Go Down

Topic: Autodiagnosi per Arduino? (Read 3 times) previous topic - next topic

kokiua

Ok per l'autodiagnosi, ma se per controllare una porta ne devi utilizzare un'altra ed entrambe sono difettose, anche un semplice controllo incrociato non basta.. e il costruire un circuitino di test si complica parecchio... (e non so neppure se ci si salta fuori...)

Comunque sia, direi che nella stragrande maggioranza dei casi, quando non è fritto tutto, se una porta non va non funzionano anche tutte le funzioni ad essa associate, viceversa, a me non è mai capitato che una porta che ha subito uno stress funzionasse ed una o più funzioni associate no...

Calamaro

sul mio diecimila non andava più il digital out 3 ma il resto funzionava alla grande, cambiato il chip e funziona tutto!

Federico

L'arduino e' cosi' piccolo che mi pare uno spreco di tempo e soldi sta cosa dell'autodiagnosi. Se non va una porta te ne accorgi nel giro di poco!
Federico - Sideralis
Arduino &C: http://www.sideralis.org
Foto: http://blackman.amicofigo.com

BrainBooster

#18
May 30, 2010, 06:51 am Last Edit: May 30, 2010, 06:57 am by brainbooster Reason: 1
non capisco cosa significa "piccolo", comunque credo che sia capitato a tanti che durante la fase di prototipazione, dove ancora non si sà cosa funziona,  un corto o qualcos'altro aggiunga incognite, bè io sarei felice di sapere da subito di poter escludere arduino dai componenti da diagnosticare, oppure sapere che è problema di mcu e quindi fermarmi con le prove no?
quando accendi il pc da dove scrivi i tuoi post... bè il primo vero p.o.s.t. lo fà il B.I.O.S. prima di tè  ;D

kokiua

Concordo con brainbooster.. e poi sia sa, le dimensioni non sempre contano  ;D ... a parte gli scherzi: la complessità di un progetto non è determinata dalla dimensione (sia fisica che di capacità e caratteristiche) del dispositivo utilizzato. Avete mai provato a programmare un PIC in ASM  :-/ (con le word a 12 bit  :( ).
Insomma, un piccolo applicativo capace di verificare che non siano intervenuti problemi hardware non è poi una brutta idea.
Il problema è come fare a testare una porta come ingresso, poi come uscita ed eventualmente come terzo stato... per non parlare degli ingressi analogici (in numero dispari) che dovrebbero anche essere testati come porte logiche...

Insomma: per testare un micro come questo sarebbe necessario un micro analogo o superiore... e viene da chiedersi: il gioco vale la candela?
Forse un semplice programmino che accetta un tasto (da seriale su PC) per avanzare degli step che abilitano le varie funzioni da controllare con tester/oscilloscopio e con ingressi settati a mano, può dare una sufficiente sicurezza a chi ha dubbi sulla funzionalità.. o no?



BrainBooster

potremmo usare dei led bicolore (polarizzatii ad arte) + analog write , a diamo anche per scontato che se via pwm si riesce a pilotare un normale led allora il canale funziona, no?
non serve approfondire più di tanto secondo mè...

frog

ciao,
che dici di uno schema del genere?



l'idea è di abilitare un ingresso analogico e poi scorrere tutte le uscite digitali (ora che ci penso potrebbe essere il caso di mettere un diodo anche verso gli ingressi analogici, dopo la 10K). Una volta fatto il giro si testano tutti gli altri ingressi analogici con la prima uscita digitale funzionante.
con il filtro all'ingresso delle analogiche si possono testare anche le uscite in PWM.
il report della diagnosi pensavo si potrebbe spedire via seriale (che siamo sicuri funziona perchè Arduino si riesce a programmare)

BrainBooster

Ottimo frog! avevo in mente proprio qualcosa del genere, semplice funzionale e senza componenti complicati, penso che anche la realizzazione del software non sarebbe molto complessa...

admin

Uno shield come quello descritto è quello che smartprojects usa per testare le schede quando vengono prodotte.

m

frog

penso anch'io che per realizzare il fw ci voglia solo un po' di calma, dopo tutto si tratta di abilitare una digitale, leggere un'analogica, valutare se è pass o fail e ripartire. appena ho un po' di tempo butto giù una prima versione

BrainBooster

#25
May 31, 2010, 06:52 am Last Edit: May 31, 2010, 04:19 pm by brainbooster Reason: 1
quindi la mia idea non era poi così inutile, se qualcun'altro la adopera in campo commerciale 8-) e significa anche che siamo sulla buona strada...
P.S. quelli di smartprojects però, non lo vendono il dispositivo citato da Massimo :)

BrainBooster

chi butta giù uno schemino su eagle? (io, senza offesa per i cani, a disegnare sono peggio di un cane) ;D

frog

commosso per tanta fiducia, direi che è il caso di fare prima una prova per vedere se non ci sono delle macro minch***e di cui non mi sono accorto. io potrò lavorarci un po' giovedì sera, non prima.
una volta sicuri che l'hw funziona, per eagle ci posso pensare io volentieri

BrainBooster

#28
May 31, 2010, 07:23 pm Last Edit: May 31, 2010, 07:24 pm by brainbooster Reason: 1
Adesso rovisto un pò fra i varii componenti e vedo se riesco almeno ad assemblare un ramo su una breadboard, giusto per p.o.c. :)
sono sicuro che funzionerà, infondo sembra un partitore + un filtro, ma siccome "il diavolo è nei dettagli"...

Calamaro

#29
May 31, 2010, 07:47 pm Last Edit: May 31, 2010, 07:52 pm by Calamaro Reason: 1
http://img697.imageshack.us/img697/1026/diagnuino.png
http://img214.imageshack.us/img214/2169/diagnuinosch.png
ecco lo schematic e la board seguendo lo schema di frog. Ho messo pure un diodo luminoso da 5mm! le dimensioni dovrebbero essere rispettate semmai uppo da qualche parte board e schematic e lo stampate. Io non ho la stampante :(

edit le dimensioni delle immagini non sono rispettate, le immagini sono qualitative per farvi vedere se va bene :D

edit 2 volendo posso mettere la megapiazzola di massa e inserire fori di fissaggio anche se imho non hanno senso. le distanze tra i jumper nella board che poi verrà stampata saranno quelle che ci sono nell eagle di arduino 2009, dovrebbero essere uguali in tutti no?

Go Up