Go Down

Topic: Spegnere dispositivo con AVR sotto un valore di tensione (Read 552 times) previous topic - next topic

ivan64

Nel subject la domanda.... In pratica ho un 'computerino' da moto basato su un attiny84, alimentato da una NiMH 4.8volts 160mAh, circuitino di ricarica collegato alla tensione del fanale, e interruttore per accendere/spegnere il tutto.... se però mi scordo il tutto acceso (una volta su 3), la NiMH va a zero in 2-3 ore. Vorrei fare in modo che al di sotto di circa 4volts si spenga tutto.... ma appunto non so come agire 'elettricamente'.
Grazie!

Michele Menniti

non potresti semplicemente mandarlo in power-down?
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

Etemenanki

Se basta che si spenga (senza che il computerino debba salvare roba o fare altre operazioni prima) e' sufficente un controllo di tensione che pilota un mosfet usato come interruttore (oppure un piccolo rele, in quel caso si puo anche farlo in modo che a riposo non consumi nulla) ... finche' la tensione e' al di sopra di un certo livello, il mosfet resta in conduzione, quando scende al di sotto il pilotaggio si interrompe e spegne il tutto ... si puo fare in modo che ripristini da solo o in modo che per riaccenderlo tu debba premere un pulsante (potrebbe addirittura sostituire l'interruttore, con due pulsantini, uno che accende e uno che spegne) ... se mi dici il tipo di funzionamento che preferisci, ti metto insieme uno schemino al volo ...
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

ivan64


non potresti semplicemente mandarlo in power-down?


Si, però ci sono altre cosette sotto tensione, tipo il driver per lcd (74ls164), un ne555.....

ivan64

#4
Sep 04, 2013, 06:27 pm Last Edit: Sep 04, 2013, 06:31 pm by ivan64 Reason: 1

Se basta che si spenga (senza che il computerino debba salvare roba o fare altre operazioni prima) e' sufficente un controllo di tensione che pilota un mosfet usato come interruttore (oppure un piccolo rele, in quel caso si puo anche farlo in modo che a riposo non consumi nulla) ... finche' la tensione e' al di sopra di un certo livello, il mosfet resta in conduzione, quando scende al di sotto il pilotaggio si interrompe e spegne il tutto ... si puo fare in modo che ripristini da solo o in modo che per riaccenderlo tu debba premere un pulsante (potrebbe addirittura sostituire l'interruttore, con due pulsantini, uno che accende e uno che spegne) ... se mi dici il tipo di funzionamento che preferisci, ti metto insieme uno schemino al volo ...


Si, si può spegnere senza problemi.... interessante il mosfet che si ripristina da solo, se mi passi uno schemino te ne sarò grato a vita (vabbè, facciamo un paio d'anni).
....ora che ci penso, rilevo il motore acceso (è anche contagiri e contaore), e potrei alzare un pin dopo xx minuti che non sento il motore, ma appunto è la parte elettrica che mi mette in crisi....

Non vorrei utilizzare relè (meccanici), il tutto è sottoposto a forti vibrazioni.

Grazie!

Michele Menniti

Però la soluzione del controllo della tensione significherebbe dover impostare un valore così basso da risultare fuori rischio di falsi "allarmi", e ciò significherebbe in seconda battuta che la batteria dovrebbe comunque scaricarsi. Come idea "logica" la sostituirei con:

1 - il micro, in fase ON, con un pin mantiene in conduzione il mosfet.
2 - via software, dopo un "tot" di totale inattività, il micro va in power-down e quindi si spegne in quanto il mosfet non conduce più.
3 - la riaccensione dovrebbe consistere nell'inviare un "impulso" di alimentazione che duri il tempo necessario che lo sketch parta eccitando il mosfet.

L'accensione iniziale (o la riaccensione) potrebbero benissimo essere effettuate con un impulso legato al pulsante che accende il motore...
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

Etemenanki

#6
Sep 04, 2013, 07:32 pm Last Edit: Sep 04, 2013, 07:36 pm by Etemenanki Reason: 1
Beh, intanto che c'ero ti ho fatto un paio di versioni diverse ... i primi due sostituiscono l'interruttore, il primo con il rele , il secondo con un mos ... il terzo NON sostituisce l'interruttore, si limita a scollegare l'alimentazione se la batteria va sotto una certa tensione, e ricollegarla quando la tensione risale ... l'isteresi e' data dalla resistenza da 4,7 Mohm, se serve piu isteresi la si abbassa, se ne serve di meno la si alza.

Come al solito, essendo i circuiti inventati al volo, non mi assumo responsabilita' in caso di fissione nucleare del tutto con conseguente vaporizzazione della citta' di residenza dello sperimentatore :P XD

"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

ivan64

Credo che proverò il terzo schemino di Etemenanki (ho scritto giusto??), per il mio utilizzo è il piu adatto.... appena ho tempo mi procuro un mosfet simile (magari non smd), e provo su bredboard.
Grazie a Etemenanki e pure a Michele!

Etemenanki

Puoi usare un qualsiasi mosfet equivalente, l'importante e' che sia "logic-level" (cosi funziona anche con circuiti a 3 o 4 V) e che la sua RdsON sia la piu bassa possibile (in modo da causare meno caduta e meno dissipazione possibile in stato di ON) ... indicativamente, piu la portata in corrente del mosfet e' alta, piu la RdsON e' bassa, quindi meglio usarne uno che regga molti piu Ampere anche se non servono ;) ... quelli in SOIC8 hanno il vantaggio di avere RdsON medie piu basse di quelli in TO220, ma vanno bene anche altri tipo ad esempio MTP50P03, 25 milliohm di RdsON in TO220 ... BMS3004, 11 milliohm, ma siamo al limite come VGS ... o altri simili ...
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

Michele Menniti

Figurati Ivan, io non ho fatto niente, resto però dell'avviso, anche considerando il tipico comportamento delle batterie che usi, e della loro vita relativamente breve, che si dovrebbe intervenire sulla logica e non sulla scarica, peraltro parziale.
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

Cipryboss2

Ragazzi sono nuovo del forum!  :smiley-mr-green: .. come faccio invece a far spegnere il computer sotto una certa soglia di tensione tramite arduino comunicando via seriale? Diciamo sotto i 10,9 volt?? HELP PLEASE  =( =( =( =(

icio

Non capisco, vuoi spegnerlo in sottotensione o tramite seriale?

gpb01


Ragazzi sono nuovo del forum!  :smiley-mr-green: .. come faccio invece a far spegnere il computer sotto una certa soglia di tensione tramite arduino comunicando via seriale? Diciamo sotto i 10,9 volt?? HELP PLEASE  =( =( =( =(


Prima di tutto, essendo il tuo primo post, ti consiglio di presentarti QUI e di leggere con attenzione il REGOLAMENTO ...

... poi, se magari ci spieghi un po' meglio cosa esattamente vuoi ottenere, come è collegato Arduino al computer, da cosa misuri la tensione, ecc. ecc. ... forse riusciamo anche ad aiutarti ...

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

Go Up