Pages: 1 ... 25 26 [27] 28 29 ... 31   Go Down
Author Topic: Domotica con Arduino  (Read 73220 times)
0 Members and 1 Guest are viewing this topic.
0
Offline Offline
Full Member
***
Karma: 0
Posts: 198
Arduino rocks
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Stavo pensando: un RTC non serve ?
Logged

Fidenza, Parma
Offline Offline
God Member
*****
Karma: 9
Posts: 783
Arduino rocks
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Io non scrivo nulla ma sono in ascolto anche io!
Secondo me un RTC per ora è inutile a meno che non si vogliano anche azioni programmate, al massimo si possono lasciare dei pin per l'i2c e al massimo aggiungere dopo la schedina

A questo punto un "preventivo" per il costo della scheda?
Logged

ArduMAP: Mappa degli utenti che utilizzano Arduino.
http://www.guglio.net/ArduMAP

Rome
Offline Offline
Full Member
***
Karma: 2
Posts: 176
Arduino rocks
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Incredibile...mi è venuto lo stesso dubbio ora che ero al bagno...manco a farlo apposta!

In ogni caso può servire...ma solo se si vuole gestire internamente un orologio. Nel mio caso non serve, perchè la logica "orologio" la gestisco sul supervisore.

Per conoscere quando si è verificato un evento sincronizzo il runtime dell'uC del nodo con il clock dell'orologio e per sapere quando si è verificato un evento faccio la differenza di runtime attuale - runtime precedente e aggiungo la differenza all'offset che c'è tra clock reale e runtime della CPU...forse mi sono spiegato male!

In ogni caso, nel mio nodo non c'è bisogno di sapere l'ora! Invece posso gestire nel nodo funzioni di timer inteso come conto alla rovescia...cioè es. se io voglio una luce accesa per un ora lo posso fare...se io volessi accendere la luce alle 20.00 no, ma semplicemente perchè ci penserebbe il supervisore.

Non ho molta esperienza sugli RTC...di solito sono su bus I2C...si potrebbe anche pensare di inserirlo in parallelo alla EEPROM I2C.

Tra l'altro m'era venuta in mente pure un'altra cosa...ma mi stanno a massacare in ufficio e mi è passata di mente...azzzzzzzz
Logged

OpenDomotica ...la domotica con Arduino - www.opendomotica.it

0
Offline Offline
Full Member
***
Karma: 0
Posts: 198
Arduino rocks
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Secondo me converrebbe metterlo l'RTC, o per lo meno predisporlo, così se voglio fare delle luci temporizzate con tempi piuttosto lunghi posso farlo senza usare millis visto che non è molto preciso per applicazioni di questo tipo. Poi se voglio gestire un termostato come faccio senza RTC ? Non posso nemmeno accendere/spegnere la luce esterna ad un certo orario.
Logged

Rome
Offline Offline
Full Member
***
Karma: 2
Posts: 176
Arduino rocks
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

No ma infatti...come ti dicevo...io gli eventi temporizzati (cioè gestiti proprio dall'ora/minuti/secondi) li faccio gestire al supervisore, perchè non mi andava di implementare la gestione nel firmware del nodo, invece implemento dei comandi temporizzati...es: irriga x 3 minuti (non mi serve di sapere che ore sono, ma solo che devo fare un qualcosaltro tra 3 minuti...e mi è sufficiente appoggiarmi al millis)
Logged

OpenDomotica ...la domotica con Arduino - www.opendomotica.it

Italy
Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 42
Arduino rocks
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Buone notizie: schema elettrico quasi ultimato. Lunedi ore 9.15 su skype: vi illustro un po la filosofia e i componenti. Invito aperto a tutti
Logged

0
Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 9
Arduino rocks
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

bè a questo punto l'RTC si può installare sulla board principale, che invierà poi i comandi alle periferiche (che quindi non necessitano di RTC)
Logged

Rome
Offline Offline
Full Member
***
Karma: 2
Posts: 176
Arduino rocks
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Dunque...

1° ho ricevuto il nuovo ethernet shield. Bisogna assolutamente lasciare libero il pin 4 oltre al 10-11-12-13

2° arduino mini è una figata 20 Euro e hai una schedina veramente piccola standalone

3° stasera ci sarò, ma attenzione a dire "il circuito è quasi finito"...non corriamo, la gatta frettolosa fà i figli ciechi!!! Bisogna assolutamente studiare bene l'interfaccia elettrica di input...se indurire con delle resistenze di pull-up specifiche o isolare galvanicamente con opto-isolatori

4° ovviamente prima di mandare in stampa il tutto, deve essere provato ogni singolo componente del sistema su proto-board! Io ho provato a combattere con il pic12f675 regolarmente ricevuto da robot-italy...ma non è così semplice programmarlo!

5° io sono sempre per l'output enable gestito dal PIC con una resistenza di pull-up/down (non ricordo) per garantire la disabilitazione degli ingressi in fase di start-up

6° dobbiamo pure studiare come fare l'alimentazione del tutto...cioè io metterei un regolatore a bordo (tipo 7805 o qualcosa del genere)...sostanzialmente io metterei come input la 12v (o 13,8 come nel mio caso)...insomma una tensione da 7 a 20v (come Arduino) e di conseguenza gestirei la doppia alimentazione on-board. Quindi, a blocchi sarebbe: alimentatore -> nostra PCB; nostra PCB -> relè! Forse non mi riesco a spiegare benissimo! smiley

7° dobbiamo ricordarci di:
- condenstori elettrolitico 100uF e poliestere 100.000pF di filtraggio alimentazione sono FONDAMENTALI e vanno messi nei pressi dei chip TTL
- condensatore elettrolitico 1uF tra il latch degli shift register di output e massa
- resistenza da 10kohm tra il pin reset dell'ATMel e positivo e microswitch tra reset e massa (oltre che il reset deve ovviamente andare verso un pin del PIC)
Logged

OpenDomotica ...la domotica con Arduino - www.opendomotica.it

0
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 24
Posts: 2315
Have you mooed today?
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Quote
2° arduino mini è una figata 20 Euro e hai una schedina veramente piccola standalone
mini o pro mini?
Le Pro Mini costano un pochino meno (15 eur).
Ho visto svariati progettini basate su board con la Pro Mini (invece del solo ATMega); da questo punto di vista sto facendo degli esperimenti.

Non ho avuto modo di seguire nè il forum nuovo costituito nè le conference call su Skype, quindi son male informato, ma nelle board che si stanno delineando c'è il solo ATMega o la soluzione è "ibrida" e quindi c'è una Arduino (Pro) Mini?
Logged

Rome
Offline Offline
Full Member
***
Karma: 2
Posts: 176
Arduino rocks
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Solo l'ATMega ma con compatibilità shield arduino...
Logged

OpenDomotica ...la domotica con Arduino - www.opendomotica.it

Italy
Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 42
Arduino rocks
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ultimi aggiornamenti:

A bordo scheda sui pin tx e rx, oltre all'fdti avremo in parallelo un integrato che converte in rs485. Visto il costo esiguo minore a un euro è stato deciso di applicarlo. Diodi di protezione sugli ingressi per evitare le correnti inverse, resistenza di pullup diminuita per aumentare l'impedenza di ingresso ed evitare disturbi. Connettore in parallelo con la eeprom per altre vicine espansioni i2c.
Liberato anche il pin 4 oltre agli ultimi 4 per le shield.
Siamo indecisi sull'atmega di watchdog se al posto del led, visto l'esubero di pin liberi, mettere direttamente e brutalmente collegato pin to pin un 7 segmenti led.
Logged

Rome
Offline Offline
Full Member
***
Karma: 2
Posts: 176
Arduino rocks
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Dunque...mi sono perso qualcosa? A che serve l'FTDI on-board? Non carichiamo e complichiamo troppo il tutto...in fondo basta un connettore pin-strip sul quale infilare una schedina USB->FTDI->232...per fare la programmazione!

Infatti collegherei TX e RX al chip di conversione RS485, con dei jumper per escluderlo, e in mezzo metterei questo connettore per il programmatore!

Assolutamente daccordo per il connettore I2C per schede di espansione.

Per quanto riguarda il 2° uC...premesso che io resto titubante a lasciare un ATMega che costa 3/4 euro e ha 14+14 pin quando basterebbe un PIC 4+4 pin senza nessun componente aggiuntivo, ma assolutamente non voglio imporre il mio pensiero, quello che invece vedo pericoloso è distribuire la logica sui due uC...io al 2° uC gli farei fare proprio operazioni banali di watchdog, reset controller e output enable...scusate è una mia visione, magari non condivisa!

Quindi il display...mmhhh...a che potrebbe servire connesso là?

Anche xkè il 2° uC deve essere affidabile, complicarne la logica significa poi dover controllare pure lui... smiley Tra l'altro mi accennavi del circuito negato RC per controllare l'Output Enable...io molto più semplicemente metterei sugli output enable una resistenza di pull-up e un pin del 2° uC...sarà lui a stabilire tempi e modalità di attivazione degli output!

In ogni caso queste soluzioni...anche se testate a blocchi logici...vanno montate su breadboard e provate: watchdog, reset, output enable, memoria eeprom, convertitore rs485, etc.etc...
Logged

OpenDomotica ...la domotica con Arduino - www.opendomotica.it

0
Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 1
Arduino rocks
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ciao a tutti, sono un nuovo utente di questo forum!
Mi sono letto questo interessante thread e penso sia il posto migliore dove porre la mia domanda!
Io frequento 5° ITIS informatica, e per il progetto da portare alla maturità pensavo di realizzare un progetto di domotica in versione MOLTO ridotta (visto il poco tempo/conoscenze/mezzi che ho a disposizione) : un plastico di una casa dove andrei a metterci i vari sensori collegati all'arduino e poi grazie allo shield ethernet salvare tutti questi dati in un database publicandolo sul web.
Il problema sorge nella scelta di quale arduino usare!

Penso che la scelta sia in base ai sensori che voglio collegare, nel mio caso vorrei usare un sensore di temperatura, umidità, uno per l'irraggiamento solare. Visto che si tratta solo di un progetto piccolo non mi propongo di rilevare ogni grandezza possibile! Inoltre vorrei gestire l'illuminazione, un mini sistema anti-intrusione (per esempio un sensore alla finestra e uno alla porta) e magari un elettrovalvola (per la conduttura dell'acqua o del gas) giusto per rendere un pò più completo il tutto!

Voi che ne pensate? Avete qualche consiglio in merito?

P.s. ho postato in questa discussione perchè mi sembrava la più inerente, ma vi prego di avvertirmi se è meglio iniziarne una nuova per non creare confusione!  smiley-wink
Logged

Italy
Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 42
Arduino rocks
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Stringi stringi, sull'hardware siamo arrivati quasi a una conclusione. Presto schemi e inizio sbroglio pcb.
Logged

0
Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 6
Arduino rocks
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ciao a tutti!
sono nuova del mondo arduino e dei sistemi embedded ma la domotica mi ha sempre affascinato. Ho letto quasi tutta la discussione (ma finirò di leggerla dopo il post) e mi ha molto interessato il vostro approccio. Purtroppo attualmente non so se potrò esservi utile se non come tester, ma conto di mettermi in pari il prima possibile (università permettendo!!).

Tutto questo per dire, io ci sono!
Logged

Pages: 1 ... 25 26 [27] 28 29 ... 31   Go Up
Jump to: