Go Down

Topic: Centrale Antifurto (Read 10 times) previous topic - next topic

leo72

Ricordati che il DS1307 ha bisogno di alcuni componenti per funzionare, se cerchi sul forum il problema è stato anche trattato di recente.
Per quanto riguarda il collegamento radio, sinceramente non ho capito...  :~
Se devi leggere la EEPROM, potresti prevedere un codice che visualizzi i dati sul display facendoli scorrere con i pulsantini. Oppure, nella più semplice delle ipotesi, montarla su uno zoccolino e toglierla se devi fare un'investigazione più profonda.

Giuseppe G.

:smiley-roll:

Il problema è che i pin liberi della seriale, erano dedicati ad una unità esterna che mi avrebbe permesso la comunicazione con altri dispositivi, come un modulo  radio a 433Mhz che avrebbe a sua volta permesso la comunicazione radio per telecomandi, sensori via radio ecc...
Quindi, se il modulo radio "che è ancora da scegliere" non utilizza I2C non posso eventualmente integrare questa opzione.

Ok per la visualizzazione degli eventi storici su display della EPROM.
Un saluto a tutta la comunità.
Giuseppe G.

leo72

So che c'è anche il DS1302, mi pare che usi 3 fili e comunichi tramite semplice seriale.
Un'altra soluzione potrebbe essere quella di creare un modulo con un piccolo uC tipo un Attiny e far gestire il clock a lui, e poi chiedere tramite SoftSerial il tempo al modulo RTC. In questo modo puoi usare i pin che più ti aggradano.

Nicb

Ciao a tutti!

Sto studiando lo schema della centrale di Giuseppe versione 2, e come dicevo in precendenza, per iniziare e sopratutto per imparare, la sto semplificando per usare una sola linea, senza display. Quando avrò fatto qualcosa di funzionante posterò il tutto :)
Giuseppe, potresti spiegare meglio come funziona il fotoaccoppiatore nello schema? Se ho capito bene succede questo: quando l'interruttore On/Off è chiuso e L2 è chiuso e i contatti sono chiusi al pin 7 arrivano i 5 V dal pin 5V della scheda(si possono fare entrare così diretti senza resistenza?). Quando però un contatto viene aperto il fotodiodo viene portato in conduzione e di conseguenza il transistor conduce. in questo caso arrivano i 5V poichè il collettore del transistor è attaccato al pin 5V. Forse ho capito male, perchè in questo caso il pin della linea 2 non andrebbe mai a 0 V facendo scattare l'allarme. grazie se puoi dedicarmi un minuto a spiegarmi questa cosa.
un'altra cosa veloce: il condensatore di filtro in parallelo al diodo a monte dei sensori, vicino al fotoaccoppiatore è 104 microF? ceramico o elettrolitico? e la resistenza che sullo schema indichi con 100R è da 100 ohm?

grazie ancora
buon arduino a tutti  :)

Nicola

Giuseppe G.

#39
Feb 23, 2011, 03:04 pm Last Edit: Feb 25, 2011, 11:31 am by Giuseppe G. Reason: 1
:smiley-roll-sweat:

Ciao Nicb.

E' proprio come hai spiegato tu, il funzionamento del fotoaccoppiatore.
Il + 5v può entrare dentro direttamente ad un pin del micro, purchè questo sia configurato come input !!!!
Comunque, il +5v in questo caso non sarà mai +5v perchè sarà sempre presente una caduta di tensione
tra il collettore ed l'emettitore del transistor, che si aggira intorno a 0,5 - 0,6 v.

Se vuoi, per sicurezza, inserisci una resistenza da 1k in serie al segnale, in maniera da proteggere il pin di ingresso.

Il segnale di ingresso è forzato a 0v da una resistenza da 10k, che se noti bene, si trova dove sono presenti
i pulsanti di test pARM, pL1 e pL2 a sx dello schema.

Il condensatore non è da 104 uF, ma da 100 nF, rappresentato con 104 ed è di tipo poliestere.

La resistenza 100R, indica la scala 0 cioè 100 ohm.

Se hai voglia, guarda il post della realese 0.3A, usando solo la tastiera, puoi evitare di inserire tutto il resto.

La versione HD e SW 0.3A la trovi su   http://arduoalarm.blogspot.com  


Buona giornata.

Giuseppe G.
Un saluto a tutta la comunità.
Giuseppe G.

Go Up