Go Down

Topic: Progettazione Scheda Relè optoisolata. (Read 2014 times) previous topic - next topic

atsanna

Salve a tutti.
Sono un appassionato di informatica che da sei mesi si è avvicinato al mondo dell'elettronica grazie ad arduino. Dopo aver giocato con i led e i sensori, ho deciso di mettere in pratica le conoscenze acquisite per portare avanti un progetto sperimentale legato alla domotica. Ho disegnato alcune schede per aumentare i pin digitali in ingresso e in uscita e ora vorrei realizzare una scheda per pilotare i relè con arduino.
La scheda che voglio realizzare dovrebbe pilotare quattro relè di tipo bistabile (modello), con circuito optoisolato e fusibile di protezione per ciascun relè.
Ho usato come guida di riferimento il progetto pubblicato su questo link.
In allegato lo schema unifilare e il pcb realizzati con Fritzing.
Avevo bisogno del vostro aiuto per comprendere se ho fatto un lavoro accettabile (almeno dal punto di vista teorico) e se rischio di "bruciare casa" collegandolo ad un carico.
Grazie mille per il tempo che vorrete dedicarmi.
Antonio
web: http://www.intelligenzadomotica.com
facebook: https://www.facebook.com/IntelligenzaDomotica

Brunello

Lodo il tuo impegno, ma ci sono degli errori grossolani


1) Stai cercando di pilolare dei rele' bistabili come se fossero dei monostabili
2) Il Transistor di pilotaggio e' polarizzato con dei valori resistivi assurdi ( moltiplicali almeno per 2000 )
3) Se vuoi che sia Optoisolato non puoi mettere i GND della parte Opto/Led in comune con l'uscita, devi tenere separate le due parti
4) Su quei transistor manca il collegamento GND sull' Emettitore
5) Lo schema elettrico, scusami, e' disegnato con i piedi

Ps. Pero' sei sulla buona strada

atsanna

Grazie mille per la risposta.
Per quanto riguarda lo schema elettrico sono io che mi scuso perchè non ne ho mai disegnato uno in vita mia: come già detto all'inizio del post sono solo sei mesi che "gioco" con l'elettronica e mi sto appassionando tantissimo.
Per il resto ti ringrazio per avermi evidenziato gli errori: cercherò di documentarmi e correggerli.
Alla fine posterò il risultato per condividerne i progressi e acquisire nuovi suggerimenti, sperando che il mio lavoro possa essere utile a qualcun'altro...
Se eventualmente c'è qualcuno che vuole aggiungere altre considerazioni, sono quì per imparare.
Grazie ancora.
Antonio
web: http://www.intelligenzadomotica.com
facebook: https://www.facebook.com/IntelligenzaDomotica

atsanna

#3
Sep 23, 2013, 01:18 am Last Edit: Sep 23, 2013, 01:20 am by atsanna Reason: 1
Su questo link c'è un esempio di come si pilota un relè bistabile con arduino.
Effettivamente c'è una bella differenza rispetto al mio schema precedente.  :P
Partendo da quell'esempio, ho provato a modificare il circuito per cercare di optoisolarlo.
In allegato il nuovo schema, che ho momentaneamente semplificato utilizzando per ora un solo relè bistabile a 12V.
Spero che stavolta sia un pochino più leggibile ...
Che ne pensate?
Antonio
web: http://www.intelligenzadomotica.com
facebook: https://www.facebook.com/IntelligenzaDomotica

uwefed


Lodo il tuo impegno, ma ci sono degli errori grossolani


1) Stai cercando di pilolare dei rele' bistabili come se fossero dei monostabili
2) Il Transistor di pilotaggio e' polarizzato con dei valori resistivi assurdi ( moltiplicali almeno per 2000 )
3) Se vuoi che sia Optoisolato non puoi mettere i GND della parte Opto/Led in comune con l'uscita, devi tenere separate le due parti
4) Su quei transistor manca il collegamento GND sull' Emettitore
5) Lo schema elettrico, scusami, e' disegnato con i piedi

Ps. Pero' sei sulla buona strada

Devo aggiungere che
6) stai usando un optoisolatore con uscita Triac. Quello non puoi usare con corrente continua, perché una volta acceso non si spegne piú.
7) Il relé proposto non ha la piedinatura che usi sulla scheda.
8 ) La resistenza del LED é troppo piccola
9) le due resistenze sul transistore sono troppo piccole
10)  non hai la minima idea di elettronica e vuoi fare una scheda per 230VAC? Lascia stare, é pericoloso. non stai rispettando le distanze di sicurezza.
Ciao Uwe

uwefed


Che ne pensate?
Antonio

Lascia stare. Le Tue conoscenze di elettrocia e elettrotecnica sono troppo scarse per fare una scheda funzionante, sicura e a regola d'arte (conforme alle normative)  e perché costrisci una cosa pericolosa perché maneggi 230VAC.
Oltre questo usare un relá bistabile é una cattiva idea perché non sai in che stato é il Relé quando accendi la scheda.

Ciao Uwe

atsanna

Ciao uwefed,
Intanto ti ringrazio per le dritte.
Per quanto riguarda il "lascia stare", capisco la tua preoccupazione e ti ringrazio, ma relativamente all'impianto elettrico 220V e ciò che riguarda i vari interruttori magnetotermici, differenziali, messa a terra, rischi di folgorazione, ecc... non c'è problema: l'impianto elettrico di casa l'ho montato io e l'elettricista che me l'ha certificato mi ha detto che non avrei potuto farlo meglio: l'unica pecca è stato il fatto che ho dovuto aggiungere un ulteriore paletto di terra poichè non avevo la strumentazione per leggere la resistenza del terreno.

Detto questo mi è difficile abbandonare il progetto poichè una volta che mi sono posto un obbiettivo non mi tiro mai indietro: lo devo raggiungere.

Al massimo, se può essere di più semplice gestione, posso pensare di sostituire il relè bistabile con uno monostabile. Ce ne sono tanti in commercio, ma lo voglio realizzare io...

E' pur vero che si tratta indubbiamente di un progetto ben al di sopra delle mie conoscenze attuali (lo riconosco), ma se voglio imparare devo travarmi nella condizione di dover studiare.
Tant'è vero che non ho mai chiesto "come si fa..."; la mie richieste sono le seguenti: "Dove sto sbagliando? Sono sulla strada giusta?"

Non pretendo un aiuto per forza, ma se ottengo dei punti di studio, delle linee guida su cui ragionare, ne sono ben felice.

Per quanto riguarda le normative mi interessano fino ad un certo punto, nel senso che non sto proggettando qualcosa che andrà montato realmente su un impianto elettrico per funzionare 24h/24h: si tratta solo ed esclusivamente di un prototipo realizzato per la mia personale gratificazione nel poter dire "ce l'ho fatta!!"

Ovviamente le normative mi interessano dal punto di vista della sicurezza (per esempio le "distanze minime") poichè voglio comunque poter provare il progetto senza rischiare di far saltare l'impianto elettrico di casa.

Se gentilmente qualcuno mi può dare qualche riferimento normativo relativamente al discorso delle distanze minime non posso che ringraziarlo.

In tutti i casi, publicando i miei progressi, spero di poter essere di aiuto e/o dare un punto di partenza per migliorare il circuito a qualcun altro in un futuro.

Per adesso ringrazio coloro che hanno espresso i loro suggerimenti e anticipo i ringraziamenti a chi ne aggiungerà degli altri.

Grazie ancora.
Antonio
web: http://www.intelligenzadomotica.com
facebook: https://www.facebook.com/IntelligenzaDomotica

PaoloP

Non ricordo chi, ma qualcuno ha già realizzato una ciabatta con controllo remoto.
Oppure puoi guardare nel topic dell'Ardu Aquarium Controller la parte relativa alla realizzazione della scheda relè.

atsanna

Grazie PaoloP,
darò volentieri un'occhiata all'Ardu Aquarium Controller per trovare spunti sicuramente interessanti da utilizare come base di partenza per il mio progetto.
Grazie ancora.
Antonio
web: http://www.intelligenzadomotica.com
facebook: https://www.facebook.com/IntelligenzaDomotica

atsanna

Ciao a tutti.
Dopo aver letto un bel pò di materiale e aver optato per la progettazione di una scheda relè monostabile opto-isolata, credo di aver "individuato" lo schema corretto che allego al post.
Chiedo scusa anticipatamente per la grafica, ma come già detto in precedenza sono un completo neofita e sto cercando di imparare.
Ritornando al circuito, il funzionamento dovrebbe essere il seguente: quando imposto il pin di arduino su "HIGH", la corrente attraversa la resistenza, l'opto-isolatore (che trasferisce il segnale all'altro circuito) e si accende il led (che mi serve per verificare visivamente lo stato del pin).
Viso che l'opto-isolatore a questo punto ha trasferito il segnale all'altro circuito, la corrente di quest'ultimo attraversa la restistenza, arriva al transistor bipolare NPN ed infine eccità il relè...
Domanda: il ragionamento è corretto oppure sono ancora fuori strada?

Grazie per il tempo che vorrete dedicarmi.
Antonio
web: http://www.intelligenzadomotica.com
facebook: https://www.facebook.com/IntelligenzaDomotica

Testato

Questo va molto meglio, alcune considerazioni :
Perché optoisolare ? Il relè gia ti isola dalla rete
Il led lo userei sul relè in modo da sapere se veramente il comando arriva ad esso.
Valori res ancora un po sballati, ma decidi prima se vuoi seguire il consiglio ti togliere l opti e poi se ne riparla
- [Guida] IDE - http://goo.gl/ln6glr
- [Lib] ST7032i LCD I2C - http://goo.gl/GNojT6
- [Lib] PCF8574+HD44780 LCD I2C - http://goo.gl/r7CstH

atsanna

Ciao Testato.
Intanto grazie per la risposta e per il consiglio.
Pensavo che per essere veramente isolato dalla rete avrei dovuto usare un optoisolatore, ma se dici che non serve lo tolgo.
I valori delle resistenze sono messi a caso: volevo prima definire il circuito e poi calcolarlo.
Ho allegato al post il nuovo schema senza l'opto; se pensi che così possa andar bene, mi puoi dare gentilmente qualche dritta per dimensionare le resistenze?
Grazie mille e buona domenica.
Antonio
web: http://www.intelligenzadomotica.com
facebook: https://www.facebook.com/IntelligenzaDomotica

Testato

#12
Oct 06, 2013, 11:59 am Last Edit: Oct 06, 2013, 12:04 pm by Testato Reason: 1
e' sbagliata la descrizione del 1n4001 ed anche il simbolo, perche' non e' uno zener, ma il resto e' ok.
essendo il rele' a 5V non ti serve nemmeno ulteriore alimentazione separata
- [Guida] IDE - http://goo.gl/ln6glr
- [Lib] ST7032i LCD I2C - http://goo.gl/GNojT6
- [Lib] PCF8574+HD44780 LCD I2C - http://goo.gl/r7CstH

atsanna

Ciao Testato, grazie per la dritta.
Avevo messo un'alimentazione separata perchè ho un relè che va a 12V e al posto del 1n4001 avevo messo (esagerando) un diodo "High-speed" 1n4148.
La simbologia, come vedi, non è ancora il mio forte...  :P (ma pian piano imparerò anche io...)
Ora mi servirebbero alcune dritte per dimensionare le resistenze: da dove si comincia?
Grazie.
Antonio
web: http://www.intelligenzadomotica.com
facebook: https://www.facebook.com/IntelligenzaDomotica

Testato

uso lo schema che ti ho postato, punto  :)
se vuoi imparare a dimensionare le resistenze di un transistor devi iniziare dalle basi, un buon libro oppure cerca su internet qualche link
- [Guida] IDE - http://goo.gl/ln6glr
- [Lib] ST7032i LCD I2C - http://goo.gl/GNojT6
- [Lib] PCF8574+HD44780 LCD I2C - http://goo.gl/r7CstH

Go Up