Pages: [1] 2   Go Down
Author Topic: Progetti finanziati con ARDUINO  (Read 1409 times)
0 Members and 1 Guest are viewing this topic.
Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 4
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Salve a tutti,
vorrei organizzare una presentazione per far conoscere ARDUINO dove lavoro, in quanto ritengo possa essere utile per varie applicazioni.

Quando ne ho parlato, i  miei superiori l'hanno preso per un hobby o un giocattolo.

Vorrei presentare alcuni progetti a scopo illustrativo, intendo progetti importanti, finanziati magari da qualche ente. Non gli schemi o i dettagli tecnici, quanto il contesto e l'utilizzo che è stato fatto dell'ARDUINO.

Vorrei quindi sapere se avete conoscenza di progetti di ricerca che ne hanno fatto uso.

Grazie a tutti!
Logged

Offline Offline
Sr. Member
****
Karma: 4
Posts: 344
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Prova a vedere questi progetti, alcuni sono più complicati di altri però dovrebbero dare un'idea generale delle potenzialità.

http://hacknmod.com/hack/top-40-arduino-projects-of-the-web/

Guarda anche qui:
http://blog.arduino.cc/2008/07/01/research-projects-with-arduino/
« Last Edit: September 25, 2013, 05:01:04 am by yoshi93 » Logged

Parma
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 19
Posts: 2312
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Fai degli esempi pratici solo inerenti alle applicazioni che pensi utili per i tuoi capi, dire che è andato nello spazio o che l'hanno utilizzato per fare una macchina del caffè non penso abbia influenza positiva sui tuoi capi.
Ho sentito anch'io che molte ditte di progettazione lo utilizzano (parlavo con un contabile, a lavoro ne comprano a vagonate e mi ha chiesto per caso se sapevo cos'era smiley-lol)
Comunque una scheda Arduino è una scheda di sviluppo e spesso va bene solo per realizzare rapidamente dei prototipi

Ciao
Logged

Offline Offline
Sr. Member
****
Karma: 4
Posts: 344
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Sì, infatti, ricerca con arduino = prototipi funzionanti quasi subito. Poi se vuoi usarlo in progetti finiti c'è anche il discorso delle licenze da vedere.
Logged

Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 11
Posts: 1489
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

io direi che tutto ruota attorno allo scopo, non so cosa tu faccia al lavoro, ma se intravedi delle situazioni in cui arduino e' comodo, e comodo significa maggiore produttivita', in altri termini problem solving a costi piu' bassi, allora puoi contestualizzare

sali su dai capi e dici, con questo strumento ci si mette x1 ore, y1 euro, con gli attuali strumenti ci si mette x2 ore, y2 euro, il ratio e' {x1:x2},{y1:y2}, a voi la scelta!

ci sono casi dove non e' possibile nemmeno se il ratio e' favorevole, tipo ... ambienti dove gli strumenti (sopratutto di misura e attrezzature di collaudo, cioe' dove io vedrei bene arduino, compatibilmente con le sue caratteristiche) DEVONO (MUST) essere certificati, in quel caso c'e' poco da fare.
Logged

0
Offline Offline
Faraday Member
**
Karma: 38
Posts: 5601
Arduino rocks
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

I tuoi capi non capiscono niente e fin qui tutto torna  smiley
Ma tu lavori con microcontrollori ? Intendi progettare dei circuiti hw fw ? In quel caso è l'applicazione finale che conta, che puoi prototipare su arduino e poi spostare su standalone. Come fare in modo che le licenze arduiniche hw sw collimino fon il tuo prodotyo sono problemi tuoi.

Se intendi usare la scheda arduinica direttamente in un progetto è altro discorso, ma sempre con le licenze e con la progettazione devi fare i conti.

Lock ma perché dici che non si può certificare un progetto con arduino ? Lo vieta la legge o è solo complicato ?
Intendi arduino o anche standalone ?
Logged

- [GUIDA] IDE1.x - Nuove Funzioni - Sketch Standalone - Bootloader - VirtualBoard
http://arduino.cc/forum/index.php/topic,88546.0.html
- [LIBRERIA] ST7032i LCD I2C Controller Library
http://arduino.cc/forum/index.php/topic,96163.0.html

Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 11
Posts: 1489
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Nel mondo del lavoro ci sono oggetti certificati e oggetti non certificati, a casa tua ci fai quello che vuoi, spesso anche in certi lab (e.g. domotica), ma se devi vendere un prodotto che richiede certificazione hai a che fare con ispettori che ti fanno un paiolo tanto se non si trovano davanti oggetti (strumenti di misura, macchine di collaudo, software certificato, etc) noti, conosciuti ed approvati.

Pensa alle misure analogiche, a volte e' richiesto uno strumento di misura tarato e certificato, oggetti (spesso anche costosi, vedi fluke) che mandi almeno una volta all'anno in appositi centri per la calibratura, se usi l'ADC di arduino chi ti mette per iscritto che quanto leggi soddisfa la classe metrologica richiesta dalla procedura ? In altre parole chi ti firma con il sangue che e' correttamente calibrato ?

La risposta e' chi te lo certifica, se te lo certifica (perche' potrebbe anche bocciartelo), e quindi in quel caso arduino non e' detto che non vada bene, e' che va prima certificato (codice, hardware, e non parliamo della schedina arduino ma di schedina + shield custom), e allora c'e' da scucire un bel po' di grana, non e' detto che ce la si sbrighi al primo giro, magari ti bocciano l'attrezzatura e ti tocca prendere appuntamento per ripresentarti a calendario, quindi non e' detto che convenga rispetto ad un banchetto di misura e.g. labview e relativa attrezzatura venduta gia' certificata (e.g. multimetro fluke comandato da labview, entrambi oggetti certificati).

Chiaro che a conti fatti, senza queste considerazioni, ad uno venga quasi da ridere: un banchetto labview costa diversi zeri, una schedina arduino pochi euro, un multimetro appena decente altrettanto, mentre un multimetro fluke costa anche 600 euro, piu' assegni a diversi zeri ogni volta che lo fai calibrare in appositi centri.

Il discorso vale anche al contrario, cioe' quando non ci sono certificazioni tra le scatole ed arduino puo' costare nettamente di meno, -1- perche' si arriva prima alla soluzione (arduino e' pensato a proto rapida, sopratutto ha molto parco librerie a disposizione), quindi il datore di lavoro esborsa meno ore ai dipendenti per ottenere una mail stone, e -2- perche' per la stessa scheda di sviluppo a base di arduino esborsa di meno, arduino costa relativamente poco, con tutte le considerazioni poi a parte sul debugging, perche' a rigore, per poter dire che "funziona", servirebbe almeno un buon debugger hw ed una robbusta suite di vettori di test per il codice, oltre poi ad analoghe batterie di test per l'hw.

Non e' cosi' semplice quando si "vende" qualcosa, e nemmeno quando si crea una attrezzatura, dipende in prima battuta anche dal cliente, prima ancora che dai capi.

Insomma, i capi non e' detto che non capiscano mai nulla, a volte sono scafati per considerazioni che e' a noi che sfuggono.
Logged

Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 11
Posts: 1489
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Pero' se c'e' un ratio incontrovertibile che mostra vantaggioso usare Arduino rispetto ad altro, il capo di turno puo' appendere la questione e meditarci sopra assieme a tutte le altre, e potrebbe anche essere che alla fine, mediato il tutto, veda la convenienza quindi dica "Si!"
Logged

Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 4
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

avete ragione, mi sono espresso in modo incompleto.

Le applicazioni "interne", con esempi e proposte le ho già rappresentate in alcune slide.. non è quello il punto.

Il punto è solo far capire che non si tratta di un giocattolo tipo Lego, ma qualcosa di serio e potente. L'idea mi serve più per l'incipit che altro, della serie " se lo usano loro, perché non noi?"

nota:
lavoro in un laboratorio chimico, potrebbe essere utile per monitoraggio di impianti pilota, controlli, strumenti etc
Logged

Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 11
Posts: 1489
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Il punto è solo far capire che non si tratta di un giocattolo tipo Lego, ma qualcosa di serio e potente. L'idea mi serve più per l'incipit che altro, della serie " se lo usano loro, perché non noi?"

detta cosi' rischia di essere controproducente! Non e' che se lo usano altri allora lo devi usare anche tu perche' fa bello, ti si possono contestare mille ragioni contro e tu cosa avresti da ribattere ? Un adesivo ? Capisci che devi prima mettere frecce al tuo arco, e quindi mostrare che che forse conviene, e se conviene si fa, altrimenti no.

Le argomentazioni da mettere sul piatto sono
1) posso farlo ? si/no, e nel si devi considerare se e' richiesta attrezzatura/strumentazione certificata o meno
2) costa meno tempo/soldi ? esibisci il ratio al capo mostrandogli la convenienza, in termini di quanto ci risparmia in time&cost to solution
3) il cliente e/o terzi lo accettano o storcono il naso ? (qui purtroppo ... c'e' poco da fare, se non mediare dati incontrovertibili sui vantaggi rispetto ad altra soluzione)

dopo queste valutazioni, oggettive, incontrovertibili, messe nero su bianco, si passa ai fatti.
Logged

0
Offline Offline
Faraday Member
**
Karma: 38
Posts: 5601
Arduino rocks
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

grazie lock del tuo parere, karma +1  smiley
Logged

- [GUIDA] IDE1.x - Nuove Funzioni - Sketch Standalone - Bootloader - VirtualBoard
http://arduino.cc/forum/index.php/topic,88546.0.html
- [LIBRERIA] ST7032i LCD I2C Controller Library
http://arduino.cc/forum/index.php/topic,96163.0.html

Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 4
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Sicuramente avete ragione

ma io volevo sapere se esistono dei progetti di rilevanza nazionale che sfruttino ARDUINO  smiley-confuse
Logged

Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 38
Posts: 1897
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Anchio ho fattoquesto percoirso, ed essendo il Responsabile Tecnico, sarei stato io stesso a decidere se implementare Arduino nei progetti aziendali, proprio in virtù dell'acclarato rapido Time-to-market.

Il problema delle licenze e le prestazioni - ad un dato punto - limitate, mi hanno costretto a scegliere altre piattaforme.

Alla fine ho scelto iPIC di Microchip, saltando i base e medi 16F e 18F e dedicandomi da subito ai sistemi 16 e 32 bit.

Devo dire che ne è valsa la pena, e che senza il kick start di Arduino, forse non sarei arrivato dove sono adesso. In pratica mentre prima la parte microcontrollori e servizi annessi la facevamo fare da una ditta esterna, adesso la facciamo noi, con tutto ciò che ne consegue.

Ti consiglio di evolverti e adottare una piattaforma che ti consenta di scalare verticalmente senza problemi di compatibilità. Arduino va bene per fare accendere le lucette, come inserisci pezzi di codice per la sicurezza, la ridondanza, l'affidabilità nel tempo, necessari alle varie certificazioni ecc. Arduino segna presto il passo.

A seconda dell'ambiente tecnico in cui operi, ti suggerisco MCU Infineon, che al prezzo di un ATmega328 ti danno un processore a 32 bit, MOLTO semplice da programmare, MA A 32BIT!!! e che ti forniscono un eventuale ecosistema di componenti, discreti tutti ottimizzati per funzionare bene l'uno con l'altro, oppure PIC16 o 32 di Microchip, quali vantano una facilità ed un supporto secondo solo ad Arduino.

Poi ci sono altre alternative economiche come i Texas MSP430 e altri, ma via via con minore documentazione e quindi supporto da comunità varie (però con altri vantaggi).
Logged

0
Offline Offline
Faraday Member
**
Karma: 38
Posts: 5601
Arduino rocks
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

anche a Babbuino +1  smiley

una domanda, ma sui pic trovi stesse librerie e supporto ? esempio la stampa su seriale con un semplice comando ? la libreria per un semplice lcd alfanumerico ? Sono parte integrante dell'IDE ?
Lo chiedo perche' visto che parli anche del problema licenze, credo che anche su pic chi rilasci le librerie gratuitamente lo faccia con la GPL, quindi non e' la stessa cosa di Arduino ?
L'ide per i pic non e' GPL ?
Ai tuoi clienti rilasci cmq il firmware ?

p.s. domanda generale sulle licenze, si puo' rilasciare software open source ma vietarne la diffuzione, cioe' dire al cliente che non ha il diritto di diffondere il codice ma puo' usarlo solo personalmente ? E' compatibile con la GPL ? Oppure esiste una licenza che lo prevede ?

Grazie
« Last Edit: September 28, 2013, 05:50:14 am by Testato » Logged

- [GUIDA] IDE1.x - Nuove Funzioni - Sketch Standalone - Bootloader - VirtualBoard
http://arduino.cc/forum/index.php/topic,88546.0.html
- [LIBRERIA] ST7032i LCD I2C Controller Library
http://arduino.cc/forum/index.php/topic,96163.0.html

Global Moderator
Italy
Online Online
Brattain Member
*****
Karma: 312
Posts: 21601
Logic is my way
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

p.s. domanda generale sulle licenze, si puo' rilasciare software open source ma vietarne la diffuzione, cioe' dire al cliente che non ha il diritto di diffondere il codice ma puo' usarlo solo personalmente ? E' compatibile con la GPL ? Oppure esiste una licenza che lo prevede ?
Testato... e basta con queste licenze!  smiley-lol smiley-lol
Ogni 2/3 settimane ritiri fuori questo discorso delle licenze. Lo abbiamo affrontato talmente tante di quelle volte che non ne posso più.  smiley-razz
Sono le solite cose dette e stradette. Se non ti piacciono, non è che riparlandone esse cambiano, eh  smiley-wink
Logged


Pages: [1] 2   Go Up
Jump to: