Pages: [1]   Go Down
Author Topic: Sensore Capacitivo  (Read 831 times)
0 Members and 1 Guest are viewing this topic.
Offline Offline
Jr. Member
**
Karma: 0
Posts: 78
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Salve a tutti,
ho comprato da poco un sensore capacitivo con chip MPR121 da https://www.sparkfun.com/products/9695.
Su questo dispositivo si trova molto materiale sul sito del produttore http://www.freescale.com/webapp/sps/site/prod_summary.jsp?code=MPR121 l'unico problema che incontro è utilizzare gli elettrodi sotto una lastra di plexiglass di 2mm.
Facendo un prototipo con la libreria CapSense e dei semplici contatti potevo giocare con le resistenze da mettere ai due pin di aruino per avere una maggiore o minore sensibilità e far capire ad arduino che il dito era sopra il contatto X coperto da plexiglass.
Ora con la Breakout Board comprata da sparkfun non so come fare lo stesso. Se utilizzo il plexiglass il sensore non è in grado di individuare il dito.
Qualcuno sa indicarmi come permettere al sensore di individuare una capacità anche attraverso il plexiglass?
Logged

Switzerland
Online Online
Faraday Member
**
Karma: 111
Posts: 5881
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ho idea che dovrai studiarti con attenzione il datasheet di quel componente difatti, tramite i comandi che gli puoi inviare tramite I2C, credo che puoi cambiare la sensibilità degli ingressi ed addirittura aggregarli per aumentare la sensibilità (... per fare quello che occorre a te).

Non mi sembra una cosa facilissima e richiederà un po' di studio della documentazione e delle "Application Notes" che sono raggiungibili da QUESTA pagina (... è la stessa che hai indicato tu ... seleziona il TAB blu Application Notes).

Guglielmo

Edit : Ho visto che c'è una della Application Note che si intitola proprio "Capacitance Sensing Settings" ... ed un'altra dal titolo "Proximity Detection" smiley-wink

* MPR121.pdf (1103.64 KB - downloaded 8 times.)
« Last Edit: September 15, 2013, 12:02:42 pm by gpb01 » Logged

Search is Your friend ... or I am Your enemy !

BZ (I)
Offline Offline
Brattain Member
*****
Karma: 249
Posts: 21183
+39 349 2158303
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

perché non compri questo?
http://www.watterott.com/index.php?page=product&info=2048
é autocalibrante e danno lo sketch di esempio.
Ciao Uwe
Logged

Switzerland
Online Online
Faraday Member
**
Karma: 111
Posts: 5881
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

perché non compri questo?
http://www.watterott.com/index.php?page=product&info=2048
é autocalibrante e danno lo sketch di esempio.
Ciao Uwe

Ciao Uwe, mi sembra che sia lo stesso che ha lui ...solo che lui lo ha preso direttamente da Sparkfun.

Anche Sparkfun, come loro solito, da tutta la documentazione e gli esempi ... solo che lui deve cambiare la sensibiltà e per farlo occorre mandare al chip comandi tramite I2C, comandi che sono descritti nel datasheet.

Il problema è che così, a prima vista, non mi sembra esattamente una banalità e richiede certamente un attento studio del suddetto datasheet (... anche allegato al mio precedente post).

Guglielmo
Logged

Search is Your friend ... or I am Your enemy !

BZ (I)
Offline Offline
Brattain Member
*****
Karma: 249
Posts: 21183
+39 349 2158303
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

ups. ho letto in modo troppo superficiale.  smiley-red smiley-red
Scusatemi.
Ciao Uwe
Logged

Disperso nel nauseante oceano della burocrazia
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 77
Posts: 2461
Io sono l'ultimo,
e parlero' al vuoto
in ascolto.
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Il piu grosso problema di quei sensori "capacitivi", e' che di solito in realta' sono sensori "a contatto", e non veri e propri sensori capacitivi ... nel senso che richiedono un contatto fisico (la maggior parte di essi, almeno) con un pin, per usare il "disturbo" letto dal pin quando il corpo fa da antenna, come segnale di trigger ... alcuni sono abbastanza sensibili da funzionare anche ad una certa distanza, ma non molti ...

I "veri" sensori capacitivi sono di solito "attivi", non passivi ... in genere sono costituiti da un'oscillatore LC "libero" in banda RF, che mantiene in conduzione un transistor, e da una piastrina o filo usato come sensore e collegato all'oscillatore, in modo che quando un'oggetto abbastanza grande si avvicina, cambia la capacita' del circuito, bloccando l'oscillazione ... in quel caso, non serve toccare il sensore, alcuni di quei circuiti sono abbastanza sensibili da poter essere regolati per scattare anche a 5 o 10 cm di distanza dall'oggetto smiley-wink
Logged

"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

Global Moderator
Italy
Offline Offline
Brattain Member
*****
Karma: 325
Posts: 22498
Logic is my way
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Sulla mia lampada Rgb ho usato un sensore capacitivo composto da un pezzetto di filo metallico arrotolato a chiocciola e proprio la lib in questione (anche se ho usato la prima versione ed un 328). Però mi funziona anche da dietro un contenitore in vetro (quindi niente contatto fisico). Confermo che comunque sono affidabili il giusto perché ogni tanto mi dà letture falsate, soprattutto quando viene lasciato a riposo per lungo tempo.
Logged


ivrea (to)
Offline Offline
Faraday Member
**
Karma: 77
Posts: 4613
miaaao ^-^
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Vetro e plexiglass sono diversi per il discorso del bloccare questi sensori capacitivi ?
Logged

my name is IGOR, not AIGOR

Global Moderator
Italy
Offline Offline
Brattain Member
*****
Karma: 325
Posts: 22498
Logic is my way
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Non dovrebbe fare differenza.
Logged


Disperso nel nauseante oceano della burocrazia
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 77
Posts: 2461
Io sono l'ultimo,
e parlero' al vuoto
in ascolto.
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

No, sono entrambi isolanti elettrici ed entrambi NON schermano contro i campi elettrici di disturbo (che sono poi quelli letti dall'ingresso ad alta impedenza ed usati con la libreria CapSense), quindi se va dietro il vetro, dovrebbe logicamente andare anche dietro il plexiglass ... non ho idea della portata, comunque, dovrebbe dipendere dall'impedenza dell'ingresso in questione, se e' uno di quelli analogici sono 100 Megaohm, quindi abbastanza sensibile smiley-razz
Logged

"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

Offline Offline
Jr. Member
**
Karma: 0
Posts: 78
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ciao a tutti e grazie per le risposte!!
il tipo di materiale di copertura (plexiglass o vetro) infulenza la capcità individuata dal sensore. Ho trovato queste slides http://www.microchip.com/stellent/groups/SiteComm_sg/documents/DeviceDoc/en542979.pdf in cui si nota che la costante dielettrica del vetro e del plexiglass differisce di qasi 5 unità (slide 35) quindi la capacità finale sarà 5 volte minore!
Cmq sono riuscito a trovare una modifica per valori di Touch/release threshold variando i valori di TOU_THRESH e REL_THRESHnel file mpr121.h
Code:
#define TOU_THRESH 0x01  //di defoult 0x06
#define REL_THRESH 0x02  //di defoult 0x0A

in questo modo riesco ad individuare la presenza del dito sul retro della basetta in vetronite ma per il plexiglass non funziona. Appena posso provo a vedere se esiste del plexiglass da 1mm (spessore della vetronite).
L'uso del plexiglass sarebbe molto gradito per nascondere le saldature sui contatti in rame, quindi lo spessore non è influente.
Logged

Disperso nel nauseante oceano della burocrazia
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 77
Posts: 2461
Io sono l'ultimo,
e parlero' al vuoto
in ascolto.
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

l'avevo trovato anche da 0.5mm e meno, ma solo in un laboratorio che fabbricava insegne in plexiglass ed oggetti di arredamento in plexiglass ... e ricordo che quando usavamo dei vecchi touchscreen al plasma, c'era un foglio di plexiglass da 0.2mm circa come protettivo fra il display ed il touchscreen, quindi sono certo che esiste, ma non saprei dove andarlo a trovare, almeno nella mia zona ...
Logged

"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

Offline Offline
Jr. Member
**
Karma: 0
Posts: 71
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

guarda non so se può aiutarti, io ho lo stesso sensore sulla stessa board di sparkfun, ho provato a coprire le tracce del pcb con legno di balsa di spessore 1mm ma la sensibilità non è abbastanza..ho provato anche con del nastro di carta..quindi sottilissimo, ma anche in quel caso il sensore non è per nulla preciso
Logged

Disperso nel nauseante oceano della burocrazia
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 77
Posts: 2461
Io sono l'ultimo,
e parlero' al vuoto
in ascolto.
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Be', se non funziona dietro il nastro adesivo di carta, mi sembra un po poco "capacitivo", come sensore ... mi sa che e' piu un "touch" che un vero e proprio capacitivo ... smiley-wink
Logged

"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

Italy (Venice)
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 22
Posts: 1246
Quello che non c'è non si può rompere
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Anch'io l'ho trovato da 1mm , il plexi, tra l'altro visto ch và a peso costa quasi la metà del 2mm
Logged

Pages: [1]   Go Up
Jump to: