Pages: [1]   Go Down
Author Topic: "esperti" di elettronica a me  (Read 360 times)
0 Members and 1 Guest are viewing this topic.
Naples (ultimamente quasi)
Offline Offline
Full Member
***
Karma: 0
Posts: 162
Arduino rocks
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

ragazzi...ammetto la mia ignoranza ma è qualche anno che non tocco roba di transistor e quindi ho dimenticato delle cose basilari. avrei bisogno di una vostra mano: mi servirebbe (adattandolo ovviamente) questo circuito
http://www.arduino.cc/playground/uploads/Learning/Level_shifting_4_arduino.pdf
ora...su alcune cose non sono molto sicuro..quindi se dico delle baggianate riprendetemi anche:
- il transistor viene utilizzato per regolare la corrente ai pin di arduino;
- r4 e t1 vengono usati come partitore di tensione della Vin (in tal caso, perchè la nota dice di modificare la resistenza r1 se Vin>12V?)
- il diodo lo si mette poichè in alternata abbiamo la contropolarizzazione del transistor, e addio circuito


dove sbaglio??
Logged

Torino - Linux
Offline Offline
God Member
*****
Karma: 0
Posts: 522
Pigs on the wings!
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Guarda non preoccuparti perchè anche io ho studiato elettronica ma dopo anni non mi ricordavo veramente una cippa :-)
Per rispondere alle tue domande:

* Il transistor serve per gestire una tensione maggiore di 5V. Nell'esempio da 12V. Ovviamente deve essere "resistente" alla conseguente corrente che circolerà altrimenti si brucia. Io, per esempio, per un ventilatorino usavo un BJT. Ne ho bruciati 3 prima di capire che dovevo usare un MOSFET...

* R4 ed R1 non vengono usati come partitore bensì come limitatore di corrente. Infatti, essendo V=RI se aumenti la resistenza diminuisce la corrente che circola. Se Vin > 12V la corrente aumenta ma se aumenti la resistenza, la corrente non aumenta... Ovviamente l'aumento della resistenza deve andare di conseguenza.

* Il diodo serve per le correnti alternate sebbene io l'abbia sempre usato più che altro per le correnti di ritorno.
Utilissimo anche se la corrente è continua ma andrai ad alimentare un motore elettrico. In quel caso meglio metterlo per evitare di bruciare il transistor...
Logged


Naples (ultimamente quasi)
Offline Offline
Full Member
***
Karma: 0
Posts: 162
Arduino rocks
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

quindi se dovessi gestire una tensione di 24V, vado a modificare soltanto  R1? o devo cambiare anche il transistor? inoltre, non capisco come mi fa a scendere la tensione da 12V a <5V <(la Vce) letta da arduino..potresti gentilmente spiegarmelo  :-[

(i miei prof di elettronica mi ucciderebbero!)
« Last Edit: October 28, 2009, 06:05:28 am by dmitrac » Logged

Torino - Linux
Offline Offline
God Member
*****
Karma: 0
Posts: 522
Pigs on the wings!
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Allora, se vuoi passare a 24V non basta modificare solo R1. Devi controllare anche se il transistor gestisce 24V in uscita...
Ogni transistor ti dichiara, sul datasheet la tensione di ingresso e quella di uscita.
Inoltre devi controllare anche la corrente che andrà a gestire e che anche questa sia dentro i valori dichiarati dal costruttore.

Sulla seconda domanda aspetto anche io risposta di gente che ne sappia di più.
Di solito ho usato un impulso a 5V che alimentava circuiti a 12V con il mosfet ma non il contrario.
Logged


Naples (ultimamente quasi)
Offline Offline
Full Member
***
Karma: 0
Posts: 162
Arduino rocks
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Quote
Devi controllare anche se il transistor gestisce 24V in uscita...
intendi in ingresso?
Logged

Pages: [1]   Go Up
Jump to: