Lamezia Terme
Offline Offline
Shannon Member
****
Karma: 574
Posts: 12643
Le domande di chi vuol imparare rappresentano la sua sete di sapere
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

la domanda non è molto chiara di che segnali parli? generati da cosa? se i segnali all'origine sono buoni e ti trovi roba molto attenuata all'uscita ovvio che si tratta del circuito di attenuazione. Io farei le prove con un normale mattoncino da 4W vecchio ed un'antenna caricata, provando inizialmente a metterci in serie un accordatore serio per tenere sotto controllo il ROS, in modo da non bruciare tutto sotto test.
Logged


Offline Offline
Full Member
***
Karma: 0
Posts: 124
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Parlo dei segnali in uscita dal circuito rivelatore sia delle potenza diretta che di quella riflessa.

Ciao

Campa1957

Logged

Lamezia Terme
Offline Offline
Shannon Member
****
Karma: 574
Posts: 12643
Le domande di chi vuol imparare rappresentano la sua sete di sapere
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

e come li amplifichi? o con un amplificatore esterno (sconsigliatissimo in questa fase!!!) o diminuendo (la cosa migliore) il circuito di attenuazione.
Logged


Offline Offline
Full Member
***
Karma: 0
Posts: 124
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ieri sera, riflettendo su quello che ci siamo scritti, ho deciso come realizzare i due partitori resistivi "L" e "C" appena posso butto giù un desegnino tanto per capirci.
Per il segnale della poenza diretta, visto che il SW lavora per il miglior valore raggiunto, il trimmer multigiri porebbe anche essere sostituito da un partitore resistivo tanto per non dare il +5 secco sull'ingresso della scheda.

Per la parte HW, ho tolto i 2803 e collegato direttamente le schedine dei relè alla scheda di Arduino.

Ciao

Campa1957
Logged

Global Moderator
Italy
Offline Offline
Brattain Member
*****
Karma: 333
Posts: 22966
Logic is my way
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

@campa:
facendo seguito alle tue richieste del replay #206 ed avendo trovato 1 oretta a lavoro in cui non avevo nulla da fare (  smiley-sweat ) ho rimesso mano al codice.
In allegato la versione 1.3 dell'accordatore.
Dovrebbe fare quello che volevi:

1) fa la scaletta degli induttori;
2) poi va lo step 2 come richiesto: mette il 1° condensatore, legge il ros, attiva l'uscita, rilegge il ros. Se il ros è peggiore, toglie l'uscita.
3) fa poi la scaletta dei condensatori
4) alla fine si blocca senza ripartire all'infinito

Ovviamente come sempre il codice è non testato e modificabile secondo le tue esigenze.
Da parte mia credo di aver finito, adesso tocca a te  smiley-razz

* accordatore_antenna_3.ino (4.5 KB - downloaded 21 times.)
Logged


Offline Offline
Full Member
***
Karma: 0
Posts: 124
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Grazie Leo  smiley

Nel pomeriggio carico il nuovo SW e vedo cosa riesco a combinare, poi vi racconto!

Campa1957
Logged

Livorno
Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 1
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ciao a tutti mi Presento,
sono IZ5UXP, Nicola per l'anagrafesono un radioamatore anche io e ho trovato il post su arifidenza, per cui incuriosito da arduino, l'ho comprato e ho incominciato ad entrare in questo fantastico mondo, magari riesco a farmi ritornare la passione per la programmazione, soppiantata negli ultimi 15 anni dall'auto-costruzione. ho ripreso il mio vecchio manuale di ansi c e.... ho ripreso a studiare come ai bei tempi del polimi, quando si faceva lezione con Pezzè. ma bando alle ciance, se volete posso dare una mano sull'hwr e sul software per quello che posso. comunque veramente un ottimo lavoro. io stavo analizzando il lavoro fatto da un americano che opera con la stessa logica. la mi domanda è che potenza dovrà sopportare l'accordatore? sarà un lavoro tipo LDG?
Logged

IZ5UXP

Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 25
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Caro Nicola,
ti do il benvenuto sul forum,
 se ho ben capito sei un  polimi, io sono un vecchio polito.
In queste settimane, mi sono messo per diletto a sviluppare un sw di un accordatore, anche se l'ultima cosa che mi diverte e serve è realizzare fisicamente l'accordatore.

Se ti posso proporre qualche argomento software e hardware da sviluppare:
- Mi servirebbe la espansione delle uscite di arduino con un "I/O expander with serial interface MCP23008"  o equivalente per potere pilotare 8+8 relè.
Servirebbe il progetto di connessione hardware e la parte sw di pilotaggio.
Dovresti valutare se è meglio usare il bus seriale I2C o quello ISP.
Io anni fa avevo pilotato un potenziometro digitale, e avevo trovato le info negli esempi di Arduino.

Un'altro argomento sarebbe il software di salvataggio/lettura  di alcune variabili nella memoria EEPROM
di Arduino, in modo che  spegnendo e accendendo l'accordatore si  possano memorizzare e poi
 ripristinare automaticamente i valori dell'accordo.

Un altro argomento solo hardware analogico, è la scelta dei toroidi e il progetto degli induttori.

 Un ultimo argomento è cosa fare per utilizzare  dei relè latch, che anche disalimentati mantengono l'ultima posizione comandata.

Attendo tue notizie. 73 Marco PXM
Logged

0
Offline Offline
Faraday Member
**
Karma: 47
Posts: 5965
Arduino rocks
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Due possibili soluzioni:
Per le 16 uscite si può anche pensare a prendere la mega
Per i relè bistabili ci sono varie possibilità la piu semplice e comoda da pilotare è quella di usare i rele per impianti elettrici, i finder, usando un solo pin hai la memoria meccanica del rele, mentre i bistabili classici necessitano di due pin
Logged

- [Guida] IDE - http://goo.gl/ln6glr
- [Lib] ST7032i LCD I2C - http://goo.gl/GNojT6
- [Lib] PCF8574+HD44780 LCD I2C - http://goo.gl/r7CstH

0
Offline Offline
Faraday Member
**
Karma: 31
Posts: 2908
Arduino rocks
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Non è possibile portare a termine un progetto affrontato in questo modo, mancano competenze e dati su cui lavorare.
Nulla è stato stabilito ancora e quello che viene scelto e da considerare una alternativa. Ciò vuole dire ad esempio che il modo binario di fare la commutazione non è la soluzione definitiva.

Che tempi di reazione medi ci si può aspettare da un circuito di amplificazione RF?
La commutazione è indolore, per il circuito?
La commutazione può comportare difficoltà al circuito di acquisizione analogico.
Che circuito di acquisizione devo usare? l'adc di arduino va bene o mi servono 12 o più bit?
Qual'è il caso migliore nella realtà?
Qual'è il caso peggiore nella realtà?
Quale il caso più frequente nella realtà?
ps: Gli ultimi tre quesiti si possono dedurre da una collezione di dati ricavati durante più prove sul campo.

Serve strumentazione tecnica di alta qualità e molta curiosità, per vedere cosa accade durante la commutazione.
Bisogna indagare per bene sui circuiti di accordatura e da questi ricavare informazioni preziose.

Sono cosciente che si può controbattere in tanti modi ad esempio: il prodotto xx usa la commutazione per accordare
e funziona, quindi. Risposte simili mi lasciano perplesso.

Serve un circuito amplificatore reale con cui procedere alla sperimentazione, ovviamente questo circuito deve essere robusto
e in grado di lavorare senza guastarsi o andare in protezione. Come fare io non lo so, magari bastano anche 200mW per sperimentare il circuito di accordatura.

Si è parlato di PID grazie al post di astrobeed e quindi perché non un PID anche in questo caso? è possibile?
Ne sapessi di più di radio frequenza e dei circuiti di accordatura potrei dire qualcosa di certo, ma mi limito a dire
che una verifica in questa direzione la farei.

Ciao.
Logged

AvrDudeQui front end per avrdude https://gitorious.org/avrdudequi/pages/Home

Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 25
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Rispondo rapidamente per tenere vivo e interessante il forum:
Nota:  purtroppo, sono un newby, non ho ancora imparato ad adoperare bene  l'editor e a cambiare  il colore del mio testo, il mio post risulta poco comprensibile.   Marco.

xTestato:
Concordo sull' uso di Arduino Mega, personalmente preferisco Arduinouno perchè meno costoso per l'applicazione, ma ovviamente dipende dal numero di apparati che si ipotizza realizzare.

Per i relè bistabili ci sono varie possibilità la piu semplice e comoda da pilotare è quella di usare i rele per impianti elettrici, i finder, usando un solo pin hai la memoria meccanica del rele.
----Non dovrebbero andare bene, perchè  Arduino non riesce a  conoscere lo stato in cui sono (aperto / chiuso) e ne comanda solo la commutazione.
.....
xMauroTec:
Tutte buone domande, a cui posso fornire qualche risposta:
Non è possibile portare a termine un progetto affrontato in questo modo, mancano competenze e dati su cui lavorare. Nulla è stato stabilito ancora e quello che viene scelto è da considerare una alternativa. Ciò vuole dire ad esempio che il modo binario di fare la commutazione non è la soluzione definitiva.
----è vero è tutto ancora aperto. Si può solo sperare di sviluppare un SW che sia adattabile a differenti applicazioni. Però siamo qui per  imparare  scambiando idee ed esperienze.

Che tempi di reazione medi ci si può aspettare da un circuito di amplificazione RF?
---- un circuito passivo si assesta nel tempo di commutazione dei relè e di assestamento dei filtri dei raddrizzatori del rosmetro: circa 0,1- 0,5 secondi.
La commutazione è indolore, per il circuito?
------  Si,  in generale se la potenza che transita è minore di 10 - 20 W. Non devono avvenire commutazioni con potenze superiori a 100 w.
La commutazione può comportare difficoltà al circuito di acquisizione analogico:
------ No, se è protetto (resistore da 1kohm in serie agli ingressi, che sono internamente  protetti con diodi a massa e +5V )

Che circuito di acquisizione devo usare? l'adc di arduino va bene o mi servono 12 o più bit?
------------Basta la risoluzione del %, bastano  8 bit ( 256 valori), il 12 bit di Arduino va +che bene.

Serve strumentazione tecnica di alta qualità e molta curiosità, per vedere cosa accade durante la commutazione.
-------- Basta conoscere cosa succede dopo una commutazione, non cosa avviene durante.

Sono cosciente che si può controbattere in tanti modi ad esempio: il prodotto xx usa la commutazione per accordare e funziona, quindi. Risposte simili mi lasciano perplesso.
-------- Però esaminare quanto già costruito aiuta. Siamo hobbisti, non possiamo  fare meglio dei professionisti. Le risorse di tempo sono sempre limitate, copiare aiuta. Non occorre inventare l'acqua calda.

Serve un circuito amplificatore reale con cui procedere alla sperimentazione, ovviamente questo circuito deve essere robusto.
--------  Un TX amatoriale da 100 W regolato in bassa potenza (5-10 W) con attenuatore, va più che bene.

Si è parlato di PID grazie al post di astrobeed e quindi perché non un PID anche in questo caso? è possibile?
-------- Direi che nn regolatore PID non è applicabile : agisce rapidamente  in modo continuo su grandezze analogiche,  mentre qui si agisce lentemente  a piacere su comandi digitali. Poi noi agiamo alternativamente  su due grandezze di uscita per ricercare per tentativi il minimo di una funzione, l'uscita di un regolatore agisce su una sola grandezza in funzione dello scostamento fra set e feedbak.
Logged

0
Offline Offline
Faraday Member
**
Karma: 47
Posts: 5965
Arduino rocks
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Con tutti i bistabili non conosci la posizione, devi monitorarla a parte. Quindi con i meccanici userai due pin uno di comando uno di rilevazione stato, con i classici servono 3 pin.
Per il tipo di utilizzo credo sia meglio rimanere sul monostabile

Arduino ha gli adc a 10bit

Concordo sul pid, non utile in questo progetto
Logged

- [Guida] IDE - http://goo.gl/ln6glr
- [Lib] ST7032i LCD I2C - http://goo.gl/GNojT6
- [Lib] PCF8574+HD44780 LCD I2C - http://goo.gl/r7CstH

0
Offline Offline
Faraday Member
**
Karma: 31
Posts: 2908
Arduino rocks
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Quote
La commutazione può comportare difficoltà al circuito di acquisizione analogico:
------ No, se è protetto (resistore da 1kohm in serie agli ingressi, che sono internamente  protetti con diodi a massa e +5V )

Non mi riferivo ai danni, ma comunque anche questo deve essere curato.
Ora vado di fretta, magari dopo approfondiamo.

Io mi aspetto un segnale oscillografico non regolare e insomma qualcosa di anomali durante la commutazione e negli istanti successivi, se leggo il segnale e questo è falsato il programma anche se lavora correttamente io potrei non accorgermene, perchè i dati acquisiti sono da considerare non validi. Per questo dico che procedere così alla carlona non è cosa buona.

Iniziamo a creare un circuito di acquisizione dati reali, e questi li facciamo stampare su un file nel pc, così che tutti possano analizzarli, questo è per me almeno è il prossimo passo, questo perché alcune cose che sembrano logicamente sensate sono state stabilite e ora bisogna convalidarle queste cose.

Ciao.
Logged

AvrDudeQui front end per avrdude https://gitorious.org/avrdudequi/pages/Home

Pages: 1 ... 15 16 [17] 18 19 ... 21   Go Up
Jump to: