Go Down

Topic: sensori contapezzi help me!!! (Read 7800 times) previous topic - next topic

cecco88

qualcuno gentilmente saprebbe consigliarmi qualche sensore compatibile con arduino, digitale o analogico, che sia in grado di rilevare i pezzi che transitano su una linea di produzione?
esempi dei pezzi da contare sono pacchetti di fazzoletti, stecche, scatole di stecche e simili...

grazie mille!

spero che qualcuno possa aiutarmi :)

NetWorm

Se non sono materiali ferromagnetici l'ideale può essere un semplice infrarosso :)

cecco88

Intanto ti ringrazio per la risposta.

L'infrarosso dici... se scegliessi arduino 2009, come potrebbe essere effettuato il trasferimento del dato alla scheda e successivamente dalla scheda al pc?

La cosa che ho ipotizzato è la seguente...
La scheda arduino campiona i dati ricevuti dal sensore; al raggiungimento di una quantità prefissata, la scheda manda un segnale al sensore al fine di azzerare il conteggio attuale per cominciarne uno nuovo.
Inoltre dovrebbe mandare un segnale al pc a cui è connessa, di modo che a fine giornata si possano fare tutti i controlli del caso.

E' possibile realizzare una cosa simile?

dadebo1

si si .. poi mandare un dsegnale digitale in uscita e .. al pc una variabile ...

cecco88

Sapresti indicarmi qualche buon sensore ad infrarossi in grado di compiere la funzione di contapezzi?

Una cosa poi non mi è molto chiara e magari è anche una cosa stupida ma mi sto cimentando con arduino da pochissimo tempo...  il sensore ad infrarossi come comunica con la scheda arduino? intendo per i pin...

Francesco



nathanvi

Cecco, puoi usare uno sharp come questo:
http://www.acroname.com/robotics/info/articles/sharp/sharp.html
E' un sensore analogico quindi devi usare un pin analogico di arduino.
A seconda della distanza alla quale vuoi/puoi mettere il sensore dagli oggetti che passano, in fondo al post ci sono diversi modelli utilizzabili.
Scegli il più adatto.
Per quanto riguarda la modalità di passaggio dati da arduino a PC dipende se questi sono lontani fisicamente, se si "vedono" (nel senso che sono in linea retta e senza ostacoli in mezzo), se possono essere interfacciati direttamente tramite cavo usb o ethernet...
Il resto viene da sè.
My blog:
http://zuccala.blogspot.com

dadebo1

carino quello proposto da NetWorm
passando agli ultrasuoni ...
io hovisto aplicazioni carine e sono  idonei in posti con polvere...
http://it.rs-online.com/web/search/searchBrowseAction.html?method=getProduct&R=4812100
ce ne hai sia analogici che digitali a seconda dei casi... e con vari tipi di uscita...

cecco88

Grazie nathanvi,
guarderò sicuramente il link che mi hai passato.

Per il passaggio dati dal sensore infrarossi alla scheda di arduino non credo si riuscirà a permettere il diretto contatto "visivo" anche perchè la macchina ha una forma non omogenea.

Dovremmo mettere circa 5 o 6 sensori contapezzi, sapresti indicarmi quante schede arduino sarebbero necessarie?

Per quanto riguarda i cavi, dobbiamo ancora vedere se mettere uno o più pc. Se le distanze dalla/e schede arduino al/ai pc sono superiori ai 5m dobbiamo optare per una soluzione ethernet; speriamo comunque di riuscire a cavarcela con l'USB.

Ho letto che la scheda arduino duemilanove ha la porta USB, ma se decidessi di utilizzare il cavo ethernet per passare i dati al pc, sai se c'è qualche componente aggiuntivo per tale modello di scheda??

Grazie ancora!! ;)

Federico Vanzati

Ciao,

L'ATmega "dentro" ha la seriale, la USB c'è perchè sulla scheda c'è un convertitore USB/Seriale (il chip FTDI che trovi dietro il conettore USB). Quindi eventualmente avresti una seriale....più usata in ambito industriale.

Se vuoi dotare Arduino di ethernet, c'è uno shield (Ethernet shield) che si monta sopra, bazzicando sul sito lo troverai.

Su google prova a cercare "sensori di prossimità" a infrarossi o ad ultrasuoni.
Secondo me però per contare dei pezzi è suffiente una fotocellula....ti serve sapere quando passa un pezzo, non a che distanza è. E poi probabilmente è più facile da posizionare sulla macchina.

Ci sono un sacco di ditte (ABB, Siemens, Balluff,...) che producono sensori di ogni genere, per chi fa automazione industriale. Li fanno già interfacciabili con i plc (non ti sto scoraggiando ad usare Arduino, anch'io vorrei fare tutto con Arduino!!!!).
F

dadebo1

beh io .. ho un web-cam a 20 mt di distanza con il pc ho dovuto fare un "ponte" tramite un "hub usb alimentato"  inserito in serie.
Sensori vedi sopra.. se ti servono solo per contare .... anche digitali .. se ti servono per rallentare o fermare i pezzi analogici...
l'uso della seriale pura, credo che arduino abbia una rs232... è solo point to point ... e anche quella è limitata in lunghezza.. visto che viaggia su valori di tensione..
per gli ingressi se opti su un mega... nn hai problemi 34 digitali  e 15 analogici  ... :)

cecco88


Ciao federico,
se nn sbaglio il chip FTDI c'è anche sulla AT2009.

Ottimo a sapersi per l'ethernet shield... ma sarebbe compatibile anche per la scheda arduino duemilanove?

In effetti hai ragione, quello che dovrei segnalare con il sensore alla scheda è il passaggio di un pezzo, o meglio, è la scheda che continuando ad interpellare il sensore o la fotocellula, si accorgerebbe del transito di un pezzo.
Il problema che mi pongo allora diviene il seguente...
come potrei connettere la fotocellula ad arduino? (in termini di cablatura intendo)

Preferirei adottare nuovi dispositivi, magari anche non interfacciabili con il plc, perchè questi dati sul conteggio di pezzi, li vorremmo avere su dei pc, in modo da ottimizzare diverse cose come ad esempio rilevare la quantità di scarto prodotta...

Hai qualche modello di fotocellula da consigliarmi ?
darò senz'altro un'occhiata nel web anche io.. ;)

Grazie

dadebo1

dai un occhio al sito www.rs-components.it ...
sicuramente nn sono i prezzi più economici ma c'è un mucchio di roba con ricerca semplice.. poi poi acquistare dove vuoi ..

Federico Vanzati

#12
Oct 15, 2009, 12:13 pm Last Edit: Oct 15, 2009, 12:19 pm by Federico_Vanzati Reason: 1
Hehe....sono uno studente di ing pure io....non saprei che fotocellule consigliarti, se stai facendo un tirocinio chiedi in azienda, sicuramente sapranno come reperirne una.

Interfacciare la fotocellula credo sia abbastanza semplice, è "digitale":
- il fascio di "luce" arriva al rivelatore --> non c'è il pezzo
- il fascio si interrompe --> c'è il pezzo
leggendo l'uscita del rivelatore sai quando passa un pezzo.

Per quanto riguarda la ethernet shield, diciamo che è proprio fatta per il Duemilanove.
Io ne ho una e a mio parere per riuscire a farci quello che vuoi devi masticare bene ciò che è ethernet (infatti la mia sta prendendo la polvere!).
F

dadebo1

quello che viene chiamata fotocellula è composta da due parti .. un emettitore e un ricevitore.. ... l'emettitore deve essere alimentato mentre il ricevitore è una semplice fotocellula e gli dai l'lamentazione che vuoi .. (compatibile con arduino) .. ci sono sia a 2 componenti separati sia a componente unico (quello che consiglio) .. i primo ricoprono maggiori distanze.... (esempio cancelli elettrici) ...
i prezzi variano da pochissimi euro a tantissimi euro .. ma io .. horiparato dei pistrufggi diocumenti .. con quelli da pochi euro e vanno benissimo .....
comme ho detto prima ..se peròl'ambiente è polveroso è meglio passare a quelli ad ultrasuoni .. che semplcemente nn hanno bisogno della pulizoia delle lenti .... :)


cecco88

Ciao Federico, piacere di aver conosciuto un futuro ingegnere!!! :)
Ringrazio molto anche Dadebo per i suoi consigli!

Mi avete convinto per la fotocellula, l'ambiente è molto pulito (vengono prodotti fazzoletti e carta igienica). :)

Federico... chiarissima la spiegazione sul funzionamento della fotocellula che si può digitalizzare con uno o uno zero a seconda che venga rilevato o meno un pezzo.

Mi è venuto un dubbio... quando un pezzo sta passando sul nastro, la fotocellula lo rileva... al posto di basarci sul campionamento che arduino effettua sulla fotocellula, non sarebbe meglio che sia la fotocellula a comunicare alla scheda la presenza di un pezzo??

Se fosse arduino a campionare la fotocellula, al passaggio di una scatola, per molte volte arduino vedrebbe la fotocellula impegnata, sbagliando il conteggio... non so se mi sono spiegato sufficientemente...

Ho visto i prezzi delle fotocellule sul sito www.rs-components.it e non sono bassini per le fotocellule.
Nel caso dovessimo acquistare fotocellule a corpo unico, cosi come consiglia dadebo, come si farebbe a rilevare il passaggio di un pezzo?
Mi è chiaro nel caso in cui emettitore e trasmettitore siano separati, meno nel caso di pezzo unico...

Grazie ragazzi!!!

Go Up