Go Down

Topic: arduino uno: consiglio per acquisto motore a vibrazione e batteria (Read 761 times) previous topic - next topic

windrob73

ciao,
ho un arduino uno, con shield microSD di sparkfun, e da uno dei pin controllo un motorino di un vibracall che quando vibra ( in tutto 10 secondi al giorno) fa assorbire ad arduino circa 150 mA.
Attualmente è alimentato da due batterie nokia bl-5c in serie (per un totale di 7,4 volt) che avevo già, ma dovendo acquistare delle batterie apposta, non saprei cosa prendere.
Anche il motorino a vibrazione l'ho tolto da un vecchio cellulare nokia.
Una volta che ho verificato che il dispositivo funziona, nella prima versione realizzata con materiale di fortuna, lo voglio ricosctruire con il materiale adatto, cioè motorino vibratore (meglio se tondo e piatto) e batteria ottimizzata per far funzionare l'oggetto per circa 10 ore, e che sia più leggero possibile.

grazie per i consigli.


Etemenanki

Di motori a vibrazione piatti ne trovi di tutti i tipi ... ad esempio 

http://www.ebay.com/itm/1-5V-3V-12000RPM-Micro-Flat-Vibrator-Motor-for-Cellphone-11mm-Dia-Model-A1234-/200912662355?pt=LH_DefaultDomain_0&hash=item2ec753ef53

http://www.ebay.com/itm/The-new1034-flat-vibration-motor-Coin-motor-Mini-motor-/181107343740?pt=Radio_Control_Parts_Accessories&hash=item2a2ad6c17c

eccetera ...

attenzione che sono progetati per funzionare in genere fra 2.5 e 3.3 V, con 7.4V mi sa che durano poco, oltre ad assorbire una cifra :P ... se devi alimentarlo con la stessa tensione del pacco batterie, usane due in serie, o mettici 3 o 4 diodi tipo 1N4007 in serie, per abbassare la tensione ;) (suppongo che i 7.4V siano per alimentarci anche il resto, arduino compreso ... se ci devi alimentare solo il motore, una batteria sarebbe gia piu che sufficente)

"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

uwefed

Quote
e che sia più leggero possibile.

-> Batteria al litio puoi prendere una da una cella e far andare Arduino direttamente. Hai una tensione tra 4,2 e 3,5V.
Quote
lo voglio ricosctruire con il materiale adatto, cioè motorino vibratore (meglio se tondo e piatto)

Rivenditori di pezzi di ricambio per cellulari.

Ciao Uwe


flz47655

Ti ho contattato in PM se sei interessato a qualche motore a bottone (1.5-3v, 55mA, 12x34mm) che ho in surplus

Ciao

leo72

Ci sono anche quei giochini per bambini che trovi anche in edicola, tempo fa c'erano delle cose a forma di baco con una micropila ed un vibratore, i Megabugs. Ne cannibalizzi uno e gli togli il motorino.

windrob73

#5
Sep 19, 2013, 10:22 am Last Edit: Sep 19, 2013, 10:47 am by windrob73 Reason: 1
Ciao,
grazie per le info. Scusatemi, vorrei precisare che il motorino a vibrazione viene alimentato direttamente dal pin di arduino. Quindi quello che mi interessa è alimentare arduino nel modo più leggero possibile, magari evitando di acquistare carica batterie appositi...

flz47655

Se assorbe più di 40mA non è sicuro azionarlo direttamente tramite i pin di Arduino, sicuramente li danneggi
In base alla situazione puoi utilizzare una resistenza (per assorbimenti di poco superiori diciamo) o un transistor
I motorini a bottone sono più costosi di quelli cilindrici, difficilmente li troverai in giocattoli economici

Ciao

leo72

@windrob73:
attento che Arduino lavora a 5V, non puoi alimentarlo a meno. Quindi, questo problema sommato a quello della corrente ti obbliga comunque ad usare un circuito pilota per il motorino.

flz47655

Se li alimenti ad una tensione minore assorbono di meno (esempio se @3v assorbono max 55mA, @2.5v assorbono circa 30mA)
Mettendone due in serie se alimenti arduino a 5v potrai farli girare entrambi.

Se il motorino consuma di più un trucco potrebbe essere usare due pin in parallelo (40x2=80mA a disposizione) per muovere un singolo motorino

Un altro trucco è utilizzare un solo pin ed il PWM per far vibrare meno energeticamente un singolo motorino e stare sotto i 40mA

Ciao

PS:  un diodo è sempre consigliato per un carico induttivo

leo72

Ciò non toglie che l'Arduino deve lavorare a 5V.
Se poi usa uno standalone allora è un altro discorso. Ma lui ha parlato di Arduino, 2 messaggi fa.

Go Up