Go Down

Topic: Sniffer / decodifica telecomando 433MHz (Read 343 times) previous topic - next topic

sicri74

Buongiorno a tutti
Premetto che sono nuovo del forum ma prima di scrivere ho letto attentamente le regole, ho fatto la presentazione e soprattutto ho fatto un sacco di ricerche sia sul forum (italiano e inglese) che sul web in generale.

Vorrei utilizzare il radiocomando dell'apricancello CAME a 433MHz per attivare delle luci tramite relè.
Il telecomando è dotato di 4 pulsanti, ma solo 1 serve ad aprire/chiudere il cancello; gli altri 3 vorrei utilizzarli per accendere/spegnere dei faretti.
Per fare questo, ho acquistato un Arduino 1 e un Modulo trasmettitore e ricevitore RF 433Mhz; il modulo relè lo acquisterò in un secondo momento quando il progetto funzionerà.

Pensavo fosse una cosa semplice da realizzare e come prima cosa ho caricato la libreria "rc-switch" e relativo esempio "ReceiveDemo_Simple"; ho capito subito però che non era così facile come credevo:
dalla seriale non ottengo alcun segno di vita.
Inizialmente pensavo di aver commesso qualche errore di assemblaggio o programmazione ma dopo aver perso ore e ore a documentarmi nel web ho capito che il problema è l'incompatibilità tra libreria e telecomando.
Probabilmente, ma non sono certo al 100%, il telecomando è rolling code, ne ho provato un secondo vecchio più 20 anni e sono quasi certo non lo sia.
Ho visto che il problema è stato affrontato più volte nel forum, sia in italiano che inglese, ho trovato tanti suggerimenti, tante ipotesi di soluzione purtroppo però non ho trovato la soluzione del problema.

Tra tutti i progetti testati, quello pubblicato da: ricdata il Oct 09, 2015, 06:48 pm "Re: Decodificare telecomando a 433mhz" (http://forum.arduino.cc/index.php?topic=186882)  mi ha permesso di capire che probabilmente quello che voglio fare è realizzabile:
nel monitor seriale viene visualizzato un messaggio che cambia per un istante quando premo qualsiasi tasto di uno dei 2 telecomandi. Questo mi fa intuire che il problema da risolvere è "solo" a livello software/libreria/decodifica.
Se qualcuno che ha già affrontato questa tematica ha qualche soluzione da suggerirmi gliene sarei ben grato.
Ringrazio anticipatamente

gpb01

#1
Jun 22, 2018, 11:12 am Last Edit: Jun 22, 2018, 11:14 am by gpb01
SE non sbaglio i radiocomandi dei "Came" usano il "rolling-code" ... per cui ... dimentica di riuscire a farlo  :smiley-confuse:

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

sicri74

Grazie Guglielmo della risposta.
Pensavo che il vecchio telecomando con i dip switch non fosse rolling code.

La non compatibilità è solo di natura software o anche hardware?

Saluti

gpb01

#3
Jun 22, 2018, 12:58 pm Last Edit: Jun 22, 2018, 12:59 pm by gpb01
Grazie Guglielmo della risposta.
Pensavo che il vecchio telecomando con i dip switch non fosse rolling code.
Dovresti verificare ... io ricordavo che "Came" usasse il rolling-code, ma magari ha cominciato ad usarlo solo da una certa data in poi ... ::)

La non compatibilità è solo di natura software o anche hardware?
NON è questione di compatibilità con nulla, è che l'algoritomo con cui viene generato il codice fa si che esso cambi, con una regola conosciuta solo al radiocomando ed al ricevitore, ogni volta che premi il bottone.

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

Etemenanki

Riesci a leggere la sigla sull'integrato del telecomando con i dip ?
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

menniti

La CAME ha usato sempre le normali codifiche fisse, e continua ad usarle, più recentemente alcuni sistemi hanno il rolling code; se poi c'è un dip switch al 99,9% è una frequenza fissa, si tratta di vedere, giusta quindi la domanda di ETEM, quale tipo è. Fondamentalmente le codifiche sono 0-1 ed hanno il dip switch a due posizioni, oppure tri-state ed hanno il dip switch a tre posizioni.
Io su Elettronica IN (marzo 2016) ho pubblicato il progetto di un decoder per radiocomandi, che legge tutte le codifiche fisse, ad eccezione del tri-state; quest'ultima decodifica l'ho implementata proprio in questi giorni e sarà oggetto di un articolo integrativo sulla rivista, con relativo aggiornamento del firmware.
Confermo che non è affatto semplice decodificare un radiocomando, [OT: a suo tempo mi diede una grossa mano Astrobeed, fornendomi importanti indicazioni, stavolta me la sono dovuta cavare da solo, visto che purtroppo ormai non risponde più a nessuno].
Esistono comunque in circolazione strumenti di decodifica fissa (v. Amazon o Ebay) che potresti adattare allo scopo, oppure, se vuoi fare da solo, prendi anche il modulo trasmittente ed implementa una tua codifica digitale per la sua modulazione.
Manuale "Arduino e le tecniche di programmazione dei microcontrollori ATMEL"
http://www.michelemenniti.it/manuale_di_programmazione.html
http://www.michelemenniti.it/offerta.html
Articoli ElettronicaIN
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

sicri74

Riesci a leggere la sigla sull'integrato del telecomando con i dip ?
La sigla e: XC94337CP  CAME - cdt1 B98T  LLFZ9028, vedi anche foto allegata

Etemenanki

Era quello che temevo ... la scritta "CAME" sul chip dimostra che e' stato rimarcato da loro per non far capire quale integrato sia, oppure che e' un chip prodotto su loro ordinazione, di cui non sono quindi disponibili i datasheet ... potrebbe essere qualsiasi cosa e non c'e' modo di saperlo (salvo forse rapire il capo progettista della Motorola all'epoca della fabbricazione dei chip, e torturarlo costringendolo a sorbirsi tutte le repliche di "c'e' posta per te" non-stop 24/7 finche' non confessa cos'era, ma mi dicono dalla regia che la cosa potrebbe essere considerata leggermente illegale :D)
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

menniti

Comunque basta disporre di un modulo decodificatore della Aurel (costo su Futura circa 6-10 € secondo i modelli) e sull'uscita dati si vede con estrema chiarezza la sequenza di segnali; anche la decodifica in 0-1 è piuttosto semplice a livello visivo, i guai iniziano quando la si vuole ottenere a livello software.
Manuale "Arduino e le tecniche di programmazione dei microcontrollori ATMEL"
http://www.michelemenniti.it/manuale_di_programmazione.html
http://www.michelemenniti.it/offerta.html
Articoli ElettronicaIN
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

giangel84

Ciao, tempo fa trovai uno sketch che riusciva a trasmettere tutte le 1024 combinazioni dei modelli TOP433NA e simili.

Devo dire che con le elettroniche di <6/7 anni fa funziona, ma ovviamente dipende da molti fattori.
In questo campo i RUSSI hanno veramente tanto materiale, ad esempio se cerchi "шлагбаум came arduino" trovi parecchi risultati.

Ho provato a ricercare quello sketch su google ma non l'ho trovato per cui ti metto il link di quello che ho io, caricato su pastebin, magari ti può essere utile:

https://pastebin.com/ZQgXQpUK

Come vedrai la codifica dei BIT 0 e 1 avviene trasmettendo una serie di impulsi in serie.

Tieni presente che provai anche a replicare la decodifica in ricezione, modificando la libreria, ma senza risultati purtroppo, ma la discussione in merito non si è fermata e potrebbero aver ottenuto risultati nel frattempo:

https://github.com/sui77/rc-switch/issues/136

Go Up