Go Down

Topic: info (Read 969 times) previous topic - next topic

geppopazzo

ciao a tutti sono nuovo del forum ed ero intenzionato a comprare arduino pero mi volevo togliere alcuni dubbi.
vorrei realizzare un orologio con schermi a matrice di led rgb 8x8, guardando alcuni video o forum su internet mi sono sorti alcuni dubbi: dopo aver realizzato e programmato arduino, lo devo per forza lasciare collegato al progetto o posso programmare un altro micro, scollegarlo e realizzare un altro progetto???

ho letto alcune cose sullo standalone, ma posso solo programmare un atmega o anche altri mico tipo pic eprom o altre cose???

grazie mille in anticipo per le risposte


uwefed

Una volta terminalto la programmazione puoi usare un controller da solo o un altro modello di Arduino come il Mini, mini pro o micro per il pilotaggio.
Per le matrici RGB Ti consiglio il Rainbowduino. Ha a bordo i driver per pilotare la matrive in RGB.
zB bei http://www.exp-tech.de/Mainboards/Seeeduino-Rainbowduino-LED-Driver-Platform-301.html

Grüße Uwe

gpb01


Quindi se ho capito bene dovrei comprare un arduino per ogni progetto???


Arduino è una piccola piastra di sviluppo dove hai già alcune cose (es. USB -> Seriale, connettori, ecc. ecc.).
Finito lo sviluppo, se vuoi, puoi disegnarti tu il tuo circuito che utilizza la sola MCU e la componentistica che occorre e realizzare quindi la TUA scheda.

Se non sei in grado di realizzare delle schede ... beh ... allora SI, dovrai comprare un Arduino per ogni prodotto finito che vorrai realizzare ...  :smiley-roll:

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

nid69ita

#3
Jan 22, 2014, 09:29 am Last Edit: Jan 22, 2014, 09:41 am by nid69ita Reason: 1

Ma come faccio a programmare  il micro che mi serve e quali tipo di micro posso programmare??.

Queste sono le schede Arduino sul mercato, programmabili con l'IDE ufficiale. Nell'IDE c'e' in un menu da scegliere la board.
http://arduino.cc/en/Main/Products
Le versioni più piccole sono Nano e Mini Pro.

Poi puoi farti una versione tua standalone (se cerchi nel forum è pieno di thread e c'e' una guida del prof. Menniti) con solo il micro Atmel Atmega328P. Questo è DIP.
La Arduino Mega ha l'Atmel Atmega2560 ma è SMD, un bel casino da montare da soli, vedi un thread di Menniti precedente, non ricordo in quale sezione.
my name is IGOR, not AIGOR

PaoloP

L'Arduino usa i microchip AVR della ATmel.
Le famiglie di microchip comprendono gli ATmega e gli ATtiny. Sulla UNO c'è l'ATmega328P, sulla MEGA l'ATmega2560, sulla Leonardo il 32U4, mentre sulla DUE si passa agli ARM con il SAM3X8E (ma è un'altro paio di maniche)
Quelli più utilizzati nei progetti in Stand Alone sono il 328P, con i fratelli maggiori 644P e 1284P, e i fratellini, gli ATtiny84 e ATtiny85.
Per programmarli puoi inserire il bootloader nel micro e caricare lo sketch via seriale oppure programmare direttamente lo sketch senza bootloader tramite la tecnica ISP (consigliata sui tiny)
La migliore guida alla programmazione degli AVR è quella di Michele Menniti --> http://www.michelemenniti.it/arduino_burn_bootloader.php

Sul forum trovi vari topic riguardanti la compilazione degli sketch sia sui 644 e 1284 che sugli ATtiny e le modifiche necessarie da fare sull'IDE.

Per i PIC o altre MCU c'è un topic apposito.

nid69ita


Io vorrei acquistare un arduino uno r3
Quindi ricapitolando io posso usare il mio arduino per fare il progetto  vedere se funziona e tutto quanto,  finito e verificato il tutto posso riscrivere il mio programma su un altra atmega328 vergine scollegare arduino e il mio progetto funziona senza problemi e così facendo arduino e pronto per un altro esperimento...
Ps: per programmare si usa il linguaggio c vero??


Ps: si, programmi in C/C++    non vedi un main() come in un programma C normale perchè è nascosto dallo strato di codice che c'e' sotto compilato/linkato in automatico che si chiama Wire (se non mi sbaglio).
Il main()  in pratica chiama una volta la funzione setup() e all'infinito (usando un while(1) la funzione loop() )

Non mi è chiaro cosa intendi metto il programma su un atmega328 vergine. Il programma lo puoi mettere su un micro vergine, e quindi usare una versione standalone per il tuo progetto. Tieni conto però che una versione standalone non è come la scheda Arduino. Ti mancano alcune cose come la porta USB e il regolatore di corrente.
my name is IGOR, not AIGOR

PaoloP

E' giusto.
Però il nuovo Atmega328 per funzionare ha bisogno di un minimo di elettronica di supporto.

PaoloP

No, il minimo indispensabile è l'alimentazione (esempio 7805 + condensatori) ed una resistenza per tenere alto il segnale sul pin di RESET. Altrimenti non parte.
Il quarzo è necessario se vuoi lasciare il clock a 16Mhz altrimenti puoi usare l'oscillatore interno con frequenze di 8Mhz o 1Mhz.
Altre cose come i condensatori di disaccoppiamento tra Vcc e GND non sono obbligatori ma vivamente consigliati.

Fai una ricerca sul forum. Se ne è parlato in tantissime discussione. Cerca: StandAlone
Oppure trovi qualcosa nella sezione Megatopic.

PaoloP

In senso stretto no.
Ovviamente dovrai aggiungere l'elettronica che riguarda il tuo progetto.

Vedi ad esempio il progetto di Leo --> http://www.leonardomiliani.com/2012/micrologio-un-micro-orologio-con-un-atmega328p/

geppopazzo

ok ok quello che dovevo aggiungere l'elettronica del mio circuito lo davo per scontato..:)

io lo vorrei realizzare con gli schermi a matrice di led 8x8 rgb..
è possibile usarne 2 per le ore 2 per i minuti e 2 per i secondi??

Brunello

Quote
io lo vorrei realizzare con gli schermi a matrice di led 8x8 rgb..
è possibile usarne 2 per le ore 2 per i minuti e 2 per i secondi??


certamente.
Ma anche se le usi in multiplexer ti servono un discreta quantita' di Shift register e Driver
Sono 24 porte per gli tutti gli RGB in comune e 48 ( 8 x 6Display ) per pilotare ogni singola colonna
E ci fai solo 8 colori......

geppopazzo

quali componenti mi consigliate o quali schemi??? io sono un po confuso

Etemenanki

I TLC5940 sono un po "ostici" da usare (bisogna settare un canale alla volta), ma hanno 16 uscite a corrente costante dimmerabili in PWM ... se vuoi realizzare 6 matrici RGB da 8x8, potresti usare 9 TLC (3 serie di 3, per avere le 48 uscite per tutte le colonne, una serie per colore), ed un UDN per tutte le linee ... poi lo sketch diventa un po piu complicato, ma almeno la parte hardware ti si semplifica parecchio (per farli con gli shift register standard servirebbero 18 HC595 e 18 ULN2803, piu l'UDN e 144 resistenze, e non avrebbe neppure il controllo di corrente sui led :P)

Inoltre, dato che ogni colore avrebbe 4095 (piu il nero) livelli di intensita', ti permetterebbe di ottenere, almeno in teoria, 68.669.157.380 sfumature di colore (un po troppe per servire a qualcosa, dato che non ci devi realizare un catalogo Pantone :P , ma anche usando "solo" 16 livelli per ogni colore, arrivi a 4096 diversi colori, che mi sembra un risultato di tutto rispetto per una matrice da orologio ;) XD)
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

Etemenanki

Come orologio non lo so (anche perche' la maggior parte dipendera' dal tuo sketch) ... Come connessioni dipende da quanti TLC si possono usare in cascata ... bisogna vedere se la libreria permette di usare 3 banchi indipendenti di 3 TLC ognuno (ma ne dubito), oppure un solo banco di 9 in catena ... a quel punto si decide il tipo di catena in base al pilotaggio che vuoi fare e si puo disegnare uno schema elettrico per i collegamenti ...
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

Go Up